Prova la manicure a lunga durata 

Stanca della lacca che si scheggia dopo pochi giorni? Avere unghie perfette per due settimane e oltre si può. Basta una seduta dall’estetista e un piccolo investimento

di Annalisa Piersigilli

RISOLVI GLI EFFETTI COLLATERALI

Se usi smalti semipermanenti o sei una fan della ricostruzione, a lungo andare le tue unghie possono soffrire di piccoli problemi e imperfezioni che non vanno trascurate.
Ecco una mini guida.


•Sfaldamento L’unghia è fragile e noti che si piega con più facilità? «Può essere colpa delle lime utilizzate per le manicure con il gel che riducono lo strato lipidico e cheratinico» spiega Michela Quaglini, dermatologa del Centro diagnostico italiano di Milano. Tieni le unghie corte, idratale con olio di argan, avocado o lecitina di soia e creme emollienti ricche di fosfolipidi e metti smalti trasparenti rinforzanti.
•Striscioline irregolari e biancastre Sono sintomo di secchezza. «I solventi utilizzati per le ricostruzioni possono “asciugare” l’unghia» chiarisce la dermatologa. Per questo, l’ideale è usare prodotti senza acetone e comunque interrompere almeno per un mese questi trattamenti. Così lasci respirare l’unghia.
•Piccole macchie Se sono bianche, potrebbe trattarsi di un’allergia a qualche smalto oppure essere il segno di una carenza di minerali. «In questo caso, opta per una cura di integratori alimentari a base di amminoacidi e vitamina C» consiglia Quaglini. Noti delle zone più chiare e più scure sulla superficie? C’è il rischio che sia un fungo (onicomicosi). «Affida le tue mani a un’estetista di fiducia: fai sempre attenzione che gli strumenti siano sterilizzati bene e che usi prodotti di qualità per ridurre il rischio di allergie» aggiunge la dermatologa.• Colore opaco Probabilmente usi spesso smalti dalle tinte forti e li stendi direttamente sull’unghia senza utilizzare una base protettiva. Per rimediare, metti una lacca che corregge le discromie

•Sfaldamento L’unghia è fragile e noti che si piega con più facilità? «Può essere colpa delle lime utilizzate per le manicure con il gel che riducono lo strato lipidico e cheratinico» spiega Michela Quaglini, dermatologa del Centro diagnostico italiano di Milano. Tieni le unghie corte, idratale con olio di argan, avocado o lecitina di soia e creme emollienti ricche di fosfolipidi e metti smalti trasparenti rinforzanti.
•Striscioline irregolari e biancastre Sono sintomo di secchezza. «I solventi utilizzati per le ricostruzioni possono “asciugare” l’unghia» chiarisce la dermatologa. Per questo, l’ideale è usare prodotti senza acetone e comunque interrompere almeno per un mese questi trattamenti. Così lasci respirare l’unghia.
•Piccole macchie Se sono bianche, potrebbe trattarsi di un’allergia a qualche smalto oppure essere il segno di una carenza di minerali. «In questo caso, opta per una cura di integratori alimentari a base di amminoacidi e vitamina C» consiglia Quaglini. Noti delle zone più chiare e più scure sulla superficie? C’è il rischio che sia un fungo (onicomicosi). «Affida le tue mani a un’estetista di fiducia: fai sempre attenzione che gli strumenti siano sterilizzati bene e che usi prodotti di qualità per ridurre il rischio di allergie» aggiunge la dermatologa.
• Colore opaco Probabilmente usi spesso smalti dalle tinte forti e li stendi direttamente sull’unghia senza utilizzare una base protettiva. Per rimediare, metti una lacca che corregge le discromie

La sfumatura di rosso del momento tende al burgundy e ha micropaillettes. Il blu elettrico più trendy ha le pagliuzze verdi cangianti.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/trucco/manicure-lunga-durata$$$Prova la manicure a lunga durata
Mi Piace
Tweet