Tagli capelli: le proposte delle sfilate per la primavera 2016 

Se stai pensando di cambiare taglio, dai un'occhiata alle sfilate: troverai tante ispirazioni per tutte le lunghezze

di Alessandra Montelli

Le lunghezze di tendenza

In primis, quelle medie, seguono i caschetti che sfiorano il mento o si allungano sul collo. A sorpresa, tornano i capelli molto lunghi. Restano stabili i capelli corti, compresi quelli cortissimi.

Frangia o ciuffo?
Tra i due stile vince la prima, con delle rivisitazioni interessanti: non più solo cortina dritta e fitta che cade sulla fronte, la nuova frange si apre a tendina, si sfilaccia e si porta in modo casuale.

I tagli più trendy
In "ordine di tendenza":

1) lo shag, cioè il taglio scalato medio tipico della fine degli anni ’70 inizio anni '80. In realtà è un caschetto (di varie lunghezze) che è strutturato con una una scalatura alta, pensata per modellare il taglio e creare volume. Si porta con una una piega mossa e finta spettinata. È indicato per chi ama i dislivelli e i ciuffi che spuntano con finto disordine. Sconsigliato per chi ama uno styling più rigoroso e composto.

2) il lob, cioè il caschetto medio-lungo che arriva quasi a sfiorare le spalle. Sta bene a tutte, è facile da portare e si adatta sia a chi ha i capelli fini che grossi. La sua variante più trendy è quella mossa (il wob). La riga? A scelta: o in mezzo o di lato.

3) Pixie-cut, cioè il caschetto cortissimo strutturato con ciuffi di varia lunghezza che seguono perfettamente il perimetro della testa. Lo si può portare liscio e composto, oppure spettinato. Per cambiare look basta munirsi di una cera modellante.

Le ispirazioni
Gli anni '70 e gli '80, icone come Farrah Fawcett (il taglio scalato per eccellenza), Mia Farrow (il taglio pixie), Jane Birkin (per la frangia a tendina).

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/sfilate-tendenze/tagli-capelli-tendenze-primavera-estate-2016$$$Tagli capelli: le proposte delle sfilate per la primavera 2016
Mi Piace
Tweet