6 cose che cambiano dopo i 30 anni

Credits: Shutterstock
/5

I 30 anni sono un’età bellissima, ma si sa, i cambiamenti possono essere destabilizzanti. Affrontali con un’arma infallibile…l’ironia!

I 30 anni, come i 40 e i 50 del resto, sono quello che si definisce un primo “giro di boa” della propria vita. Sarà anche per via delle “scadenze” che a partire dai 30 anni si presentano alla porta, come trovare un compagno definitivo, fare dei figli, aver trovato un buon lavoro. Cose che si vivono un po’ come delle tappe prestabilite da raggiungere obbligatoriamente, perché le amiche e colleghe sono magari già tutte “sistemate”! Quante volte hai sentito dire che fino ai 30 è tutta una salita e dopo i 30 è tutta una discesa? 
Se li hai già passati potrai concordare con noi, se invece li stai approcciando, puoi prepararti mentalmente alle 6 cose che cambieranno una volta compiuti gli “enta”.

Incarnato

A 20 se anche te lo dimentichi il fondotinta non succede nulla, anzi probabilmente non ne hai proprio bisogno! Dopo i 30 invece è meglio non dimenticarselo. Occhiaie più evidenti, qualche piccola increspatura nel contorno occhi, una macchiolina qua e là, colorito più spento dopo una nottata insonne e inestetismi vari…se non ti vuoi spingere fino al fondotinta puoi provare una BB cream che ti aiuterà a omogeneizzare la pelle. Sappi che reparti di cosmetici al supermercato e profumerie sono i luoghi che frequenterai di più a caccia della crema più performante che arresti la formazione di quelle strane e fastidiose rughe che fino a qualche mese fa non avevi! (Certo c’è qualche ruga in più, ma vuoi mettere con la conquista di uno sguardo consapevole e ammaliante?).

Il giro vita (o le culotte de cheval)

Dove accumuli tu i chiletti in più? Pancia o fianchi? Sappi che dopo i 30 anni diventano più “resistenti” per via di un metabolismo che rallenta un po’ e di una vita magari più sedentaria dovuta ad un lavoro stabile d’ufficio. Ahimè i grandi quantitativi di cibo che si ingerivano a 20 senza metter su un etto, a 30 te li devi scordare! E non azzardarti ad utilizzare più gli ascensori…qualche scala al giorno può contribuire a rassodare delle cosce, quindi falle con tutta la convinzione e la grinta che hai! (C’è qualche chilo in più ok, ma vuoi mettere con la conquista di un corpo al massimo della sua femminilità?).

Quando ti chiamano “Signora”

Mettiamo in chiaro una cosa, per un giovane ventenne tutto ciò che è oltre i 25 anni è “vecchio”. Non fanno nemmeno più distinzione tra 30, 40, 50 anni…per loro sei una qualunque “signora”, che tu nasconda le primissime rughe sotto a occhiali da diva o che tu abbia appena fatto un lifting. E mentre tu stai lottando con le unghie e con i denti per mantenere ogni possibile parvenza di gioventù nella tua immagine, prima o poi quel “buongiorno signora!” arriva. E non puoi nemmeno arrabbiarti, perché quel giovane e sprovveduto cameriere sta solo cercando di essere gentile e rispettoso nei tuoi confronti! Ma fa male, caspita se fa male! La buona notizia è che da qui fino a che ti chiederanno se vuoi sederti al loro posto in autobus passeranno almeno altri 30 anni!

I capelli bianchi

Quando vedi il primo è uno shock, non c’è santo che tenga! La buona notizia è che se il primo capello bianco lo intercetti per prima e lo strappi, nessuno sa! Certo, poi devi essere costante nei controlli e ad un certo punto non li potrai strappare tutti, ma li dovrai tingere! Poco male se si considera che i “granny hair” (capelli bianchi, o grigio/bianchi) sono di grande tendenza ultimamente, quindi se ne hai tanti potrebbe essere una soluzione molto stilosa, purché curati in ogni minima sfumatura e sostenuti da un taglio sbarazzino e grintoso.

Smagliature & co.

Succede che un giorno, in spiaggia, mentre sfoggi il tuo bikini nuovo sotto la luce del sole radente, ti accorgi di cose che prima non avevi: smagliature, capillari in evidenza, macchie solari, pelle disomogenea e un incremento di cellulite. Cioè la “geografia” della pelle del tuo corpo a 30 anni passa da un vellutato e dorato deserto del Sahara dei 20 ad un paesaggio vulcanico tipo il pianeta Marte! Tranquilla, è normale. Come la pelle del viso anche quella del corpo richiede cure extra e protezione solare totale per mantenere una parvenza di compattezza ed omogeneità, oltre ad un rincaro di attività fisica! (Del resto, si sa: l’abbronzatura è totalmente sorpassata e velarsi dietro ad uno chemisier in chiffon è un tocco di classe che solo a 30 anni si può capire!)

Stile di vita

Hai presente quando a 20 anni torni alle 4 del mattino dalla discoteca, sei sveglia e pimpante alle 8, e tutta una giornata davanti per le lezioni in università, la palestra, l’aperitivo con le amiche, e un’altra decina di attività a caso? Ecco dopo i 30 anni no, questo non succede più! Devi selezionare perché il corpo e la mente non reggono le stesse maratone di prima, e anche perché non puoi accasciarti sulla scrivania in ufficio dopo una nottata alcolica! L’energia e la resistenza si attenuano, e se a 20 era un weekend a Ibiza, a 30 è un weekend in Spa; se a 20 era una nottata in discoteca a 30 diventa una serata a casa di amici… tutto sommato non è così male se ci pensi, perché ti eviti il grande dilemma di ogni ragazza 20enne sulla faccia della terra, ovvero “Cosa mi metto stasera per andare in discoteca?!”.

Ora non disperare, e ricorda che a 30 anni hai un'arma di seduzione infallibile: l'autoironia!

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te