Manicure e pedicure: come tagliare le unghie di mani e piedi correttamente

Credits: Shutterstock
/5

Mani e piedi con l’arrivo della bella stagione sono ancora più al centro dell’attenzione ecco perché manicure e pedicure devono essere ancor più accurate. Senza però dimenticare la salute: il rischio di infezioni, fragilità e rotture è dietro l'angolo

Quando le estremità hanno un bell’aspetto forse qualcuno può anche non notarle. Scommettiamo invece che, se trascurate, saranno la prima cosa cui si poserà lo sguardo? Mani e piedi con l’arrivo della bella stagione sono ancora più al centro dell’attenzione: è per questo che manicure e pedicure devono essere ancor più accurate, se possibile. Ma senza dimenticare la salute perché il rischio di infezioni, fragilità e rotture è dietro l'angolo. E occorre distinguere tra la 'manutenzione' delle mani e quella dei piedi.

La cura delle mani

Le mani sono la parte del corpo più a rischio di aggressioni da parte degli agenti esterni e la cute viene sottoposta a stiramenti e movimenti continui, senza contare gli sbalzi di temperatura che la rendono molto fragile. Le mani possiedono infatti uno strato di tessuto adiposo inferiore rispetto a quello di altre parti del corpo e l’alterazione del film idrolipidico fa evaporare più velocemente l’acqua contenuta nella pelle, disidratandola, facendole perdere elasticità e provocando irritazioni e arrossamenti.

Spalmare e massaggiare creme idratanti su mani e unghie ogni volta che si lavano oppure che si usa l'acetone levasmalto aiuta a contrastare l'estrema secchezza. Ci sono inoltre delle semplici regole da conoscere e mettere in pratica quotidianamente per proteggerle e mantenerle sane e 'giovani'.

1. Usa sempre i guanti per i lavori domestici perché i detersivi contengono sostanze irritanti, che possono danneggiare la cheratina, la principale componente dell’unghia;
2. Spazzola le unghie con uno spazzolino morbido, dalle setole arrotondate, bagnato con acqua e sapone per pulirle;
3. Prediligi le limette ricoperte di polvere di diamante sintetico oppure quelle di cartone smerigliato;
4. Ammorbidisci le pellicine spingendole indietro con un bastoncino in legno d’arancio;
5. Se le unghie sono fragili scegli una crema nutriente.

Gli strumenti per una manicure perfetta

Come fare quindi a realizzare una manicure perfetta e ad avere mani belle, morbide e vellutate e unghie sane e ben curate?
Devi innanzitutto premunirti degli strumenti giusti, gli indispensabili da tenere sempre con te per una perfetta cura delle mani, vedremo come utilizzarli nel corso dell'articolo.

Ecco tutto ciò che ti occorre:
- un detergente delicato
- uno scrub
- un solvente senza acetone
- dischetti di cotone (o semplice cotone idrofilo)
- bastoncini di legno d'arancio e di cotone
- forbicine
- lima
- buffer
- olio d'oliva
- smalto base
- smalto colore
- top coat

La manicure deve essere fatta su mani pulite, per cui la prima cosa da fare è lavarle ed asciugarle accuratamente. Ma si devono anche pulire le unghie da eventuali resti di vecchi smalti: bagna un pezzetto di cotone con il solvente, poi appoggialo sull'unghia per sciogliere lo smalto vecchio e infine strofina leggermente con una mossa verso l'esterno per evitare di toccare le cuticole. Finita questa operazione, si passa uno scrub delicato (quello per il viso va benissimo).

Il taglio delle unghie

Per tagliare le unghie in modo corretto è necessario usare forbicine affilate. Le unghie delle mani vanno tagliate seguendo orizzontalmente il confine con il polpastrello e arrotondando leggermente i bordi: usa la lima di cartone al posto di quella in metallo, più aggressiva. Quando passi le forbicine sotto l’unghia, stai attenta a non scollarla né scalfirne la superficie per non aprire la porta all’ingresso dei germi. Nel corso della giornata, proprio come accade con la pelle, le nostre unghie raccolgono enormi quantità di batteri e polveri e se si vuole impedire la comparsa di micosi o infezioni occorre strofinare bene.

