E tu hai le gambe a prova di carezza? 

La depilazione non è più una tortura! Merito dei nuovi metodi "dolci", di creme sempre meno irritanti e di epilatori con testine che, mentre estirpano i peli, fanno un massaggio lenitivo

di Michele Duraccio, Paola Oriunno  - 07 Aprile 2009

Se ne vede uno diventa isterica. L'attrice Jennifer Aniston, secondo il settimanale americano Star Magazine, è ossessionata dai peli. La sua estetista ha svelato che, se la depilazione su gambe e zona bikini non è perfetta, diventa una belva.

Esagerazioni a parte, specie con l'arrivo della bella stagione, tutte vogliono avere una pelle liscia e senza ombre. E ognuna ha il suo metodo: rasoio manuale o elettrico, epilatore, crema, ceretta. Prodotti che ogni anno diventano meno irritanti e più efficaci.

Chi, invece, preferisce affidarsi agli istituti di bellezza, oggi può provare due nuove tecniche dolci: il "threading" e lo "sugaring". «Il threading, di origine orientale, utilizza dei fili di cotone. Abilmente manipolati dall'estetista, funzionano da pinzette che sradicano i peli dal follicolo» spiega Elena Gentile, vicepresidente dell'Unione nazionale estetiste professioniste (informazioni allo 0271040407). «Lo "sugaring", tecnica egiziana, si basa sull'uso di una pasta a base di zucchero, frutta o miele, limone: morbida ed elastica, si stende contropelo, si massaggia perché avvolga la peluria dalla radice e si rimuove nel senso della crescita, in modo che il pelo non si spezzi ma venga strappato intero».

Questi metodi sono a prova di follicolite, l'irritazione che si manifesta con antiestetici e fastidiosi puntini rossi e che talvolta interessa le patite della ceretta. «Il primo metodo va bene anche per chi ha la pelle delicata, perché non asporta né traumatizza lo strato superficiale» spiega Magda Belmontesi, dermatologa . «Lo sugaring ha diversi vantaggi: essendo una tecnica di depilazione a freddo, è perfetta anche per chi ha i capillari fragili; la pasta massaggiata sulla pelle fa un gommage che permette di liberare gli eventuali peli incarniti; inoltre, lo zucchero è una sostanza naturale che non provoca allergie, perciò ideale per chi ha la pelle ipersensibile o reattiva».

In ogni caso, che adottiate il fai da te o vi affidiate a mani esperte, ricordate: «Idratate ogni giorno le zone depilate con le creme che ritardano la ricrescita: la pelle resta liscia più a lungo e l'intervallo per il successivo strappo si allunga» conclude la dermatologa.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/e-tu-hai-le-gambe-a-prova-di-carezza2$$$E tu hai le gambe a prova di carezza?
Mi Piace
Tweet