La crema da giorno fai da te

  • 1 5
    Credits: Luca Donato

    Cosa ti serve
    220 g di olio di  vinacciolo, 30 g di olio di cocco, 30 g di cera d’api, 200 g di acqua  distillata, 20 g di vitamina E, 60 gocce di olio essenziale a scelta (né  agrumato, né di iperico, perché sono fotosensibili e potrebbero  macchiare la pelle). Con questa ricetta ottieni 9 barattoli da 50 g  l’uno. La crema si conserva fino a un anno all’ombra e al fresco, tre  mesi una volta aperta.
    Per la lavorazione
    1  frullatore a immersione da usare solo per preparare le creme; guanti  monouso; 1 misuratore; 1 frusta in silicone; 1 spatola leccapentola; 1  ciotola grande; 2 termometri da vino; stracci; 2 ciotoline; coltelli.

  • 2 5
    Credits: Luca Donato

    Metti la ciotola sulla bilancia elettronica. Fai la tara e aggiungi l’olio di vinacciolo. Rifai la tara e aggiungi il cocco. Pesa e, infine, aggiungi la cera. Nel frattempo, metti a sciogliere in un tegame basso a bagnomaria l’olio di cocco.
    Gli oli: i trucchi per sceglierli
    I più adatti alle creme viso sono gli oli leggeri. Per esempio: vinacciolo, anallergico e che asciuga leggermente la pelle; jojoba, non un vero e proprio olio, ma una cera liquida simile al sebo utile per formare una barriera anti Uva (fattore 4) e perfetto per pelli mature; rosa mosqueta, ottimo come antirughe o per le creme notte; Argan, ricco di vitamina E e di acidi grassi Omega 6 e 3, che contribuiscono a prevenire l’invecchiamento cutaneo.

  • 3 5
    Credits: Luca Donato

    Porta a ebollizione l’acqua in una pentola d’acciaio (l’alluminio lascia tracce) e, intanto, pulisci la frusta, la palettina e il minipimer con l’alcol. Metti la ciotola con gli oli a bagnomaria in modo da scioglierli e inserisci un termometro da vino per controllare che la temperatura non superi i 60 gradi (quando succede spegni e continua a mescolare con la frusta).
    L’ideale sarebbe usare oli biologici: sono tutti piuttosto costosi, tranne quello di vinacciolo. Un discorso a parte merita l’olio di riso: è delicato e non unge, ma è molto difficile trovarlo biologico. Chi ha una pelle molto secca, infine, può usare anche un olio medio come quello di sesamo, un anti Uva fattore 4 che viene utilizzato anche nella medicina ayurvedica per riattivare la circolazione.

  • 4 5
    Credits: Luca Donato

    Per unire l’acqua agli oli devi attendere che entrambi siano alla temperatura di 35 gradi. Aiutati raffreddandoli separatamente a bagnomaria nel lavello, mentre continui a mescolare gli oli.
    È molto importante che le temperature siano uguali per non fare “impazzire” la crema.

  • 5 5
    Credits: Luca Donato

    Emulsiona i prodotti tra loro con il frullatore a immersione: tienilo con la mano destra, a velocità bassa, mentre con la sinistra versi l’acqua goccia a goccia. Il composto diventerà simile a una crema pasticciera.
    Aggiungi 4 cucchiaini di vitamina E e l’olio essenziale, continuando con il minipimer. La crema va messa nel vasetto con un cucchiaino già disinfettato nell’alcol.

/5

Scopri come preparare direttamente a casa tua la crema da giorno. Prendi nota degli ingredienti che servono e segui le nostre indicazioni.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te