Due strategie anticellulite

  • 1 16
    Credits: Masi

    PER LE MAGRE: Tieni d'occhio la pancia
    Porti la 40 eppure hai la buccia d'arancia. Possibile? «Sì, perché la principale causa della cellulite è la ritenzione idrica, un problema che non è legato al sovrappeso, ma ad altri fattori. In particolare, la cattiva circolazione» spiega il dermatologo Antonino Di Pietro. «Quando il sangue non circola bene, le cellule adipose non riescono a bruciare i grassi, che formano i tipici noduli». Ed ecco che anche le magre hanno la loro dose di cellulite su cosce e glutei. «Molto spesso, poi, nei tipi longilinei si localizza sulla pancia. Succede soprattutto alle donne che hanno la tipica forma "a mela", cioè le gambe magre e l'addome più rotondo perché i loro recettori dell'insulina, l'ormone che serve a far assorbire gli zuccheri, sono concentrati in quantità nell'addome».

  • 2 16
    Credits: Masi

    PER LE FORMOSE: Concentrati sulle cosce
    Nel corpo femminile ci sono circa 33 miliardi di adipociti, concentrati su pancia, fianchi e cosce, in quello dell'uomo "solo" 28 miliardi. Non solo: i nostri sono anche più bravi a trattenere le sostanze grasse che a rilasciarle. Facile che capiti di essere in sovrappeso. Il fatto è che, in questo caso, la cellulite è ancora più evidente. «I noduli di grasso sottocutaneo sono numerosi e grossi e schiacciano i tessuti circostanti, dando il tipico aspetto a materasso alla pelle» dice la dermatologa Magda Belmontesi. C'è un punto, in particolare, in cui i chili di troppo sembrano concentrarsi: è la cosiddetta culotte de cheval, cioè la parte alta ed esterna della coscia. «Succede perché in quella zona i recettori che catturano i grassi sono ancora più numerosi e sensibili» spiega l'esperta.

  • 3 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE MAGRE: Il tuo punto debole è la circolazione
    Se devi trascorrere molto tempo in piedi, indossa calze leggermente graduate e non mettere scarpe con tacchi più alti di 5 centimetri. «Lo stiletto slancia la figura, ma portato sempre fa assumere una postura scorretta, che crea un rallentamento della circolazione» dice la dermatologa Magda Belmontesi. Appena ti è possibile, tieni le gambe sollevate. E, se riesci a stare sdraiata per qualche minuto, pedala in aria. In questo modo favorisci il ritorno del sangue, e i liquidi che infiltrano i tessuti vengono riassorbiti e poi eliminati.

    Non lasciare che la cellulite si formi sulla pancia: eliminala con Trattamento Addome e Fianchi Iodase Deep Impact (34 euro).

  • 4 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE FORMOSE: Controlla il peso
    In chi è sovrappeso, avvallamenti e noduli di grasso sono l'aspetto più evidente della cellulite. «Per non peggiorare la situazione, bisogna evitare l'effetto yo-yo, il brusco e continuo saliscendi del peso, classico quando si segue una dieta rigida ma poi non si riescono a mantenere i risultati» dice la dottoressa Belmontesi. «Questo è negativo perché favorisce la fibrosi del grasso, cioè l'indurimento dei noduli. Che diventano più difficili da eliminare. Inoltre, i tessuti perdono compattezza e si svuotano, la pelle è sottoposta a uno stress eccessivo e si rischiano le smagliature».

    Sulle culotte de cheval usa le maniere forti: metti Anti-Cellulite Ribelle Body Tonic di Garnier (14,90 euro) con il massaggiatore a rulli.

  • 5 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE MAGRE: Prova l'acquagym
    «Bicicletta, aquagym e stepper sono le attività più "anticellulite" di tutte. Ideali per chi è magra, perché aumentano in modo armonioso la massa muscolare. La ginnastica va fatta tre volte alla settimana, per almeno un'ora. Perché l'organismo inizi a bruciare i grassi, infatti, ci vogliono 30-40 minuti di esercizio» dice Di Pietro. Anche correre aiuta. Attenta, però alle scarpe: devono ammortizzare i movimenti, altrimenti si crea un'eccessiva pressione sui vasi, che tendono a dilatarsi peggiorando la situazione.

