Freddo: 6 consigli anti gelo.  

Un bagno in acqua ultra calda e un bel punch al mandarino... niente di meglio per riscaldarsi... O no? Ecco 6 miti da sfatare per proteggersi (e proteggere la pelle) dal freddo.

di Cristiana Gentileschi  - 18 Gennaio 2009

No ai bagni in acqua (troppo) calda. Anche se piacevole (soprattutto d'inverno), attacca il film idrolipidico di protezione. La superficie cutanea si indebolisce e il calore dilata i capillari arrossando la pelle. L'ideale è una doccia breve con acqua a 38°. Senza dimenticare di applicare, subito dopo, una buona crema idratante da massaggiare sulla pelle ancora umida. Gli oli contenuti nelle formule, infatti, impediscono alle goccioline di evaporare fissando l'acqua sull'epidermide.

No ai lavaviso schiumogeni.  Ricchi di tensioattivi, possono irritare la pelle, in particolar modo quando fa molto freddo. Meglio optare per specialità detergenti in crema o olio, da risciacquare.

No alle creme che "pizzicano". Se quando applichi la crema la pelle "tira", non insistere. Sta avvisando che non tollera i principi attivi contenuti nella formula. In particolar modo durante l'inverno, è facile che l'epidermide si sensibilizzi di più a causa delle basse temperature che rallentano il metabolismo cutaneo. In questo caso, meglio optare per un prodotto specifico per pelli sensibili e intolleranti, meglio se formulato per resistere alle basse temperature.

No ai cibi piccanti e ai superalcolici. Contrariamente a quel che si pensa, non "riscaldano". Anzi. Regalano solo una momentanea sensazione di calore perché sono vasodilatatori. In compenso favoriscono la vasodilatazione dei capillari superficiali, provocando arrossamenti alla pelle. In questo caso, basta un infuso a base di cannella, zenzero grattugiato e chiodi di garofano per riscaldare velocemente e migliorare la circolazione in tutto il corpo.

No al fondotinta compatto. A meno che non sia ricco di sostanze idratanti a lento rilascio, tende ad asciugare la pelle e a disidratarla. Meglio una formula fuida, ricca di sostanze idratanti e filtri anti aggressione e UV.

No ai locali surriscaldati. Aggrediscono il film idrolipidico dell'epidermide, mentre lo sbalzo con la temperatura esterna rischia di mettere sotto pressione il microcircolo e irritare i capillari. Negli ambienti chiusi, umidifica sempre l'aria e vaporizza spesso sul viso uno spray idratante, meglio se all'acqua termale (dalle proprietà lenitive).

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/freddo-6-consigli-anti-gelo$$$Freddo: 6 consigli anti gelo.
Mi Piace
Tweet