Via le rughe con la ginnastica facciale

  • 1 6
    Credits: Corbis

    "Arrivata ai 40 anni, dopo tanti studi e grande passione per la ginnastica posturale, mi sono chiesta se anche il viso potesse rispondere a esercizi e tecniche per mantenere una sua tonicità. Ho deciso di partecipare ad un corso specifico che si teneva a Roma: un'esperienza fondamentale per comprendere la ricchezza dei distretti muscolari del volto ma soprattutto la consapevolezza che essi possono tonificarsi attraverso esercizi mirati", spiega Lucia Colaiacovo, insegnante di ginnastica posturale, di Pilates e Yoga e Face trainer.

    Con lo studio e l'approfondimento, oggi insegna un suo protocollo personalizzato in base alle varie esigenze del cliente. In realtà però, esistono degli esercizi che tutti noi possiamo fare - bastano solamente dieci minuti al giorno, la mattina e la sera, durante l'abituale routine di bellezza - e che permettono, con costanza, di ottenere grandi risultati in sole tre settimane.

    Abbiamo chiesto alla trainer di 'svelarci' qualche trucco per eliminare le borse sotto gli occhi, evitare che calino le palpebre, che vengano le fastidiose e antiestetiche rughette intorno alla bocca o che inizi a vedersi il doppio mento.

  • 2 6
    Credits: La mia ginnastica per il viso

    Palpebre

    Intorno agli occhi si trovano i muscoli orbicolari e hanno una forma rotondeggiante. Questi muscoli sono il vero e proprio sostegno delle palpebre e la loro azione determina la chiusura e l’apertura dell’occhio. Questo semplicissimo (ma utilissimo) esercizio è in grado di stimolare la circolazione, attenuando le borse sotto gli occhi e rendono più tonici i muscoli. Facendo con costanza questo esercizio riuscirete ad avere uno sguardo più fresco e occhi più aperti. E naturalmente più espressivi!

    Ecco come fare: appoggiate il dito indice curvato sotto la sopracciglia e spalancate l’occhio. Sollevando e fissando la cute, lentamente fate scendere la palpebra superiore verso l’inferiore. Cambiate occhio solo dopo aver ripetuto l'esercizio per 10 volte.

  • 3 6
    Credits: La mia ginnastica per il viso

    Labbra e zigomi

    Esistono moltissimi esercizi che vedono protagonisti un vasto gruppo di muscoli facciali e contribuiscono in maniera determinante al liftare e modellare il viso. Con qualche piccola e semplice mossa si va ad attenuare il cedimento delle guance verso il basso distendendo la ruga naso labiale. E gli zigomi risultano più alti naturalmente.
    Ecco come fare. Intanto occorre imparare un esercizio importante che sta poi alla base di molti altri: aprite la bocca per formare una O e poi spingere le labbra contro i denti nel tentativo di 'mangiarle'. Avvertirete una tensione di tutti i muscoli facciali e una distensione accentuata della ruga naso labiale.

    Una volta che avete imparato questa posizione, fate aderire il palmo delle mani a ventaglio agli angoli della bocca in modo da stirare e sollevare la cute in direzione delle orecchie creando una maggiore resistenza all'azione delle labbra contro i denti.

  • 4 6
    Credits: La mia ginnastica per il viso

    Collo e mento

    Con questi esercizi si contrae la parte anteriore del collo, coinvolgendo principalmente il muscolo platisma: si tratta di un muscolo superficiale e la sua azione è quella di tendere la cute del collo, abbassando la mandibola. Siccome il platisma riveste quasi tutta la linea della mandibola, l’esercizio è efficace non solo per la parte anteriore del collo (eviterete di avere l'antiestetico doppio-mento) ma anche per il contorno del viso.

    Con le mani fissate alla base del collo aprite la bocca e sollevate il mento che si deve spingere in alto fino a chiudere la bocca: immaginate di essere un pesce dentro a un acquario che cerca salendo sulla superficie dell’acqua il cibo.

    Questo esercizio va ripetuto 5 volte e lentamente.

  • 5 6
    Credits: La mia ginnastica per il viso

    L'automassaggio

    L'automassaggio inizia sempre dal collo che va massaggiato con i palmi delle mani allungate dal basso verso l’alto con movimenti di accarezzamento e di distensione della pelle. Nella parte centrale i movimenti sono sempre verticali in direzione del mento mentre nella parte laterale vanno eseguiti movimenti in diagonale dal centro del collo verso l’esterno, fino alle mandibole.

    Poi si prosegue salendo verso il mento e gli zigomi dal centro in direzione delle orecchie e delle tempie. Arrivati alla fonte, dovete continuare a massaggiare, sempre con le dita delle mani distese, tendendo la cute in senso verticale, dall'arcata sopraciliare fino all'attaccatura dei capelli. Tornando alle tempie con i polpastrelli di indice e medio di entrambe le mani, con una piacevole pressione disegnare il numero otto all’altezza delle tempie accentuando la spinta delle dita sempre verso l’alto. Questo massaggio migliorerà la circolazione e distenderà i muscoli frontali.

    Questo automassaggio è molto utile anche per ridurre le emicranie.

  • 6 6
    Credits: Corbis

    All'inizio dovrete avere un po' di pazienza e imparare a conoscere bene la tecnica, provando un esercizio alla volta e cercando di memorizzare il muscolo che prendete inconsiderazione.

    "Ci saranno dei distretti muscolari così assopiti e rilassati che sarà difficile riuscire a sollecitarli fin dall'inizio. Occorrerà un po' di tempo ma questa tecnica vi porterà rapidamente a rieducare i vostri muscoli perché è basata sull'effetto della resistenza. Le mani infatti in molti esercizi saranno utilizzate per creare una resistenza che dovrà essere in opposizione e contraria alla naturale contrazione del muscolo. Per i muscoli più piccoli sarà sufficiente una leggera pressione mentre per i più grandi e profondi una pressione più intensa", conclude la face trainer Lucia Colaiacovo.

    Ricordatevi che per tutti questi esercizi il vostro migliore amico sarà lo specchio!

/5

Pochi esercizi ma mirati per migliorare la propria espressività e ridurre le rughe. Bastano 10 minuti al giorno, la mattina e la sera. Parola di esperto

Contorno occhi, fronte, labbra, guance, collo e décolleté: il nostro viso è formato da una fitta rete di muscoli che sostengono ogni espressione, dai sorrisi ai pianti. La ginnastica facciale è un lifting naturale, basato su esercizi specifici che aiutano a ritardare notevolmente i cedimenti della pelle, intervenendo sui segni del tempo.

Gli occhi appariranno più aperti, la fronte e le palpebre più distese, le borse sotto gli occhi evidentemente attenuate. Inoltre eseguendo alcuni esercizi migliorerà persino la circolazione del sangue e quindi l’espressività. Si può partire dagli esercizi più semplici, utili a prendere confidenza con il proprio viso per poi passare alle tecniche più complesse. Il segreto di tutto ciò è uno solo: la costanza. Un allenamento breve ma regolare e continuato nel tempo.

La mia ginnastica per il viso”, il libro di Lucia Colaiacovo è un vero e proprio ricettacolo di esercizi e massaggi guidati da semplici illustrazioni per allenare tutti i muscoli facciali, rendendoli più forti giorno dopo giorno.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te