La pelle dopo gli anta

Credits: Corbis
1 7

Con il passare degli anni, la pelle va incontro a modifiche a livello cellulare e strutturale che si traducono in un progressivo cambiamento dell'aspetto esteriore.

Nella donna in particolare, a partire dai 45-50 anni (periodo che generalmente corrisponde alla menopausa), subentrano inoltre fattori ormonali che influiscono negativamente sul rinnovamento cutaneo e sull'idratazione, accelerando la perdita di collagene e di fibre elastiche e inducendo un'anomala distribuzione della melanina.

Ecco allora che i tessuti superficiali, si presentano avvizziti, rilassati, come svuotati, fino a cambiare l'aspetto del viso modificando l'ovale.

/5

Come cambia la pelle dopo gli anta? Che fare per prevenire l'invecchiamento cutaneo? Molto, come ci spiega la dottoressa Pompoli, specialista in Dermatologia

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te