Quando la depilazione è dolce e indolore

Credits: Shutterstock
/5

Non solo gambe a prova di carezza. Ma anche braccia di seta e inguine senza ombre: su un corpo da spiaggia non devono esserci peli. Oggi puoi eliminarli senza soffrire

Strappo o taglio? Questo è il dilemma. Che puntuale si ripropone soprattutto in estate, quando sfoggiare una pelle liscia è indispensabile. Ma siamo stanche di 'soffrire' per essere belle. Non vi sembra arrivato il momento di 'darci un taglio'? Ceretta, epilatore e laser restano sempre i migliori alleati per chi insegue un  risultato duraturo, mentre sapone, crema e rasoio per chi accetta qualche ritocco in più pur di non sentire dolore.

Le cerette formulate con ingredienti lenitivi e gli epilatori utilizzabili sotto la doccia (l’acqua attutisce il fastidio e il pizzicore) sono 'appetibili' anche da noi donne ipersensibili; le creme e i saponi, più efficaci e durature, accontentano le nemiche della ricrescita veloce."Qualunque sia il metodo preferito, ricordati di preparare la pelle con uno scrub 48 ore prima di depilarti, per ottimizzare gli effetti del trattamento successivo e far sì che anche la peluria più corta e sottile venga catturata" consiglia la dermatologa Magda Belmontesi "Non solo: il gommage va ripetuto anche due o tre giorni dopo, per evitare la formazione di peli incarniti".

La ceretta a caldo è il sistema migliore perché il calore dilata i follicoli e rende lo strappo meno doloroso. Ma se hai la pelle molto delicata, puoi scegliere le strisce depilatorie a freddo e, in caso di problemi di capillari dilatati, meglio ricorrere al rasoio o alla crema depilatoria, così da evitare che lo strappo provochi la rottura di qualche vaso.

Inguine, ascelle e “baffetti” sul viso sono i punti più delicati: evita di irritare queste parti con una ceretta troppo aggressiva, l’ideale è una versione più soft. Oppure scegli la crema ma attenzione perché, avendo un pH decisamente alcalino, ti può creare irritazioni spiacevoli.

E il rasoio, una volta arma di seduzione di molte modelle? Meglio lasciarlo per interventi dell'ultimo minuto così da evitare inutili escoriazioni. Inoltre, quando usi il rasoio, non passarlo a secco, ma sempre con una schiuma studiata per la rasatura o una noce di olio di mandorle, così la lama scorre liscia sulla pelle senza tagliarla.

Infine, ricordati sempre, dopo la depilazione, per limitare il rischio di arrossamenti, di fare un impacco con acqua borica fresca che, oltre ad avere un'azione lenitiva, ha anche un leggero effetto disinfettante.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te