Come le donne dei Tropici 

Ti piacerebbe creare un angolo di benessere esotico proprio nella tua casa? Procurati golosi frutti di mango e avocado, un cocco fresco e delicati fiori di loto. Poi leggi qui e scopri le ricette segrete che vengono dai Paesi dove c'è sempre il sole

di Maddalena Fossati  - 05 Maggio 2005

C'è chi ritorna da una vacanza ai Tropici con un sacchetto di sabbia bianchissima, un seme esotico o una conchiglia. Noi abbiamo un'idea diversa da suggerire. Portare con sé la sensazione di benessere e i segreti di bellezza di quei luoghi, e goderseli tutto l'anno. Non è difficile: basta organizzare una piccola beauty-spa tropicale con trattamenti a base di frutta dolce del Caribe, fiori del lontano Oriente oppure con le piante del Pacifico. «Realizzare una dimensione di sogno fra le pareti domestiche aiuta a sopportare i conflitti interiori e i malesseri generati dalla nostra routine quotidiana. E a creare un'atmosfera di positività nella nostra casa» spiega Francesca Romana Puggelli, psicologa a Milano. E poi, tra massaggi al cocco e impacchi di avocado, la pelle diventa più morbida, tonica e giovane. Ecco le ricette da provare.

Via le ruvidità con il cocco

A Mauritius, l'isola dell'oceano Indiano, lo scrub del corpo si fa con il cocco fresco. «Si usa solo la parte bianca, quella morbida, tagliata a scaglie o passata nel tritatutto» spiega Jennifer Hassena, estetista sull'isola. «Prima si bagna la pelle con acqua tiepida, poi si massaggia il corpo con una manciata di cocco. La polpa tenderà a disperdersi, quindi è bene prepararne in abbondanza». Esegui dei movimenti circolari senza premere forte e, una volta frizionato tutto il corpo (evita solo la zona del seno), sciacqua con acqua tiepida. Quando sei asciutta, prendi il guscio della noce di cocco (che gratta un po') e leviga le zone più ruvide. Passalo su gomiti e ginocchia tenendo la mano leggera, sui talloni sfregando con più vigore.

Bagno di giovinezza con l'avocado

Le donne messicane considerano l'avocado miracoloso. Non solo perché è ottimo per preparare la guacamole (la crema con cipolle e pomodori che si spalma sulle tortilla), ma perché il frutto è una miniera di vitamine e antiossidanti. Prendine uno maturo e schiaccialo con una forchetta fino a quando diventa una crema. A questo punto, spalmalo sul viso, evitando il contorno degli occhi e la bocca. «Per aumentare il relax, si versa una goccia di olio alla lavanda sul palmo di una mano e, dopo averla strofinata contro l'altra, si tengono vicine al viso inspirando profondamente» suggerisce Maria Teresa Lucheroni, dermatologa e aromaterapeuta a Milano. Dopo 10 minuti, sciacqua abbondantemente. Ripeti la maschera tutte le settimane o quando vedi la pelle spenta.

Corpo tonico con il mango

Per rinfrescarsi, le ragazze hawaiane bevono spesso un frullato fatto con mango e yogurt. La stessa miscela (buonissima) è un cosmetico naturale idratante che aiuta a tonificare la superficie cutanea. Sminuzza tre manghi fino a quando diventano una crema e mescolali con due yogurt interi. Bagna la pelle sotto la doccia tiepida e poi massaggiati con questo mix. Prendine una manciata e strofina avanti e indietro prima le braccia, poi le gambe, quindi le spalle e il busto. Sciacquati, avvolgiti in un pareo leggero, distenditi e appoggia i piedi su un cuscino ricoperto da una spugna ruvida. Muovi le gambe avanti e indietro, in modo da frizionare le piante dei piedi. «Il movimento stimola il sistema nervoso, rilassa il corpo e favorisce la circolazione del sangue» spiega Frider Lombard, esperta di terapie del benessere a Papeete. Continua per cinque minuti: se lo ripeti una volta alla settimana, andrai in spiaggia con la pelle più tonica.

Viso luminoso con i fiori di loto

Sull'isola di Okinawa, le ragazze giapponesi usano i fiori di loto per dare tono al viso. Prima applicano una lozione aromatizzata ai fiori e dopo picchiettano con qualche goccia di sakè, il liquore a base di riso fermentato. Per copiare il loro trattamento, struccati bene con latte detergente e tonico, poi sciacqua con acqua tiepida. Quindi sfiora la pelle con olio al fiore di loto (evitando il contorno occhi): una goccia per guancia, una sulla fronte e una sul mento. Infine, appoggia sul volto una garza imbevuta d'acqua tiepida e quattro gocce di ylang ylang. «I due fiori migliorano il colorito dell'epidermide perché stimolano la circolazione del sangue» spiega la dottoressa Lucheroni.

Pelle di seta con l'olio di monoï

Il segreto della pelle vellutata delle giovani polinesiane? L'olio di monoï, ricavato dalla macerazione dei fiori di tiarè, gelsomino e santal, che applicano quasi tutti i giorni. «La tradizione del massaggio con questo composto è molto antica» spiega Frider Lombard. «Se ne usa poco e si distribuisce sul corpo premendo con energia e facendo movimenti prolungati e ritmici». Scalda leggermente l'olio (se è freddo si solidifica) e mettine un po' sul palmo delle mani. Poi inizia il massaggio dai polsi salendo verso le spalle e il décolleté, quindi dalle caviglie alle cosce fino alla pancia. Rilassati distesa per cinque minuti, fai una doccia tiepida e ripeti l'applicazione con meno prodotto.

Mani perfette con zucchero di canna

Se vuoi una manicure perfetta, prova questa ricetta che viene dai Caraibi. Si chiama mojito, come il cocktail, perché è un mix di zucchero di canna e lime (ma senza rum). «Il primo serve per realizzare un leggero scrub sul dorso della mano e sulle dita, mentre il secondo per pulire le unghie e rinforzarle» spiega Ana Rodriguez, titolare di un centro estetico a  Santo Domingo. Unisci due cucchiai di zucchero di canna a una manciata di crema idratante tiepida (si scalda un attimo a bagnomaria). Massaggia entrambe le mani con il composto, poi sciacqua alternando acqua fredda ad altra tiepida, per stimolare la circolazione. Taglia in due il lime (in mancanza va bene anche il limone) e strofina delicatamente le unghie una alla volta. Sciacqua ancora e metti una goccia di olio di cocco per mano, infine applica lo smalto trasparente. Avvicina le mani al viso. Non profumano di vacanza?

Donna Moderna consiglia
Quando prepari un composto

con frutta tropicale, testalo su una piccola porzione di pelle. Lo consigliano i dermatologi perché gli ingredienti che vengono da lontano non sempre sono accettati dal corpo.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/come-le-donne-dei-tropici$$$Come le donne dei Tropici
Mi Piace
Tweet