Avviso ai naviganti: usate lo scrub 

Anche per gli uomini questo cosmetico è utile. La loro pelle è più forte e spessa, e quindi è facile che si formino peli incarniti. Una leggera esfoliazione, poi, stimola la produzione di collagene ed elastina: da inserire nella beauty routine una volta la settimana.

di Filippo Bellini  - 24 Giugno 2008

Può sembrare strano, ma pulire il volto con un detergente, anche se specifico, a volte non basta. Soprattutto se si tratta del viso dell'uomo. «La pelle maschile, infatti, è soggetta a un ispessimento cutaneo maggiore rispetto quella femminile», dice Mario Mariotti, medico chirurgo. «Questo meccanismo, nella sua forma più blanda e non patologica, inibisce il rinnovamento dell'epidermide, accelerandone l'invecchiamento».

Ci vorrebbe quindi uno scrub, in un certo senso è previsto quotidianamente nella beauty routine maschile: con la rasatura. Che infatti, anche se può creare lievi irritazioni e taglietti, è anche il primo e (per molti) quotidiano approccio all'esfoliazione della pelle, unica operazione adatta a ridurne lo spessore.

Ma non basta. «Il turnover cellulare deve essere favorito non solo nell'area interessata dal passaggio della lametta, ma sull'intero volto, contorno occhi sempre escluso», avverte l'esperto. «Ideali i trattamenti pre-barba come gli scrub, che non solo evitano la ricrescita di peli incarniti, ma agiscono come booster per la sintesi di collagene ed elastina.

L'importante è non eccedere con l'uso di questi prodotti», conclude Mariotti. «È sufficiente lavarsi la faccia con i gommage una volta ogni sette-dieci giorni per evitare l'effetto rebound, cioè una super-produzione di sebo che renderebbe la pelle untuosa».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/viso-e-corpo/avviso-ai-naviganti-usate-lo-scrub$$$Avviso ai naviganti: usate lo scrub
Mi Piace
Tweet