Beatrice Borromeo: quando la gravidanza rende ancora più belle

Credits: Getty Images
/5

La contessina dalla bellezza aristocratica, dal fisico slanciato ed elegante e dalla lunga chioma bionda, sta per diventare madre la seconda volta. E il suo stile bocconiano-bohémien fa tendenza

Il Palais Princier del Principato di Monaco diventerà a breve una vera e propria una nursery. Beatrice Borromeo Arese Taverna in Casiraghi (questo il suo nome, o meglio, cognome completo), classe 1985 nata a San Candido il 18 agosto, è (di nuovo) incinta. E pare non abbia intenzione di fermarsi: l'ex modella, giornalista e conduttrice televisiva figlia di Carlo Ferdinando Borromeo e di Paola Marzotto, è talmente felice a Palazzo e il matrimonio con Pierre va così bene che di certo non si fermeranno a due figli. Anche perché, ammettiamolo, la gravidanza le fa proprio bene: sembra che lo charme e l’eleganza naturali, mai forzati, che amiamo tanto definire shabby chic, vengano sprigionati a dismisura dalla bella contessina nel corso dell'attesa. Eppure è passato poco tempo dal primo 'pancione'.

Il primo figlio

Per la giornalista infatti si tratta del secondo figlio dopo il primogenito Stefano Ercole Carlo nato il 28 febbraio 2017 (certo non potevano limitarsi a un solo nome vista l'elevatura sociale). Il primo figlio della coppia Borromeo-Casiraghi porta un nome che omaggia la storia delle due blasonate famiglie: Stefano era il nome del papà di Pierre, scomparso nel 1990 in un incidente nautico; Ercole Grimaldi, invece, era un membro della casata vissuto tra il '500 e il '600 e Carlo è da sempre un nome molto presente nella famiglia di Beatrice, tanto che anche il padre e il fratello si chiamano in questo modo. Insomma tutto secondo copione. Forse un po' rigido. Ma a noi Beatrice sembra tutto fuorché 'impostata' da quella rigida etichetta di corte tanto amata dall'aristocrazia e ancor più da chi non ne fa parte.

Gli studi e la Tv

La bellezza di Beatrice si è fatta subito notare tanto che già a 15 anni molte delle più grandi agenzie di moda incominciano a 'farle la corte' e così mamma Paola e nonna Marta la affidano alle cure dell'amico Piero Piazzi: è così che inizia a sfilare per Chanel, Valentino, Trussardi, Alberta Ferretti ed Ermanno Scervino.
Ma la contessina Borromeo ha le idee chiare e non ha nessuna intenzione di mollare gli studi: continua a frequentare il liceo classico Berchet di Milano, si laurea in Scienze giuridiche alla Bocconi e poi parte per New York alla volta della Columbia University, dove frequenta un master in giornalismo e politica internazionale. Niente male per una che ha già tutte le strade spianate.

Dopo la parentesi televisiva con Michele Santoro, collabora con Il Fatto Quotidiano e firma diversi documentari, come Lady 'Ndrangheta, sulle donne della legate ai boss della mafia calabrese e Bambini Mai, sui ragazzini di Caivano, un quartiere ghetto di Napoli. Senza contare il libro-inchiesta su Vittorio Emanuele e il delitto di Dirk Hamer.

  • 1 14
    Credits: Getty Images
  • 2 14
    Credits: Getty Images
  • 3 14
    Credits: Getty Images
  • 4 14
    Credits: Getty Images
  • 5 14
    Credits: Getty Images
  • 6 14
    Credits: Getty Images
  • 7 14
    Credits: Getty Images
  • 8 14
    Credits: Getty Images
  • 9 14
    Credits: Getty Images
  • 10 14
    Credits: Getty Images
  • 11 14
    Credits: Getty Images
  • 12 14
    Credits: Getty Images
  • 13 14
    Credits: Getty Images
  • 14 14
    Credits: Getty Images

Una bellezza aristocratica

Il fisico esile e slanciato (è alta 1,75), il corpo tonico e la silhouette elegante e aristocratica hanno fatto sì che, appena adolescente, la bella Borromeo solcasse importanti passerelle dell'alta moda, conquistando il suo biglietto d'ingresso nel mondo patinato e glam che in cui ha conosciuto anche il bel Pier. Beatrice è sì una ragazza decisamente sofisticata ma anche contemporanea: ha da sempre uno stile semplice, essenziale ma raffinato e, Festival di Cannes e Balli della rosa a parte, è facile vederla in jeans, camicia e mocassini, la sua 'divisa' preferita per tutti i giorni.

Ma per il suo matrimonio con Pierre Casiraghi nel 2015 (il 25 luglio a Monaco e il 1 agosto sull'isola di San Giovanni sul Lago Maggiore), Beatrice Borromeo ha fatto sognare tutti con ben quattro cambi d'abito: look impeccabili, acconciature eleganti, vestiti da favola e un leggero make up a risaltare il sorriso dolce e gli occhi luminosi hanno davvero conquistato tutti, non solo gli amanti del gossip.

Per la cerimonia civile Beatrice ha scelto un'acconciatura romantica: capelli sciolti sulle spalle e incorniciati da una coroncina di fiori color lavanda ad accompagnare lo stile bucolico-bohéme del vestito, un leggerissimo Valentino Haute Couture in chiffon di seta. La cerimonia religiosa e il party a seguire, esattamente come quello della sera le nozze, hanno invece visto protagonisti tre strepitosi abiti candidi di Giorgio Armani e Blumarine, importanti chignon e boccoli ed eleganti acconciature d'altri tempi, fra tradizione e tendenza.

Il nude look di Beatrice

Il make-up del momento, il nude look, Beatrice lo ama da ancor prima che diventasse fashion. Per lei, che non ama truccarsi nel tempo libero, è un passepartout per le occasioni più importanti: il suo 'signature' prevede polveri rosate, cipria oppure beige e ambra, sempre in varianti pastellate e delicate, esattamente come i blush pescati e le labbra naturalmente albicocca. Tranne per i red carpet dove la bocca si tinge di rosso o di sfumature aranciate e corallo oppure ciliegia.
Non esagera mai Beatrice, se non attraverso punti luce shimmer e sottili linee di eyeliner a marcare lo sguardo.

Lunghi capelli biondi

Oltre a un trucco quasi inesistente, anche i capelli biondi della contessa sono poco costruiti, sempre sciolti o legati in ponytail dal sapore sporty, legati in trecce, ma ancor più in chignon ordinati o messy e arruffati con la concessione di qualche piccolo e sfuggente boccolo: nulla di eccessivo ma che regala un twist frizzante al suo immancabile stile bon ton.

Scelti per te