Il tempo? Never goes by! 

Il tempo non passa mai, almeno quando si ha un'età anagrafica che oscilla tra i 25 e i 35 anni. Certo non è così per tutte, perché l'invecchiamento, impercettibilmente, inizia già dopo i vent'anni! Quindi, per essere splendide trentenni e avviarsi agli anta senza paura, è bene iniziare a curare la pelle con attenzione anche se si sembra più giovani. Quotidianamente e con trattamenti periodici dallo specialista.

 - 30 Ottobre 2008

COSA CAMBIA NELLA PELLE

«A cominciare dai 30 anni la cute inizia a impoverirsi di acido ialuronico, fibre elastiche e collagene, che costituiscono la sua impalcatura. Appaiono le primissime rughe sottili (perioculari e perilabiali), l'epidermide è meno compatta, il colorito perde luminosità, e si manifestano la prime discromie (solitamente macchie scure) derivate dall'esposizione al sole», spiega il dermatologo Francesco Mazzarella.

BEAUTY ROUTINE

Che fare? «La detersione , si sa, è il primo step per mantere la cute in salute», continua l'esperto. Il detergente  ideale? «Delicato, non schiumogeno, perché i tensioattivi disidratano la pelle, che di tutto ha bisogno tranne che ridurre il suo quantitativo d'acqua: perciò, meglio un prodotto a risciacquo che rispetti il film idrolipidico, naturale difesa cutanea per le aggressioni esterne», dice Mazzarella.  «Di giorno va bene un'emulsione leggera che permetta il make-up, con filtri fotoprotettori (anche durante il periodo invernale!), ma anche oligoelementi e vitamine (A, C, E). Per la notte, quando la cute si rigenera, utilizzare invece texture più ricche: stimolano la produzione di acido ialuronico, collagene ed elastina, e aumentato il ricambio cellulare».

I principi attivi indispensabili? «Acido ialuronico, i  precursori del collagene (come la prolina e l'idrossiprolina), elastina, acido boswellico (inibisce l'impoverimento di collagene ed elastina), alfa e beta idrossiacidi (acido glicolico, acido mandelico, acido piruvico, acido citrico, acido salicilico) con le ormai note attività di peeling e stimolazione dermica».

TRATTAMENTI SPECIALI

«Maschere e scrub devono contenere le stesse sostanze dei trattamenti abituali, ma con concentrazioni più alte e formulate in modo da far penetrare attraverso la pelle in pochi minuti il maggior quantitativo di sostanze attive (vitamina C, retinolo, acido glicolico, oppure sostanze botuliche). Sono ideali le maschere depurative, che contengono caolino e argilla, in grado di eliminare più rapidamente le impurità superficiali e le cellule morte, che hanno un'azione immediata su colorito e luminosità cutanea».

PREVENZIONE INTELLIGENTE

«Alternare le creme abituali a sieri a rapido assorbimento con alte percentuali di principi attivi, che generalmente hanno un effetto lifting immediato su rughe perioculari e perilabiali. Per le zone più delicate come occhi e labbra invece, bisogna utilizzare trattamenti specifici con sostanze light, cioè con una percentuale più bassa di vitamine A e C, alfa e beta-idrossiacidi potenzialmente irritanti».

DAL MEDICO

«I peeling chimici soft sono ideali perché hanno un'azione antiossidante e non aggressiva sulla pelle. Servono a stimolare il turnover cellulare e  la sintesi di collagene. Consentono l'attenuazione di piccole rughe, il miglioramento di macchie solari e di cicatrici post-acneiche. Rendono inoltre la pelle più levigata e luminosa. Sono indicati per tutti i tipi di pelle, la differenza sta solo nella concentrazione degli attivi che vengono utilizzati a seconda del fototipo o del problema da risolvere. I peeling chimici di ultima generazione poi hanno una marcia in più: oltre all'acido glicolico contengono anche nuovi alfaidrossiacidi (AHA) come l'Acido Citrico, betaidrossiacidi (BHA), e alfachetoacidi (AKA), associati a sostanze schiarenti. Queste formule vengono applicate sulle zone da trattare e lasciate agire per pochi minuti: si vaporizza poi sulla zona dell'acqua termale e infine si applica una maschera idratante. Sono trattamenti che vanno programmati all'inizio della primavera, durano circa 20 minuti a seduta, e vanno ripetuti ogni 10 giorni per almeno 3 o 4 volte».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/il-tempo-never-goes-by2$$$Il tempo? Never goes by!
Mi Piace
Tweet