Cadono? Non perdere la testa 

A provocare l'alopecia femminile è spesso
lo stress da cambiamento. Che va affrontato con lo psicologo. E, magari, con un fiore

di Laura D'Orsi  - 15 Settembre 2005

Anche i capelli seguono i ritmi e gli eventi della nostra vita. «E risentono del nostro stato di salute psicologica» dice il professor Roberto Bassi, presidente della Società Italiana di Dermatologia Psicosomatica (tel. 0415206815). «Un discorso che riguarda soprattutto le donne. Perché, per loro, è proprio lo stress la causa più comune della caduta». In situazioni di forte tensione, infatti, l'organismo aumenta la produzione di due ormoni, l'adrenalina e la noradrenalina, che alterano l'attività del follicolo pilifero e provocano la caduta dei capelli.

«Persino un'influenza con febbre alta rappresenta uno stress» continua Bassi. «E può fare entrare i capelli nella "fase di riposo", nella quale non crescono nuovi capelli, mentre quelli vecchi continuano a cadere». Non sempre, però, le cause dello stress sono così evidenti. «Spesso ci sono ragioni più profonde che portano a questo fenomeno» dice Katia Vignoli, psicoterapeuta dell'Istituto Riza. «Dal punto di vista psicosomatico, i capelli rappresentano i pensieri, ciò che "esce" dalla nostra testa.

Quando si staccano, significa che c'è qualcosa o qualcuno da cui facciamo fatica a separarci. Non a caso, la caduta dei capelli può avvenire in seguito a un grosso cambiamento». Un'altra situazione tipica è quella delle donne molto mascolinizzate che, per esempio, nel lavoro occupano posti di responsabilità solitamente riservati agli uomini. «I loro capelli spesso sono fragili, spenti, come se parlassero di una femminilità repressa» aggiunge Vignoli. In ogni caso, per una donna, perdere i capelli significa ricevere una ferita al suo potere seduttivo, sentirsi derubata del suo fascino. Cosa fare allora? «Se non ci sono cause fisiche, di competenza del dermatologo, si può consultare uno psicoterapeuta, per analizzare i motivi profondi del problema» consiglia la specialista.

«Intanto, ci si può aiutare lasciando fluire i pensieri e usando la fantasia. Questo permette di affrontare i cambiamenti con serenità. Un altro consiglio che do alle mie pazienti è quello di curare una pianta. I capelli sono un po' la nostra vegetazione. E vedere una pianta fiorire mette in atto un processo positivo che si riflette anche su di loro, facendoli ricrescere più folti».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/cadono-non-perdere-la-testa$$$Cadono? Non perdere la testa
Mi Piace
Tweet