Depilazione: facciamo uno strappo! 

La guerra ai peli superflui non è mai terminata: ognuna ha un'arma preferita, l'essenziale è che sia efficace e quanto più possibile indolore. Qui un po' di storia, le tecniche più utilizzate ed il perché anche gli uomini hanno iniziato a depilarsi

di Lidia Pregnolato
Credits: 

Shutterstock

 

La depilazione è la pratica estetica mediante la quale i peli presenti sul corpo umano maschile o femminile sono transitoriamente ridotti nella lunghezza, fino ad asportare tutta la parte esterna alla superficie dell'epidermide. Essa si distingue dall'epilazione che comporta, invece, l'asportazione del pelo nella sua interezza fino al bulbo.

Tipicamente oggetto di depilazione sono, nell'uomo, oltre al volto, la zona toracica e le gambe; nella donna, le ascelle, le gambe, le braccia e l'inguine.

Metodi

Sono numerosi i metodi di depilazione, i principali sono:

- Rasoio a lama o elettrico, simile a quelli utilizzati per la rasatura del volto maschile.

- Depilatori chimici, ovvero prodotti cosmetici in grado di interrompere i legami disolfuri della cheratina, basati normalmente sull'acido tioglicolico e suoi sali.

Storia

La depilazione è una pratica antichissima. Gli Egizi si rasavano con creme a base di olio e miele. E non solo le donne: i sacerdoti, oltre a rasarsi i capelli, si depilavano in segno di rispetto verso le divinità.

Corpi maschili depilati erano diffusi anche in Grecia (gli atleti) e a Roma: per le gambe venivano usati gusci di noce arroventati. Ugualmente la pratica depilatoria è stata regolarmente adottata fra le varie popolazioni di cultura islamica. Fin dall'antichità classica, negli hammām, la pasta depilatoria più largamente diffusa è stata a lungo la cosiddetta nūra, oggi sostituita da un impasto lavorato a caldo di succo di limone, zucchero e acqua.

Depilazione o epilazione?

Come accennato, la depilazione consiste nell'eliminare il fusto del pelo senza intervenire sulla radice. Può essere attuata con il rasoio (a lama o elettrico) o attraverso creme o saponi depilatori. Questo tipo di depilazione, lasciando in sede la radice, è indolore ma comporta una ricrescita piuttosto rapida e, nel contempo, un sensibile ispessimento del pelo.

L'epilazione, invece, consiste nell'estirpare il pelo dalla radice attraverso uno strappo meccanico. Sia che venga utilizzata la cera a caldo o a freddo, sia un epilatore elettrico, il pelo deve avere una lunghezza minima di 4 millimetri per poter essere agevolmente e completamente estirpato. È il metodo più efficace per mantenere la pelle depilata a lungo (fino a due-tre settimane), anche se può essere piuttosto doloroso.

Tra le pratiche epilatorie più utilizzate:

- Cerette, applicate a caldo o a freddo, che incorporano il pelo al loro interno, solidificandosi, per poi essere asportate a strappo.

- Elettrocoagulazione a mezzo ago o radiofrequenza.

- Fotodepilazione a mezzo laser, luce pulsata o infrarosso impulsato: strumenti che praticano la fototermolisi selettiva del follicolo pilifero e che consentono una epilazione permanente.

- Epilazione meccanica, facendo scorrere sulla pelle una macchinetta (epilatore) che pinza e strappa con rapidità il pelo, rompendolo o estraendolo fino alla radice. Questo tipo di epilazione può essere realizzata anche manualmente con pinzette o con un filo sottile manovrato in modo che si attorcigli ai peli prima dello strappo.

Depilazione intima

Oggi per la zona bikini la semplice depilazione è andata in pensione per lasciare spazio al “bush-coiffure” (bush, cespuglio), vero e proprio restyling. L’apice creativo è stato toccato dalle estetiste americane con il Tiffany Box: pube sagomato a scatolina portagioie e peli tinti nella tonalità azzurro-acquamarina tipica delle confezioni della più famosa gioielleria newyorkese.

Eccessi a parte, gli approcci alla depilazione intima possono essere molto diversi: c'è chi ama togliere tutto, e chi si limita a dare un aspetto più "ordinato". Qualunque sia la tua attitudine, non si può ignorare che la depilazione delle parti intime impone una maggiore attenzione rispetto a quella delle altre parti del corpo, visto che si tratta di una zona delicata.

Qualsiasi sia quindi il metodo scelto, depilazione o epilazione, l'importante è fare in modo che la procedura sia eseguita rispettando le norme igieniche, evitando di procurarsi tagli o abrasioni e tenendo in considerazione la propria tipologia di pelle (se, ad esempio, molto delicata e facile agli arrossamenti o alle rotture di capillari, meglio evitare epilatori elettrici o ceretta).

Uomo e depilazione

Che rapporto hanno gli uomini con la depilazione? Sicuramente va detto che la depilazione maschile non è più un tabù. Inizialmente furono gli sportivi (specie ciclisti e nuotatori) che ricorsero alla depilazione per questioni aerodinamiche.

Poi arrivarono i calciatori e i tronisti dal petto depilato, per questioni puramente estetiche.

Ora è la volta dell'epilazione intima anche per lui. E non stiamo parlando di interventi di "regolazione" ma di epilazione integrale, spesso fatta con la ceretta.

Tantissimi sono ormai i ragazzi che ammettono tranquillamente di praticarla: i motivi più comuni sono innanzitutto l'ordine e la pulizia, ma anche il lato estetico ha il suo peso. E, non da ultimo, il fatto che l'epilazione delle parti intime favorirebbe un certo effetto ottico...

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/depilazione$$$Depilazione: facciamo uno strappo!
Mi Piace
Tweet