È primavera: spuntano le gambe 

La nuova stagione è già qui e viene subito voglia di indossare una gonna senza calze. Per cancellare i segni dell'inverno
dal ginocchio in giù, ti sveliamo nuovi trucchi. Per esempio, hai mai fissato l'autoabbronzante con il phon tiepido? Prova

di Laura D'Orsi  - 15 Marzo 2007

Basta calze pesanti, stivali e pantaloni. È ora di tirare fuori dall'armadio gonnelline svolazzanti e pinocchietti. Sei pronta a mostrare le gambe? Se pensi che non siano ancora in forma smagliante, modellate nei punti giusti e con una pelle a prova di carezze, leggi qui. Ecco quattro cure speciali per essere perfette dal ginocchio alla caviglia.

Pelle morbida

Vietato mostrare le gambe se la pelle non è più che morbida. "Soprattutto nella zona del polpaccio, l'epidermide tende più facilmente a squamarsi perché è meno ricca di ghiandole sebacee. Senza contare che lo sfregamento di calze e vestiti asporta il film protettivo della pelle" dice il dermatologo Antonino di Pietro. Le creme più nuove, oltre a essere ricche di principi nutritivi, riattivano le difese naturali dei tessuti e li stimolano ad autoripararsi. Grazie alle vitamine, in particolare la C e la E, ai ceramidi e agli acidi grassi essenziali. Se il normale idratante non basta e alcune zone ti sembrano ruvide e opache, prova un trattamento super. Quando fai la doccia, passa su queste parti una saponetta esfoliante agli acidi della frutta. Poi, tutte le sere, spalma una crema nutriente a base di burro di karité e oli vegetali. Una volta alla settimana, prova un impacco a base di midollo di bambù e ninfea (li trovi in erboristeria). Fai penetrare la crema massaggiando con i polpastrelli le zone più ruvide, avvolgile in una garza e lascia in posa tutta la notte. Se ci sono piccoli segni, come capillari sui polpacci e smagliature dietro al ginocchio, dopo la crema idratante, stendi un fondotinta specifico in crema. È nutriente, impedisce alla pelle di disidratarsi durante la giornata e, allo stesso tempo, maschera gli inestetismi cutanei alla perfezione.

Colorito dorato

Hai fatto caso che con un po' di abbronzatura le gambe appaiono subito più snelle? Una pelle dorata, infatti, scolpisce e crea un effetto ottico di allungamento. Così puoi eliminare prima le calze e indossare ballerine e sandali dorati, must della prossima stagione. Via libera all'autoabbronzante, allora. Oggi non hai che l'imbarazzo della scelta. Lo spray va bene per raggiungere anche gli angoli più difficili. Gel e mousse sono freschi e asciugano molto in fretta, mentre latte e creme vanno massaggiati a lungo, però sono più idratanti e, quindi, ideali se la pelle è secca. "Una regola fondamentale, che vale per tutti i tipi di autoabbronzante, è quella di fare uno scrub prima di applicarlo" raccomanda la dermatologa Riccarda Serri. "Così, si ottiene un colore uniforme e si evitano le macchie. Attenzione, invece, se ci si è appena depilate. Bisogna aspettare almeno 12 ore per evitare irritazioni". Dopo aver steso il prodotto, passa sulle gambe il phon tiepido per fissare la tenuta. E aspetta cinque minuti prima di rivestirti, in modo che la pelle si asciughi perfettamente. Per mantenere il colore ambrato, puoi ripetere l'applicazione ogni 4 o 5 giorni.

Muscolo tonico

Gambe scattanti e asciutte sono il sogno di tutte. "Gli sport che scolpiscono in modo più armonico le gambe sono il nuoto, la bicicletta e il running" dice Luca Marcheggiani, personal trainer. Anche a casa puoi fare molto con una ginnastica specifica, da seguire per un quarto d'ora al giorno. Ecco gli esercizi più adatti. Per dare tono ai polpacci, solleva prima il tallone sinistro e poi il destro, in rapida successione. Ripeti venti volte. Per snellire le caviglie, siediti a terra con la schiena dritta e la gamba destra accavallata. Afferra il piede destro e ruotalo 15 volte in senso antiorario. Accavalla l'altra gamba e ripeti l'esercizio con il piede sinistro. Per rassodare le gambe, appoggia le punte dei piedi sul bordo di un gradino, in modo che i talloni rimangano sospesi. Reggiti sulla ringhiera o sul muro. Molto lentamente, porta i talloni più in basso rispetto al piano d'appoggio, poi sali di nuovo sulle punte fino ad avere i talloni sollevati di un pugno rispetto al gradino. Sali e scendi con calma. "La lentezza permette di controllare il movimento e non sovraccaricare le articolazioni" spiega Marcheggiani. Esegui l'esercizio per dieci volte. Dopo una settimana sentirai il polpaccio più sodo e, passati 15 giorni, vedrai le caviglie più snelle.

Polpaccio liscio

Con le gambe nude, la depilazione è indispensabile. Ma, anche se metti un collant velato, ricorda che non c'è niente di più antiestetico che vedere i peli delle gambe trasparire dalle calze. Depilati con la ceretta, che ti permette di rimanere in ordine per tre settimane, se vuoi un risultato più duraturo.

Se preferisci l'epilatore, che è pratico e facile da usare, l'effetto è identico. Ma ricorda che i peli tendono a crescere in tutte le direzioni, a rosa, e quindi possono incarnirsi più facilmente. "Per evitare il problema, il giorno dopo, si può passare sulle gambe una lozione esfoliante a base di acido glicolico e acidi della frutta.

In questo modo, viene eliminato lo strato di cellule morte, facilitando la fuoriuscita dei nuovi peli" spiega Riccarda Serri. Non togliere i peli sotto pelle estraendoli con la pinzetta. Il rischio è di andare troppo in profondità e creare delle piccole escoriazioni che potrebbero infettarsi. Se hai poco tempo, usa il rasoio o la crema depilatoria: sono i metodi più pratici e indolori, indicati soprattutto se soffri di fragilità ai capillari. Creme e mousse hanno il vantaggio, rispetto al rasoio, di assicurare un ricrescita più lenta, ma possono irritare un po' di più la pelle. Controlla che siano ipoallergeniche. Dopo un paio d'ore, massaggia sulle gambe una crema con estratti refrigeranti, come quello di ippocastano o agli oli essenziali di canfora e timo, che calmano le infiammazioni e danno un piacevole senso di freschezza.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/viso-e-corpo/e-primavera-spuntano-le-gambe$$$È primavera: spuntano le gambe
Mi Piace
Tweet