Intervista a Simon B. 

di Neva Ganzerla  - 13 Ottobre 2009

Com'è nata la tua passione per il trucco?

Ho sempre avuto modo di giocare col make up e coi colori. Da bambino mi divertivo moltissimo a truccare gli amici per il carnevale, quindi posso dire di essere nato con la vocazione per il trucco. Inoltre ho sempre amato l'arte e la pittura.

Qual'è stata la tua formazione professionale?

Non c'è stato un vero e proprio percorso. Dopo i primi giochi con le maschere ho continuato per divertimento e passione col trucco sposa e nel frattempo frequentavo l'università. Poi ad un corso di pittura ci venne chiesto di dipingere con carboncino e sanguigna il viso di un compagno: fu estremamente gratificante e stimolante lavorare sulla tridimensionalità del viso. Da lì frequentai corsi specializzati e continuai con il trucco sposa, poi arrivarono altri lavori più importanti, fino alla creazione di look per le sfilate.

Parlando di sfilate, quali sono le difficoltà che incontri?

Prima di tutto i tempi stretti. Le modelle saltano da una passerella all'altra e a volte arrivano al trucco pochissimi minuti prima della sfilata. È molto difficile lavorare di corsa e fare un lavoro perfetto!

E poi un altro grande ostacolo è la pelle imperfetta. Quando non si cura la pelle il make up non dura. Se la tela è rovinata non puoi sperare di fare un bel dipinto.

Come avere una pelle perfetta?

Dipende dal tipo di pelle, ogni viso è unico. La cosa però che vale per tutte è imparare a  struccarsi sempre. Di notte la pelle deve essere libera dal trucco e dallo sporco accumulato durante il giorno.

Trucco: cosa aspettarsi per la prossima primavera/estate?

Credo sia presto per parlarne, però potremo di certo salvare alcuni colori della palette autunnale: nero, bronzo e beige per gli occhi e per la bocca il rosa che è tornato alla grande! Bisogna giocare con le sfumature, oggi le texture proposte sono facilissime da usare, truccarsi è facile come un gioco.

I 5 prodotti fondamentali

Struccante, correttore, una base leggera, rossetto e kajal marrone.

Come trasformare il trucco giorno in un trucco sera?

Semplicemente  truccando la parte inferiore dell'occhio con il kajal per un effetto smokey.

Qualche indicazione in particolare per le donne moderne?

Ispiratevi alla storia dell'arte per giocare col look e trovare il vostro stile.

Le giovanissime non devono invecchiarsi con un trucco troppo pesante e le "over" devono limitarsi a tonalità naturali e solari. Credo che la vera bellezza sia espressione dell'anima e il trucco è un valido aiuto per sublimarla.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/intervista-a-simon-b$$$Intervista a Simon B.
Mi Piace
Tweet