Acido salicilico, tutte le virtù e gli utilizzi

Credits: Corbis
1 6

Nei cosmetici l’acido salicilico (o meglio, il derivato noto come principio attivo acido acetilsalicilico) è presente in una concentrazione pari all'1% o al massimo al 2%: si tratta in questo caso di prodotti destinati all'uso 'casalingo' e sono di libera vendita. Sono principalmente esfolianti e leviganti oppure creme contro calli e duroni delle mani e dei piedi.

Differentemente, l'acido salicilico al 25-30% in soluzione alcolica è invece un medicamento destinato al solo utilizzo ambulatoriale. Questi trattamenti si svolgono principalmente per cicli a seconda del fototipo: nelle persone che hanno un fototipo chiaro di solito non possono essere superate le tre sedute successive, mentre si arriva a cinque per le pelli più scure.

Ma vediamo nello specifico i diversi utilizzi di questo 'acido'.

/5

A questo acido sono da sempre riconosciute diversi benefici farmacologici: già due secoli fa veniva impiegato come antinfiammatorio. Ma dà il meglio di se in dermatologia e cosmetica

L'acido salicilico è impiegato in moltissime attività farmacologiche: figuratevi che già due secoli fa veniva impiegato come antinfiammatorio e antipiretico. In anni più recenti da una modifica chimica dell’acido salicilico è derivato il noto principio attivo acido acetilsalicilico impiegato soprattutto in dermatologia e cosmetica, per il trattamento della pelle. Questa molecola è infatti molto efficace come cheratolitico: in poche parole è ottima nella cura della psoriasi e dell’acne. Non solo. Viene utilizzata anche in caso di iperpigmentazione cutanea, forfora grave, calli, duroni e verruche.

Scopri tutti i benefici e gli utilizzi di questo acido, sfogliando la gallery.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te