    Il problema delle magre è la ritenzione idrica. Combattila con DrenaGel Crema Plus di Euphidra (20 euro), dall'azione drenante.

  • 6 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE FORMOSE: Vai a passo di marcia
    Se non sei un'amica della palestra (altrimenti non saresti in sovrappeso), hai comunque un'arma potente per sconfiggere la cellulite: camminare a passo spedito. «Bisogna procedere per gradi, senza arrivare a sentire i muscoli indolenziti. L'acido lattico infatti, rallenta la circolazione» osserva Di Pietro. Metti le scarpe da ginnastica e inizia il tuo programma di walking con mezz'ora di camminata al giorno. Aumenta tempo e velocità fino ad arrivare, dopo un mese, a 45 minuti.

    Cellulite e rotondità di troppo si riducono con Lipo-Metric Effetto Snellente di Vichy (28,50 euro), che combatte gli accumuli di grasso.

  • 7 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE MAGRE: Scegli una crema fredda
    Quando la circolazione è rallentata e i capillari sono dilatati, il calore fa male perché crea un'ulteriore vasodilatazione. «Il caldo sfianca ancora di più i piccoli vasi, favorendo il ristagno dei liquidi e il gonfiore» osserva Belmontesi. Per dare una sferzata alla circolazione, prova il bagno freddo. Immergiti nella vasca riempita con acqua a 26-27 gradi, nella quale avrai sciolto un prodotto a base di alghe o sali marini. Lo iodio che contengono, unito alla bassa temperatura, aumenta il metabolismo delle cellule. I capillari, allo stesso tempo, si restringono e non trasudano più liquidi nei tessuti circostanti.  

    Nella borsa della palestra metti un detergente come Lipidiose Oleo-Crema Doccia di Vichy (9,90 euro), che rende la pelle più elastica.

  • 8 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE FORMOSE: Usa un trattamento caldo
    Quando tocchi la pelle di cosce e glutei la senti fredda. Succede perché i cuscinetti di grasso premono sui capillari e il sangue non circola più liberamente. Un impacco caldo, per esempio a base di fanghi o di argilla, può essere d'aiuto. «Non si deve credere che basti il calore per sciogliere la cellulite o gli accumuli adiposi» dice la dermatologa. «Però, aumenta la lipolisi, cioè lo smaltimento dei grassi che avviene nelle cellule». Per ottenere questo effetto, metti l'impacco nei punti critici, avvolgi la parte con una pellicola trasparente e, mentre lo tieni in posa, fai un po' di ginnastica. Il calore sviluppato dai muscoli potenzierà i risultati.

    Dopo una bella camminata, regalati un bagno rilassante e reidratante con Lipikar Huile de Bain Apaisante di La Roche Posay (13,90 euro).

  • 9 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE MAGRE: Metti l'ananas nel piatto
    Per dare una mano alla circolazione, tre volte alla settimana mangia una coppetta di frutti di bosco. In particolare, i mirtilli, che contengono molti flavonoidi, ottimi per proteggere e rinforzare i capillari. Un altro frutto che non devi farti mancare è l'ananas. È ricco di bromelina, un enzima che aiuta a smaltire i liquidi in eccesso e, quindi, a favorire l'eliminazione dei gonfiori. «Va mangiato anche il cuore, perché contiene alte concentrazioni di questa sostanza» dice la dermatologa Magda Belmontesi.

    Per chi è snella, il gelo è un'arma in più contro la cellulite. Cell-Plus Crema Gel di Bios Line (23 euro) agisce raffreddando i tessuti.

  • 10 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE FORMOSE: Bevi pure un caffè
    Alici, sardine, sgombro, merluzzo, sogliole: inseriscili nella dieta, anche surgelati. Sono ricchi di iodio e di potassio, due validi alleati per dare una sferzata al metabolismo. Anche il caffè, senza zucchero, può aiutare, ma non superare la dose di due-tre espressi al giorno. «La caffeina favorisce la termogenesi, cioè aumenta il consumo di energia necessaria per le funzioni dell'organismo, accelera il metabolismo e aiuta a tenere a bada il senso di fame» dice l'esperta. Perché faccia più effetto, bevilo a digiuno, a metà mattina o nel pomeriggio.

