Hai mai provato la crema al carbone?

  • 1 7
    Credits: Shutterstock

    Quale carbone viene utilizzato nella produzione beauty?

    Quello di origine vegetale, ricavato dal legno di alcune piante (pioppo, betulla o salice), da noccioli o gusci, per esempio della noce di cocco, o dal bambù. «Si definisce carbone “attivo” perché viene lavorato ad altissime temperature e in un ambiente privo di ossigeno» spiega Antonella Antonini, cosmetologa. «In questo modo, nelle fibre del legno, aumenta la concentrazione di carbonio, che lo rende più poroso e capace di assorbire altre sostanze».

  • 2 7
    Credits: Shutterstock

    Come funziona?

    Il carbone vegetale agisce come una specie di magnete: i suoi ioni positivi attirano quelli negativi contenuti  nelle impurità e nelle tossine presenti sulla pelle e, grazie alle proprietà assorbenti, le trattiene al suo interno. «In pratica è come una spugna che “seleziona” e ingloba le sostanze che non fanno respirare la cute e la rendono spenta e opaca» aggiunge l’esperta.

  • 3 7
    Credits: Shutterstock

    A chi è adatto?

    Grazie alle proprietà purificanti, è molto utile in caso di pelle grassa o mista e in presenza di punti neri e brufoletti perché assorbe il sebo in eccesso. Non solo: la sua azione detox è indicata anche per chi frequenta ambienti inquinati e deve eliminare la patina di smog che si accumula sul viso. O per chi fuma e ha un colorito spento.

  • 4 7
    Credits: Shutterstock

    In quali prodotti si trova?

    Soprattutto in quelli dedicati alla pulizia: detergenti fluidi, esfolianti, ma anche saponi, creme e maschere, tutti dal tipico colore nero. L’effetto è immediato: la pelle appare più luminosa e le imperfezioni ridotte. Il carbone vegetale è usato in alcuni cosmetici bio (ombretti, matite e eyeliner) perché, grazie al suo nero intenso, li tinge in modo naturale. È presente in alcuni dentifrici sia perché aiuta a rimuovere la placca e i batteri presenti nel cavo orale sia per l’azione purificante sull’alito. Infine, proprio per le sue proprietà assorbenti viene utilizzato in alcuni deodoranti.

  • 5 7
    Credits: Shutterstock

    Si può usare tutti i giorni?

    «Chi ha bisogno di pulire in profondità la pelle può inserire un detergente al carbone nella beauty routine quotidiana o utilizzarlo alternandolo a un normale latte e tonico» dice la cosmetologa. «A differenza dell’argilla, che può seccare troppo, il carbone è ben tollerato anche dalle pelli delicate e non lascia la sensazione di cute che “tira”». E infatti le donne giapponesi, attentissime alla loro carnagione di porcellana, sono le fan più convinte del sapone al carbone, che usano tutti i giorni. La maschera nera, invece, è consigliabile una volta alla settimana, facendo sempre attenzione a evitare la zona del contorno occhi, che è molto sensibile.

  • 6 7
    Credits: Shutterstock

    Posso sperimentare il fai da te?

    In erboristeria trovi il carbone di bambù: puoi mescolarne mezzo cucchiaio con un po’ di acqua fino a ottenere un impasto morbido, da stendere sul viso e da lasciare in posa un quarto d’ora. Risciacqua e passa sulla pelle un po’ di tonico astringente per chiudere i pori liberati dalle impurità. Così la pelle resta pulita a lungo.

  • 7 7
    Credits: Shutterstock

    Lo shampoo in versione black è più efficace?

    Sì. Tra gli ingredienti contiene in genere anche fitoestratti che hanno un effetto purificante, come ginepro e cumino. Ha un’azione assorbente ed è indicato per capelli e cute grassi e per eliminare smog e impurità. Altri tipi di shampoo neri utilizzano, invece, il catrame vegetale derivato da pino o abete, adatto a chi ha problemi di forfora.

/5

La polvere nera è diventata un ingrediente must dei cosmetici più avanzati. Qui le dritte e i segreti per sfruttarla al meglio

Mai sentito parlare della crema nera al carbone? Ha un colore sorprendente. È il principio attivo preferito dai cosmetici più aggiornati. Ma, soprattutto, il carbone è un ingrediente efficace, privo di controindicazioni e adatto a ogni tipo di pelle. Perché, grazie alle sue proprietà assorbenti e purificanti, il carbone aiuta a eliminare punti neri e impurità, e a rendere il viso luminoso. Scopri, in 7 domande, cos'è e come si usa, per trasformarlo nel nuovo alleato della tua beauty routine.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te