Cosmetici biologici: norme per la certificazione 

A mettere ordine nella giungla dei cosmetici bioloogici, naturali ed eco-bio, arriva la Certificazione ICEA. Per soddisfare le aspettattive dei consumatori, e per garantire un prodotto davvero biologico.

di Alessandra Montelli
Credits: 

Fotolia

 

Malgrado il successo crescente tra i consumatori, la cosmesi biologica non gode ancora di una normativa di certificazione a livello internazionale. Per questo motivo l'ICEA (Istituto per la Certificazione Etica Ambientale) ha avviato un  percorso di regolamentazione che ha portato all'approvazione del Disciplinare per la Eco Bio Cosmesi.
Il provvedimento mira a informare il consumatore sui criteri con cui vengono realizzati i cosmetici biologici e a metterlo in guardia dai prodotti non certificati.

Il documento per la certificazione dei cosmetici biologici è stato realizzato non solo da ICEA, ma anche grazie al contributo di gruppo di produttori, a cui si sono uniti autorevoli esponenti del mondo accademico e scientifico (Scuola di cosmetologia dell’Università di Ferrara, Dipartimento di Farmacologia dell’Università di Bologna, Istituto di Dermatologia dell'Università di Padova).

I cosmetici biologici certificati da ICEA rispondono alle richieste dei consumatori che desiderano sempre più acquistare un prodotto salubre, sicuro e a basso impatto ambientale. La certificazione biologica inoltra fornisce un'informazione trasparente e completa di cosa si intende per Bio-Eco Cosmesi.

Le caratteristiche principali dei cosmetici biologici, certificati da ICEA sono:
- prodotti che non contengono ingredienti vietati dalla certificazione;
- prodotti che non impiegano OGM;
- prodotti che non usano radiazioni ionizzanti;
- impiegano prodotti agricoli e zootecnici primari da agricoltura biologica certificati in tutti i casi in cui sono disponibili.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/cosmetici-biologici-norme-certificazione$$$Cosmetici biologici: norme per la certificazione
Mi Piace
Tweet