    Tre volte alla settimana, "brucia" la cellulite con un prodotto riscaldante: Masque Cellu-Minceur Réponse Corps di Matis (dall'estetista).

  • 11 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE MAGRE: Fai frizioni delicate
    Se hai problemi di circolazione, i massaggi devono essere delicati. «Manipolazioni vigorose e pizzicotti possono peggiorare la situazione» dice l'esperta. «Perché, comprimendo la pelle, si irritano i vasi sanguigni già congestionati e si spingono i liquidi in profondità, dove è più difficile eliminarli». Per stimolare dolcemente la circolazione, usa la striscia con le biglie di legno su glutei e cosce. Prima stendi un prodotto specifico, poi massaggia con movimenti circolari dal basso verso l'alto. È una tecnica che permette anche di tonificare i tessuti senza stressarli.

    Per eliminare i liquidi in eccesso è utile un integratore in gocce come Cell-24h Corpo di Collistar (24 euro), con estratti di ananas.

  • 12 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE FORMOSE: Impara il palper-rouler
    Il massaggio più adatto si chiama palper-rouler e si fa così. Procurati un olio per il corpo che contenga estratti di pompelmo o geranio, dalle proprietà drenanti. Dopo esserti sistemata con le gambe in alto, frizionalo partendo dalle caviglie fino all'inguine. Procedi sollevando la pelle e "staccandola" dai tessuti sottostanti con il pollice e l'indice. «In questo modo si favorisce il drenaggio e si rendono più mobili i cuscinetti di grasso» dice Belmontesi. Termina passando energicamente le mani con i palmi aperti. Finito il massaggio, resta con le gambe sollevate per 15 minuti.

    Combatti grasso e cellulite anche dall'interno con l'integratore in bustine Innéov Cellustretch (28,50 euro): sa di fragola.

  • 13 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE MAGRE: Resta in forma con l'argilla
    Anche se hai raggiunto i risultati sperati, non dormire sugli allori. Per evitare che la cellulite ricompaia, bevi ogni mattina, a stomaco vuoto, mezzo bicchiere d'acqua con dentro un cucchiaio di argilla ventilata. «Serve a eliminare le tossine e drenare i liquidi» dice Di Pietro. Se la cellulite è provocata da squilibri ormonali, mangia cibi come soia, legumi, cicoria, bieta, spinaci e frutta. Contrastano l'azione negativa degli estrogeni, gli ormoni femminili che rallentano la circolazione dei liquidi, e stimolano, invece, la produzione di elastina e collagene, che servono a mantenere la pelle soda.

    Prima di stendere l'anticellulite, esfolia la pelle con Body Scrub di Yes To Carrots (11,90 euro, da Sephora), che prepara delicatamente la pelle.

  • 14 16
    Credits: Luca Donato

    PER LE FORMOSE: Brucia i grassi di notte
    Appena si abbassa la guardia, la cellulite ritorna. Per mantenere i risultati, oltre a non trascurare la dieta, usa una crema da notte ad azione lipolitica. «Durante il riposo avvengono un fatto negativo e uno positivo. Il primo è che i grassi si accumulano più facilmente. Il secondo, che le cellule lavorano da due a otto volte in più rispetto alle ore diurne» spiega Di Pietro. «Basta sfruttare questa superattività per ottenere il massimo dai cosmetici "bruciagrassi" e impedire, così, agli adipociti di immagazzinare troppi lipidi». La mattina, invece, aumenta il tono cutaneo con un prodotto rassodante.

    Quando fai scrub, approfittane per massaggiare le zone critiche con il Guanto Rimodellante Esfoliante Anticell+ di Bottega Verde (29,99 euro).

  • 15 16
    Credits: Luca Donato

    Anche se la cellulite se n'è andata, mantieni idratata e tonica la pelle con Perfumed Body Milk Eau Vitaminée di Biotherm (da 31,50 euro).

  • 16 16
    Credits: Luca Donato

    Previeni i cedimenti della pelle con Lipostretch di Vichy (22 euro), che tonifica e ha un istantaneo effetto guaina.

/5

Che la taglia sia 40 o 48 poco importa, la buccia d'arancia ce l'abbiamo

tutte. Quello che conta, invece, è come combatterla. Perché, a seconda

della silhouette, ci sono massaggi mirati, alimenti giusti, esercizi su misura

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te