Amico sole: come prenderlo per il verso giusto  

In spiaggia, finalmente. Con tanta voglia di relax e abbronzatura. Ma per esporsi al sole in sicurezza, e ottenere una pelle perfettamente scura e sana, non basta scegliere i trattamenti protettivi giusti. Bisogna anche sapere quando e come usarli per evitare brutte sorprese.

di Valentina Bonfanti  - 27 Luglio 2008

Per non farci prendere alla sprovvista abbiamo chiesto alcuni consigli alla dermatologa Mariuccia Bucci.

Quali sono le mosse da fare in spiaggia? «Applicate i solari su tutte le zone esposte al sole prima di uscire di casa, poi rinnovate l'applicazione ogni 2-3 ore e dopo ogni bagno, anche se il prodotto è water-resistant: il sudore, le immersioni, il contatto con gli indumenti e le sdraio eliminano parte della crema, limitando la protezione», consiglia la dermatologa.

E se si assumono integratori? «Gli integratori ad azione fotoprotettrice devono comunque essere affiancati da creme solari».

Cosa deve fare chi ha la cute particolarmente delicata? «Utilizzare prodotti specifici, oppure quelli per bambini, che sono ugualmente validi perché studiati per proteggere un'epidermide ancora priva di adeguate difese. Se poi la pelle presenta anche problemi di couperose, allora applicate una crema antirossori prima del solare».

Per praticità a volte si usa lo stesso prodotto per viso e corpo: è sbagliato? «Sì, se si usa un prodotto per il corpo sul viso: i solari per il volto hanno infatti texture diverse e in alcuni casi contengono sostanze antietà, e poi vanno scelti in base al proprio tipo di pelle. Al contrario si può applicare una crema per il viso sul corpo. Per risolvere il problema esistono prodotti 2 in 1, che alleggeriscono anche il beauty case».

Se si suda la crema di solito non si spalma bene: che fare? «Succede anche dopo un bagno; in tal caso prima di applicare i solari asciugatevi bene con un telo».

Come regolarsi per le zone delicate? «Devono essere protette anche quando il cielo è coperto, specialmente orecchie, naso, fronte e attaccatura dei capelli. I raggi UvA e gli infrarossi infatti penetrano attraverso le nuvole».

Come deve comportarsi chi soffre di eritemi? «Consiglio di assumere integratori con sostanze fotoprotettive: riducono la sensibilità ai raggi ultravioletti, contrastano i radicali liberi e proteggono il sistema immunitario cutaneo».

E per gli occhi? «Proteggeteli con integratori a base di luteina e indossate occhiali scuri con lenti omologate in grado di filtrare i raggi UvA e UvB e sulla zona perioculare applicate una crema specifica: i raggi colpiscono il contorno occhi anche attraverso le lenti».

Cosa succede vaporizzandosi l'acqua termale sul corpo? «L'acqua termale annulla i filtri della crema protettiva, inoltre le goccioline attirano maggiormente le radiazioni e così aumenta il rischio di scottature», conclude la Bucci.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/amico-sole-come-prenderlo-per-il-verso-giusto$$$Amico sole: come prenderlo per il verso giusto
Mi Piace
Tweet