Piedi da beauty farm 

I tronchetti con i tacchi a spillo, must del momento, aspettano solo di essere infilati. Ma niente paura. Abbiamo rubato alle più note spa i segreti per avere talloni morbidi, dita agili e pelle vellutata

di Laura D'Orsi  - 11 Ottobre 2007

Il bagno

Negli Usa, le beauty farm specializzate nei trattamenti per i piedi spopolano da tempo. E adesso cominciano a diffondersi anche da noi. La loro filosofia è che il benessere di tutto il corpo dipende dalle sue “radici”. Quindi, bisogna averne la massima cura. Per sapere quali sono le coccole giuste da fare, abbiamo curiosato nelle più esclusive Pedicure Spa. Ecco i loro segreti.

 

Alla Spa Mirage di Napoli, lo chiamano “hammam del piede”. «È un pediluvio molto speciale che si prepara con acqua tiepida mescolata ad acqua di rose, che ha proprietà tonificanti e idratanti» spiega Luana Pellegrino, Beauty Manager della Spa. «A piacere, si possono aggiungere gocce di olio essenziale di ylang ylang, di geranio o di petitgrain, tutti molto rilassanti. Ma non direttamente nell'acqua: perché possano sciogliersi, vanno stemperati in una sostanza grassa, come un cucchiaio di latte o di panna». È un trattamento raffinato, che puoi copiare anche tu.
In alternativa, per ammorbidire la pelle, prova un bagno nutriente ed emolliente, miscelando all'acqua tiepida due cucchiaini di miele, due di olio di mandorle, un cucchiaio di panna liquida e una manciata di sale marino grosso, meglio se integrale perché più ricco di minerali. Resta in immersione per quindici minuti, poi sciacqua e tampona delicatamente con un asciugamano intiepidito. Se, invece, hai i piedi gonfi e affaticati, per esempio dopo una giornata sui tacchi, prova la cura del ghiaccio, che allevia subito il senso di pesantezza.  «È un pediluvio che si fa con due bacinelle, una di acqua calda, l'altra fredda e piena con cubetti di ghiaccio. Si resta a bagno un minuto in ognuna, per un totale di dieci immersioni» dice l'esperta.

Lo scrub

Almeno una volta alla settimana, bisogna esfoliare dorso e pianta del piede. La pelle, in queste zone, è quattro volte più spessa rispetto alle altre parti del corpo e tende a indurirsi per l'attrito con le calzature. Secondo Bastien Gonzalez, il podologo di Madonna, lo scrub va fatto in due tempi. Prima si usa un prodotto specifico che contenga granuli, come i microcristalli di alluminio. Poi, si passa la pietra pomice naturale, insistendo su talloni e sotto le dita. «Nei nostri saloni proponiamo un massaggio scrub rilassante e rinfrescante, che permette anche di risvegliare la circolazione. È a base di burro di galam, essenza di menta e olio di cocco» dice Sonia Tajetti, titolare dei saloni Queen Nails di Milano. Una ricetta più semplice, da provare anche a casa, è mescolare un cucchiaio di olio di mandorle, ricco di vitamina E, con dello zucchero semolato.

La maschera

La pelle dei piedi è povera di ghiandole sebacee, quindi si disidrata e si fessura facilmente. E ha bisogno di sostanze molto idratanti e cicatrizzanti. «Alle nostre clienti, proponiamo la Champagne Pedicure» dice Wendy Pistorio, che a Milano dirige Enhancements, la prima nail spa in Italia. «Prima si mettono nell'acqua sfere che racchiudono il vino pregiato e si fa il pediluvio. Poi, si passa a un impacco a base di uva e olio, che viene lasciato sulla pelle una ventina di minuti, per nutrirla». I polifenoli contenuti nel vino, infatti, hanno un'azione antiossidante e rigenerano la cute. Un altro rimedio per avere piedi molto morbidi è quello che da sempre usano le modelle quando devono sfilare in passerella. La sera prima spalmano un po' di vaselina su pianta e dorso, infilano dei calzini di cotone e tengono l'impacco tutta la notte.

Il massaggio

Un massaggio rilassante è utile per dare sollievo ai piedi alla fine di una giornata. Alla spa DayLight di Napoli si usa una miscela di oli profumati, come quelli di rosa mosqueta, di avocado e di mandorle dolci, che viene frizionata con un guanto di seta. «Concludiamo il trattamento lasciando riposare i piedi su un sacchetto che contiene erbe aromatiche e mettendo fra le dita dei cristalli rosa, che hanno un'azione rilassante» spiega Marianna Ventriglia, responsabile del centro.
Un trattamento fai-da-te altrettanto efficace è usare dell'olio di argan, dalle proprietà antietà. Se hai i piedi molto delicati e soffri di irritazioni e dermatiti, è ottimo l'olio di cumino nero, che è in grado di rigenerare la pelle e aumentarne le difese. Quando fai il massaggio, inizia sempre con degli sfioramenti circolari sul dorso e sulla pianta. Prosegui impastando dolcemente gli spazi fra le dita e le parti molli della pianta e termina con dei leggeri picchiettamenti.

La crema

Per ammorbidire la pelle spessa del tallone, la paraffina è il rimedio per eccellenza. «Noi la usiamo così» spiega Donatella Zanetti, direttrice del centro estetico dell'Hotel Quisisana di Abano Terme. «Dopo un leggero peeling, applichiamo la paraffina tiepida sulla pelle del dorso del piede, in modo da creare una specie di cupola. Una volta indurita, dopo circa venti minuti, la togliamo come un calco. E concludiamo massaggiando con una crema idratante». Se vuoi provare anche tu, devi procurarti un blocchetto di paraffina solida e farla sciogliere a bagnomaria, facendo attenzione a spalmarla sui piedi quando è tiepida. Per semplificare l'operazione, usa un pennello piatto.
Se ti sembra complicato, opta per un prodotto idratante specifico. L'ideale è una crema a base di urea, che leviga la pelle, e proteine della seta, che la ammorbidiscono. Prima bagna il tallone, fai uno scrub energico, poi asciuga e applica un centimetro di crema. Per favorirne la penetrazione, avvolgi la parte con una pellicola trasparente e aspetta fino a quando l'emulsione è quasi del tutto assorbita, cioè per circa 15 minuti.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/piedi-da-beauty-farm$$$Piedi da beauty farm
Mi Piace
Tweet