Operazione ammollo e cuticole

Finito il taglio, immergi le mani in una ciotola di acqua tiepida con due cucchiai di succo di limone e due di olio d'oliva. Dopo 10 minuti appoggia la mano sull'asciugamano e spingi con delicatezza le cuticole e le pellicine verso il basso. Forse questa notizia ti giungerà strana ma le cuticole (ossia le 'pellicine' che sono alla base dell’unghia) non si devono tagliare perché fanno da 'porta' a germi e batteri sempre in agguato.

Come mettere lo smalto e le pause necessarie

Per sfoggiare unghie sane e belle bisogna evitare di tenerle ricoperte da smalti e gel 365 giorni all’anno: tra un’applicazione e l’altra fai una pause di due o tre giorni per permettere alle unghie di 'riposare'.

Detto ciò, devi sapere che i colori scuri enfatizzano la mani, fanno apparire le unghie più corte, sono più eleganti e d'effetto ma richiedono un'ottima manutenzione. Le tonalità chiare, al contrario, distraggono dalle imperfezioni e sembrano durare più a lungo perché non si notano le sbeccature.

Ricordati di passare uno strato di base indurente e rinforzante, prima dello smalto colorato. Il pennello non deve essere troppo carico perché altrimenti si creano le bolle: si parte dal centro e dal basso dell'unghia verso l'alto, possibilmente in una mossa sola, per poi ripetere l'operazione a destra e a sinistra dell'unghia, e così via su tutte le unghie. La seconda passata è quella che copre i difetti della prima: essenziale. Per un effetto gloss puoi puntare sul top coat.

Leggi anche: I 10 errori che fai (quasi sempre) quando ti metti lo smalto 

Le cure per avere piedi perfetti

Ora che sandali e scarpe aperte si portano sempre, in vacanza esattamente come in città, non c'è niente di peggio che sfoggiare piedi poco curati, con callosità, talloni screpolati, unghie spezzate o smalto sbeccato.
Avere piedi bellissimi infatti è da sempre considerato molto sensuale ma tranquilla, non vogliamo proporti percorsi cocoon, pedicure a ultrasuoni o punturine di acido ialuronico sotto la pianta del piede. Più semplicemente, metodi sicuri per mantenere i tuoi piedi belli e in salute.

Sì, perché i danni provocati dai tacchi alti e dalle calzature chiuse e strette, creano un ambiente rischioso per la salute dei tuoi piedi: le calzature che acquistiamo, spesso comprimono eccessivamente le dita, fanno soffrire la matrice, provocano malformazioni alle unghie, che possono crescere arcuate e storte. Mai sentito parlare dell’unghia a pinza? I bordi laterali della lamina ispessita si incurvano avvicinandosi fra loro e ‘pizzicando’ il letto ungueale. Ecco allora qualche consiglio.

Come tagliare le unghie dei piedi

Evita di assecondare troppo la forma del dito: le unghie dei piedi hanno una conformazione e una durezza diverse da quelle delle mani (per ovvi motivi) e se accorciate troppo agli angoli finiscono per incarnirsi più facilmente. Effettua un taglio preciso orizzontale, evitando di far affondare i lati esterni dell'unghia negli angoli più carnosi delle dita, soprattutto per quanto riguarda l'alluce. Per i piedi, lo strumento ideale è il tronchesino, che regala un taglio netto senza rovinare le unghie: lascia la forbicina per le mani.

Se le unghie sono dure e ispessite

Nel caso in cui l’unghia sia dura e molto ispessita (non stiamo parlando naturalmente di casi estremi per cui è necessario l'intervento di un dermatologo specializzato), prima di tagliarla ammorbidiscila con un pediluvio a base di acqua tiepida e sale: 20-30 minuti in ammollo sarà più che sufficiente.

Anziché utilizzare una semplice crema nutriente, prova a massaggiare piedi e unghie con dell’olio di oliva (proprio quello che usi per condire l'insalata) durante la tua pedicure, dopo alcune applicazioni sentirai i benefici. 

E ora puoi scegliere lo smalto che preferisci e dare il via libera alla fantasia.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te