Blush: come scegliere la nuance perfetta

  • 1 18
  • 2 18

    Diorblush Coral Cruise.

  • 3 18

    Joues Contraste Élégance di Chanel.

  • 4 18

    NARS Blush Bumpy Ride.

  • 5 18

    Kiss & Blush Duo Stick di Yves Saint Laurent.

  • 6 18

    Maxi Blush Like a Doll di Pupa.

  • 7 18

    Sculpting Blush di Make Up For Ever.

  • 8 18

    & Other Stories Blusher Duo.

  • 9 18

    Rose aux Joues Pink Me up di Guarlain.

  • 10 18

    Nectar Compact di Elizabeth Arden.

  • 11 18

    Le Prisme Blush di Givenchy.

  • 12 18

    Blush Alba Vegan Make Up di Erboristeria Magentina.

  • 13 18

    TonyMoly Panda's Dream Dual.

  • 14 18

    Inglot Amc Face Blush.

  • 15 18

    Yves Rocher Fard Colore Vegetale Bois de Rose.

  • 16 18

    Too Cool For School Cushy cheek blush di Dinoplatz.

  • 17 18

    Colorescience Pressed Mineral Cheek Colore.

  • 18 18

    Sephora Colorful Cheek Ink.

/5

Questa magica formula può diventare il più importante dei cosmetici per il tuo make-up: ravviva il viso stanco, regala un sexy rossore, migliora la forma del viso e anche l’espressione.  

In base a cosa si sceglie il colore del blush? Abbiamo rivolto questa domanda a un'esperta, la make-up artist Lavera Marisol Caballero Prada. «È bene scegliere il colore del blush che stia bene con il proprio incarnato anche senza base. Se non si è sicuri, il consiglio è di pizzicarsi leggermente le guance e comparare quel colore con la nuance prescelta. Per non sbagliare, durante il giorno optate per tonalità rosate, albicocca, palissandro o castano dorato. Per la sera invece potete osare colori più accesi come il rosso poiché le luci artificiali assorbono maggiormente il colore».

Come dobbiamo abbinare questo cosmetico: ai colori di occhi e pelle oppure all'abito che indossiamo? «Meglio non scegliere la nuance del blush in base al colore degli occhi o al proprio outfit, ma in base alla tonalità del proprio incarnato oppure al make-up da giorno o sera. In generale per la pelle molto chiara (solitamente abbinata a capelli color miele o rame) è meglio scegliere tonalità leggermente rosate, i toni albicocca o pesca. Anche l’utilizzo di un blush rosso è perfetto ma non in pieno giorno: aspettate che cali il sole! Per quanto riguarda invece la pelle più ambrata, le tonalità bronze e dorate sono l'ideale: la carnagione scura infatti può essere valorizzata utilizzando tonalità brillanti e aranciate».

L'utilizzo del blush varia anche a seconda della forma del volto? «Non dipende dalla forma del proprio viso quale colore di blush scegliere. Ciò che è importante invece è che attraverso questo cosmetico è possibile 'modellare' il proprio volto. Questa tecnica, chiamata appunto “blushing” è una variante del “contouring”: a seconda della forma del proprio viso il blush va utilizzato in maniera diversa. Sul viso tondo occorre applicare il prodotto partendo dagli zigomi all’altezza delle orecchie fino all’angolo della bocca e lateralmente lungo gli zigomi sfumando fino all’attaccatura dei capelli. Se il viso è triangolare invece, si deve applicare il blush sulla parte più ampia degli zigomi, sfumare gradualmente verso il basso e terminare verso parte più esterna dell’occhio. Quando ci si trova di fronte a un volto squadrato il blush va steso lateralmente sugli zigomi e sul mento e con il restante colore rimasto sul pennello potete sfumare gli angoli della fronte. Infine dove il viso è lungo e stretto, un tocco di colore al centro della fronte e sulla punta del mento dà all'ovale un effetto più morbido».

E ora puoi sfogliare la gallery e trovare il prodotto più adatto a te!

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te