Tagli capelli: le proposte delle sfilate per la primavera 2016

  • 1 21
    Credits: Mondadori Photo

    In fatto di tendenze capelli, le parole chiave da tenere a mente nel 2016 sono: lob, wob e shag. Che nell'ordine indicano: caschetto lungo, caschetto ondulato e taglio scalato più o meno corto.

    Le lunghezze che vanno per la maggiore sono quelle medie, con qualche eccezione che non conosce mezze misure (o extra long o extra short). Sarà che gli hair stylist hanno finalmente capito le esigenze pratiche della donna di oggi? Cioè facilità di messa in piega e necessità che i capelli siano sempre in ordine, o quasi. Quale miglior taglio di quello medio per coniugare ciò, restando femminili? Dopo tutto, non tutte amano i capelli cortissimi o quelli lunghissimi.
    Sfoglia la gallery per farti un'idea.

  • 2 21
    Credits: Mondadori Photo

    Il taglio medio è un grande classico che si ripropone anche quest'anno. Le lunghezze sono pari fino a sfiorare le spalle. Le onde piatte regalano un tocco vagamente retrò. Visto alla sfilata di Giorgio Armani Privé.

  • 3 21
    Credits: Mondadori Photo

    È il wob la tendenza forte del 2016, cioè il caschetto ondulato. Wob è infatti un neologismo coniato dall'unione di bob (caschetto) e wave (onda). Visto alla sfilata di Alexis Mabille.

  • 4 21
    Credits: Mondadori Photo

    Moschino propone un pixie-cut con le ciocche scalate di varie lunghezze che danno movimento e volume al taglio.

  • 5 21
    Credits: Mondadori Photo

    Un taglio di ispirazione afro per i capelli ricci ribelli. Perfetto per chi desidera mostrare la caratteristica "capricciosa" dei ricci. Visto alla sfilato di Grinko.

  • 6 21
    Credits: Mondadori Photo

    Gli anni '80 sono uno dei decenni a cui si ispirano i tagli di quest'anno. Barbara Bui propone un taglio scalato alla Farrah Fawcett. Perfetto per chi ha tanta massa di capelli da sfoltire.

  • 7 21
    Credits: Mondadori Photo

    Da Giambattista Valli troviamo una frangia corta, sfilata e aperta sulla fronte. Un trend che piace sempre di più.

  • 8 21
    Credits: Mondadori Photo

    Ecco un'altra eco degli anni '80. Il taglio scalato chiamato shag. Anteprima lo propone in una versione media (il caschetto è a tutti gli effetti lungo) con una scalatura alta che crea volume.

  • 9 21
    Credits: Mondadori Photo

    Da Jean Paul Gaultier un taglio mosso che interpreta la tendenza dello stile spettinato e finto casuale.

  • 10 21
    Credits: Mondadori Photo

    Di tutt'altro genere è il taglio proposto da Shiatzy Chen: il taglio prevede una lieve sfilatura sul davanti che accarezza il mento. Perfetto per chi ama un'allure composta.

  • 11 21
    Credits: Mondadori Photo

    La lunghezza media, dicevamo, è la tendenza forte del 2016. Alexis Mabille propone un taglio dal liscio rigoroso con punte leggermente più lunghe sul davanti. Un'altra idea per chi ama gli styling composti ed extra lisci.

  • 12 21
    Credits: Mondadori Photo

    Da Genny sfila un taglio con scalature sul davanti appena accennate, create giusto per modellare la chioma e dare movimento ad un liscio asciugato al naturale.

  • 13 21
    Credits: Mondadori Photo

    Atelier Versace propone un taglio ob-shag, cioè il caschetto lungo ma scalato. I colpi di forbice sono pensati per dare volume e modellare un taglio che altrimenti sarebbe classicamente liscio!

  • 14 21
    Credits: Mondadori Photo

    Un caschetto cortissimo, reso molto interessante dal ciuffo extra long che copre metà fronte. Visto in passerella da Alexis Mabille.

  • 15 21
    Credits: Mondadori Photo

    Ed è pixie-cut! Il taglio corto più amato nelle ultime stagioni. Lanvin lo propone con ciuffi con meches per mettere in evidenza la bellezza della struttura dello styling, decisamente costruita.

  • 16 21
    Credits: Mondadori Photo

    Intramontabile il caschetto, quest'anno torna quello in stile Valentina di Guido Crepax. Visto nel backstage di Hanley Mellon.

  • 17 21
    Credits: Mondadori Photo

    Fatima Lopes propone un taglio alla maschietta con rasatura laterale, quello styling che in gergo si chiama sidecut. Che piaccia o no, è una tendenza che continua ad imperversare, anche nel 2016.

  • 18 21
    Credits: Mondadori Photo

    Caschetto cortissimo, quasi un pixie-cut per Atelier Versace.

  • 19 21
    Credits: Mondadori Photo

    I capelli di lunghezza pari, dritti sulle spalle senza un accenno di dislivello sono un evergreen, ma a sorpresa, nel 2016 saranno più diffusi del solito. La modella è di Narciso Rodriguez.

  • 20 21
  • 21 21
    Credits: Mondadori Photo

    Immancabile nel 2016, puntuale come ogni anno, torna il carrè, il taglio sicuramente più classico di tutti. Ecco una versione regolare, con frangia media, visto nel backstage di Adam Levine.

/5

Se stai pensando di cambiare taglio, dai un'occhiata alle sfilate: troverai tante ispirazioni per tutte le lunghezze

Le lunghezze di tendenza

In primis, quelle medie, seguono i caschetti che sfiorano il mento o si allungano sul collo. A sorpresa, tornano i capelli molto lunghi. Restano stabili i capelli corti, compresi quelli cortissimi.

Frangia o ciuffo?
Tra i due stile vince la prima, con delle rivisitazioni interessanti: non più solo cortina dritta e fitta che cade sulla fronte, la nuova frange si apre a tendina, si sfilaccia e si porta in modo casuale.

I tagli più trendy
In "ordine di tendenza":

1) lo shag, cioè il taglio scalato medio tipico della fine degli anni ’70 inizio anni '80. In realtà è un caschetto (di varie lunghezze) che è strutturato con una una scalatura alta, pensata per modellare il taglio e creare volume. Si porta con una una piega mossa e finta spettinata. È indicato per chi ama i dislivelli e i ciuffi che spuntano con finto disordine. Sconsigliato per chi ama uno styling più rigoroso e composto.

2) il lob, cioè il caschetto medio-lungo che arriva quasi a sfiorare le spalle. Sta bene a tutte, è facile da portare e si adatta sia a chi ha i capelli fini che grossi. La sua variante più trendy è quella mossa (il wob). La riga? A scelta: o in mezzo o di lato.

3) Pixie-cut, cioè il caschetto cortissimo strutturato con ciuffi di varia lunghezza che seguono perfettamente il perimetro della testa. Lo si può portare liscio e composto, oppure spettinato. Per cambiare look basta munirsi di una cera modellante.

Le ispirazioni
Gli anni '70 e gli '80, icone come Farrah Fawcett (il taglio scalato per eccellenza), Mia Farrow (il taglio pixie), Jane Birkin (per la frangia a tendina).

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te