Bella pelle a 50 anni? Non è un sogno 

...e non sempre occorre l'intervento del medico estetico. Basta seguire una beauty routine mirata e dedicare al proprio stile di vita qualche attenzione in più

di Alessandra Montelli

A partire dai 50 anni l'idratazione della pelle diminuisce, il turnover epidermico rallenta, si accumulano gli strati superficiali di cellule morte ricche di cheratina che conferiscono una tonalità più opaca e spenta all'incarnato. Quando si entra in menopausa, inoltre, a causa delle modificazioni ormonali, le cellule del derma perdono volume e di conseguenza il viso comincia a cedere verso il basso e ad avere contorni meno definiti.

A complicare il quadro ci si mette la ridotta capacità della pelle di autorigenerarsi, che comporta una maggiore "lentezza" nel riparare i danni causati da sole e stress ossidativi (gli scarti metabolici originati dalla formazione di cellule nuove).

Non solo rughe, dunque, preoccupano le cinquantenni, ma anche macchie, perdita di tono, cedimenti cutanei e pelle stanca e ingrigita. Per fortuna le soluzioni ci sono, e non sempre riguardano la sosta dal chirurgo plastico.

La beauty routine corretta a 50 anni

Si comincia dalla detersione quotidiana che a 50 anni deve essere effettuata con detergenti delicati, meglio se cremosi poiché la pelle si assottiglia e diventa più secca. Bandite le soluzioni schiumogene o i tonici alcolici che asciugano troppo il sebo. Se il latte detergente dovesse non piacere, si può ricorrere all'acqua micellare che strucca perfettamente in un gesto, lasciando la pelle morbida.

Preferisci sciacquarti con acqua di rubinetto? Ricorri a nuovi balsami struccanti "olio in acqua" che neutralizzando il calcare, non inaridiscono troppo la pelle.

Skincare: non solo creme idratanti

In questa decade la pelle ha bisogno di cure extra, che nella pratica si traducono in siero + crema da giorno / notte e trattamenti specifici in fiale da applicare quando ci si vede più stanche e affaticate.

Quale crema anti-età? Le più efficaci contro l'invecchiamento contengono retinolo o Vitamina A e i suoi derivati, le Vitamine C ed E, gli amminoacidi, gli acidi della frutta, l'acido ialuronico e altri zuccheri, tutti gli estratti botanici antiossidanti e antiradicali liberi, i peptidi e i biopeptidi che dialogano con le cellule.

Come capire la crema giusta per sé? «Una prova è la sensazione che avvertiamo quando la sera o la mattina ci laviamo il viso: se avvertiamo che la pelle tira e chiede subito di essere idratata, vuol dire che in quel periodo stiamo applicando una crema inadeguata per noi, e che quindi abbiamo bisogno di maggiore nutrimento» - dice la dermatologa Maria Rosa Gaviglio. Ma attenzione: ciò non vuol dire che in questo caso la crema giusta debba essere "grassa", ma solo che debba contenere nutrienti più adatti alle nostre esigenze. Il suggerimento è controllare l'etichetta o lasciarsi consigliare in profumeria o farmacia.

Contorno occhi e labbra

La zona attorno agli occhi merita attenzioni particolari perché è lì che si intensificano le rughette: si possono attenuare con cosmetici all'acido retinoico o altri derivati del retinolo.

Poiché i muscoli attorno alla bocca sono costantemente sollecitati, sul contorno labbra si formano rughe perpendicolari ad esso. Il primo suggerimento è non fumare o smettere di farlo, dato che il gesto stesso di tenere la sigaretta in bocca accelera la formazione di solchi e linee di espressione. Cosa fare? Nutrire la bocca e il contorno ogni giorno con balsami ricchi di oli emollienti e riparatori e Vitamina E. Se le labbra sono molto screpolate, ogni tanto puoi fare un gommage delicato con quello che usi per il viso.

Protezione solare: un obbligo, non un optional

Non deve essere riservata solo all'estate e in vacanza, ma anche in inverno e in città. Al di fuori dei mesi estivi, il filtro solare adeguato non deve scendere sotto l'SPF 20: se la crema ne è privo, sappi che la maggior parte dei fondotinta è arricchita dalla protezione contro i raggi solari.

Un mese prima di esporti al sole, integra l'alimentazione con supplementi a base di vitamine, betacarotene e probiotici per rafforzare le difese cutanee.

Cure extra a 50 anni

Spesso si sottovaluta l'efficacia delle maschere periodiche, da usare cioè almeno una volta alla settimana. Rispetto a creme e sieri, sono più ricche di principi attivi e agiscono rapidamente infondendo alla pelle i nutrienti di cui ha bisogno. Se si prende l'abitudine costante di applicare sul viso una maschera idratante o nutriente, i risultati non tarderanno ad arrivare. Luminosità, morbidezza e levigatezza sono le principali promesse che la pelle vedrà esaudite.

I consigli in più

Al di là della beauty routine, una bella pelle si conquista (anche) mantenendo uno stile di vita sano, il che non vuol dire "morigerato", ma senz'altro: limitare l'alcol, evitare il fumo e curare eventuali problemi di insonnia.
Mangia di tutto, soprattutto cibi che contengono acidi grassi Omega3 che favoriscono la produzione di collagene, la fibra che sostiene il derma, aiutandolo a mantenerlo elastico.

Da non sottovalutare, inoltre, il ruolo delle passioni - di qualsiasi natura - che danno sprint alla vita e della voglia di aggiornarsi continuamente. Sarà banale, ma è proprio lo spirito giovanile che contribuisce a rendere bella la pelle.
E se tutto ciò non dovesse bastare, si può sempre ricorrere ai filler di acido ialuronico che spianino le rughe, ma senza che la faccia diventi...di gomma!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/come-avere-bella-pelle-50-anni$$$Bella pelle a 50 anni? Non è un sogno
Mi Piace
Tweet