Addio brufoli, e senza cicatrici! 

Schiacciarli bene è il primo gesto per evitare che lascino il ricordo. Segui la nostra guida a prova di pelle senza segni

Credits: 

Shutterstock

 

Che tentazione avvicinarsi allo specchio, fissare quel brufolo impostore e ...ZAC (!) schiacciarlo senza pietà, come se si dovesse estirpare un'erbaccia dal terreno del nostro giardino. Un gesto quasi catartico che vien voglia di compiere ovunque, persino in ascensore e qualunque siano le condizioni delle nostre mani (sporche, con unghie lunghe o affilate ecc.).

Peccato che in realtà la pelle non è così "neutra" come il terreno di un giardino: se la maltratti "disturbando" senza criterio brufoli e imperfezioni, risponde con antiestetiche cicatrici, che possono trasformarsi anche in macchie se ci si espone al sole subito dopo la spremitura.

Ecco che, a qualsiasi età, urge una ripetizione di come schiacciarsi i brufoli per evitare di rovinarsi la faccia, che tradotto in pratica vuol dire: evitare che restino segni rossi o marroncini, "avallamenti" di pelle, si formino ancora più brufoli, si allunghi la vita di un piccolo brufolo è così via.

REGOLA NUMERO UNO

Schiacciare solo i brufoli che abbiano punte gialle: ciò vuol dire che nella cavità del brufolo si è formato il pus, ovvero una sorta di residuo di dell'infiammazione che può (e deve) essere eliminato. Se invece schiacci brufoli rossi o "non ancora maturi", il rischio di procurarti cicatrici è molto elevato. Per lo stesso motivo, trattieniti dallo schiacciare punti neri invisibili, cioè che vedi solo tu a distanza di 1 cm dallo specchio.

L'IGIENE, INNANZITUTTO

Appresa la regola fondamentale, per prima cosa lavati le mani con acqua calda e sapone antibatterico, asciugale e passa all'operazione brufolo vera e propria. Disinfetta il brufolo e la zona intorno ad essa con un batuffolo imbevuto in un tonico alcolico o, in mancanza di ciò, un disinfettante per ferite (va benissimo anche quello analcolico che non brucia). In questo modo eviterai di infettare la zona dopo l'eventuale fuoriuscita del pus, e diminuirai le probabilità di procurarti altri brufoli.

I PASSI DECISIVI

Avvolgi le dita ad un fazzolettino di carta (oppure ad una garza sterile se ce l'hai in casa), d'ora in poi toccherai il brufolo solo con tali precauzioni igieniche. A questo punto cerca di evitare di gesto che tanto ci calma il nervosismo, cioè premere le 2 dita sotto il brufolo come se dovessi espellere della lava da un vulcano: lo sappiamo che la tentazione di fare così è molta, ma rischieresti di ferirti e, lo ripetiamo sino all'ossessione, procurarti cicatrici.

Il movimento corretto è quello di spingere la pelle, in particolare la punta del brufolo, verso un lato. In questo modo, la punta sarà facilitata a rompersi e quindi a buttare fuori il pus. Se sotto le dita noti un durone, vuol dire che il brufolo deve ancora maturare per bene: la battaglia sotterranea tra i batteri responsabili dell'acne, deve ancora concludersi e quindi deve formarsi dell'altro pus, che non è altro che l'esito di questa lotta, composta "metaforicamente" da cadaveri di batteri, cellule morte e altri residui.

PIANO PIANO, CON DELICATEZZA
I brufoli non amano le maniere forti, e se insisti nello schiacciare si vendicano con cicatrici anche permanenti. Sei avvisato, dunque, non premere se non c'è pus, anche se a te sembra ci sia qualcosa da "spurgare"! Se hai seguito i passi sino qui, non dovresti aver causato la fuoriuscita di sangue (se lo hai fatto vuol dire che hai spinto troppo) e ovviamente nemmeno del suo liquido sieroso.

IL CONSIGLIO IN PIU'

Per aprire la punta del brufolo e permettere la fuoriuscita del pus più agilmente, puoi aiutarti con un ago sterile: lascialo riscaldare alla fiamma del gas per qualche secondo. Si tratta di un'operazione, tuttavia, per mani esperte che consigliamo a chi ha un minimo di dimestichezza con aghi e altri attrezzi.

L'alternativa alle dita può essere rappresentata dal filo interdentale, con cui spingere la punta del brufolo verso un lato. In questo modo, il brufolo "scoppierà" dolcemente senza lasciarti segni o cicatrici.

TERMINA CON
...un'altra operazione igienica: prendi un altro batuffolo di cotone (non va bene quello utilizzato in precedenza) e applica nuovamente del tonico alcolico oppure un disinfettante per ferite.

Con questa guida siamo certi che i brufoli non lasceranno alcun ricordo sulla tua pelle. E se fioriscono un po' troppo e un po' troppo spesso, meglio ricorrere al dermatologo.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/come-schiacciare-brufoli$$$Addio brufoli, e senza cicatrici!
Mi Piace
Tweet