Dopo il sole... la sorpresa delle rughe 

Dicono che l'abbronzatura dona. Anzi, ringiovanisce. Ma, adesso che sei tornata dalle vacanze, ti avvicini allo
specchio e scopri nuovi segni. Prima erano accennati. Ora sono solchi. Chiari. Evidentissimi. Niente paura:
esistono rimedi di pronto intervento

di Laura D'Orsi  - 14 Settembre 2005

Prima dell'estate, sei pronta a scommetterlo, sul tuo viso quelle rughe si vedevano poco. Adesso, però, che sei abbronzata, scopri segni più evidenti su guance, fronte e labbra. «Certo, c'erano già, ma erano così sottili che non si notavano» dice la dermatologa Magda Belmontesi. «Ma il sole, scurendo la pelle, le ha messe in evidenza. Quelle più profonde, per esempio, sono rimaste chiare all'interno. Altre si sono accentuate perché i raggi Uv hanno seccato l'epidermide». Ma non è tardi per intervenire. Ecco i consigli giusti per ritrovare una pelle più levigata.

>>Se le vedi... bianche

Hanno la forma di una V tra le sopracciglia e di due parentesi ai lati della bocca. Sembrano quasi disegnate con la matita bianca, tanto si notano.

Cos'è successo

Sei rimasta vittima dell'effetto "strizzamento". «Quando ci si espone al sole, la mimica del viso non fa che accentuare le pieghe d'espressione, in particolare sulla fronte, fra le sopracciglia (la cosiddetta glabella), e quelle naso-labiali, che scendono cioè dai lati del naso verso la bocca» spiega la dermatologa. «Così, il solco all'interno rimane bianco, mentre al di fuori il colore della pelle è più scuro».

Come reagire subito

Fai uno scrub leggero, per rimuovere le cellule morte superficiali. Così, si riduce la differenza di colore tra l'interno e l'esterno delle rughe. In più, la pelle ritorna luminosa e le rughe si notano meno. Ogni mattina, poi, prova per cinque minuti questi esercizi di ginnastica facciale. Per la fronte, alza le sopracciglia come se ti meravigliassi di qualcosa e, con le dita sopra l'arcata sopraccigliare, cerca di opporre resistenza al movimento spingendo verso il basso. Per la bocca, pronuncia con movimenti ampi e lenti tutte le vocali. Gonfia le guance e trattieni l'aria a labbra chiuse per qualche secondo, rilasciandola poi lentamente.

Cosa fare dopo

Per le cosiddette rughe d'espressione, è indicato un filler con acido ialuronico in perle, adatto a riempire i solchi più profondi. Per la glabella in particolare, il dermatologo può suggerirti di ricorrere al botulino, eventualmente in associazione con l'acido ialuronico, per un risultato più naturale.

>>Se le vedi... per la prima volta

Sono sottilissime, per questo non le avevi mai notate, a ventaglio intorno agli occhi e verticali sopra il labbro superiore (chiamate, in modo un po' irriverente ma efficace, "codice a barre").

Cos'è successo

«I raggi Uv hanno seccato la pelle nei punti dove è più sottile, come gli occhi, o fragile, come la bocca» spiega l'esperta. «E la mimica facciale, il continuo strizzare le palpebre e perfino il fatto di tirare le labbra per fumare una sigaretta, hanno scavato piccole rughe».

Come reagire subito

Applica mattina e sera, sulla pelle pulita, un prodotto a effetto lifting. Si tratta di cosmetici che, asciugando sulla pelle, distendono all'istante le rughe più sottili. Sulle labbra applica un balsamo specifico ad azione levigante. E proteggile usando un rossetto che contenga vitamina E, ceramidi e un filtro solare.

Cosa fare dopo

Per riempire le rughe più sottili, il dermatologo usa un gel molto fluido a base di acido ialuronico ad alta concentrazione. Viene iniettato in un'unica seduta. L'acido si riassorbe in sei-otto mesi.

>>Se le vedi... a ragnatela

Quando ti guardi un po' in controluce, la pelle sulle guance e sugli zigomi ti appare ruvida e segnata da piccole grinze.

Cos'è successo

Il sole ha danneggiato il film protettivo che ricopre la pelle. «Senza questa pellicola invisibile fatta di acqua e sebo, l'epidermide si disidrata con rapidità, diventa sottile e si segna di rughe fini» chiarisce la dottoressa.

Come reagire subito

Facci caso: se dormi sul fianco, alla mattina le increspature sono più evidenti. Usa una federa di seta anziché di cotone. È più morbida e segna meno la pelle. Ogni sera, poi, passa sul viso pulito un cubetto di ghiaccio per cinque minuti. La vasocostrizione provocata dal freddo e la successiva vasodilatazione fanno fare ginnastica ai capillari, favorendo l'ossigenazione dei tessuti. Al termine, metti una maschera a base di acido ialuronico e acidi di frutti.

Cosa fare dopo

«Per questo problema c'è un trattamento molto efficace» dice la dottoressa Belmontesi. «Si chiama Hydroreserve ed è rivitalizzante e idratante. È a base di acido ialuronico, che viene iniettato nelle zone interessate. Non è un filler, non riempie cioè le rughe, ma serve a richiamare acqua nei tessuti, idratandoli».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/dopo-il-sole-la-sorpresa-delle-rughe$$$Dopo il sole... la sorpresa delle rughe
Mi Piace
Tweet