Come scegliere un profumo? Segui il tuo odore naturale 

Il criterio unico da seguire è il proprio odore naturale. E 'sentire' istintivamente la fragranza che esalta il nostro odore della pelle. Banale? Adesso arriva l'evidenza scientifica

 - 27 Gennaio 2012
Credits: 

Photoshot

 

Siete da sempre convinti che la scelta di profumo dipenda dal gusto personale? Vi sbagliate!
A smentire questa diffusa (e legittima) convinzione sono i ricercatori della Charles University di Praga, guidati da Jan Havlicek (esperto di profumi), secondo i quali è l’odore personale ad orientarci nella scelta di una fragranza piuttosto che di un’altra.

Proprio perché non è un fatto di gusto olfattivo, ma di odore personale, acquistare a scatola chiusa un profumo per un’altra persona si rivela una scelta, che quasi mai si indovina.

Per se stessi, invece, è facile centrare la scelta del profumo giusto, che esalterebbe il proprio odore personale. E questa non è una credenza popolare, ma è una dimostrazione che finalmente ottiene il vaglio scientifico.

Il ‘naso’ Havlicek ha dichiarato infatti al Daily Mail che il profumo indovinato, cioè quello che sta bene sulla nostra pelle, non maschera il proprio odore personale, ma lo valorizza grazie ad un’alchimia di aromi che si fonde perfettamente con quello naturale. La dichiarazione non arriva a caso, ma in seguito agli studi condotti dagli scienziati dell'Università di Praga.

L'unico criterio valido per scegliere un profumo è quindi seguire il proprio olfatto e sentire il proprio ‘aroma naturale’, piuttosto che ascoltare i pareri degli altri.
Il legame tra l'olfatto e il cervello non è una novità. L'aromacology già all'inizio degli anni '80 aveva cominciato a studiare gli effetti delle fragranze sull'organismo, delle risposte del corpo e della mente alle stimolazioni olfattive, sia per quanto riguarda le variazioni ormonali, sia la frequenza cardiaca.

Il cervello riesce a decodificare circa 10.000 odori diversi. Non una cifra da poco. Tutti questi odori raggiungono il sistema limbico, la zona del cervello che insieme all'ipotalamo regola la sfera emotiva. In questo modo agiscono sul sistema nervoso in modo subliminale. Ecco la spiegazione scientifica secondo la quale gli odori del corpo sono molto importanti per comunicare, soprattutto a livello sessuale.

E’ stato studiato in test di psicologia sperimentale che profumarsi aumenta molto la sicurezza di sé e la disinvoltura, soprattutto nei confronti dell’altro sesso. Questo è tanto più vero – a dispetto di quanto si crederebbe – per il sesso maschile. Le donne – conclude l’esperimento dello psicologo inglese Craig Roberts – sarebbero più avvezze all’uso dei profumi per ragioni storico-culturali.

Il profumo come arma di seduzione, quindi. Ma occhio a non esagerare: un’ottima fragranza, se spruzzata in quantità eccessive, può risultare addirittura sgradevole. Però l’abitudine di cospargersi di fiale di profumo resta. Come mai? Se lo è chiesto Yehuda Shoenfeld, medico e specializzato nello studio delle malattie autoimmuni allo Sheba Medical Center di Tel Aviv, che ha scoperto che le donne depresse perdono parzialmente il senso dell'olfatto e questo le porta ad eccedere con gli spruzzi di profumo.

Ma la nostra domanda è: saranno tutte delle depresse mascherate le donne iper-profumate, profumate al punto da lasciare la scia che può procurare nausea? Nel dubbio, meglio attenersi alle 'regole' di buon senso suggerite dagli esperti.

(Fonte: Ansa)

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/come-scegliere-un-profumo$$$Come scegliere un profumo? Segui il tuo odore naturale
Mi Piace
Tweet