L’abbronzatura? È diventata glam grazie a Chanel

  • 1 4

    A quei tempi la differenza di classe sociale si misurava (anche) dal candore della pelle.

    Le signore della buona società passeggiavano con l'ombrellino perché la pelle diafana era sinonimo di aristocrazia, mentre le donne del popolo erano abbronzate perché costrette a lavorare (magari nei campi o comunque all'aria aperta).

    Fu proprio Coco Chanel, assidua frequentatrice delle stazioni balneari e amante delle attività all'aria aperta, una delle prime donne a osare l'abbronzatura. E trasformare in moda l'eleganza di una pelle dorata, senza artifici, vestita appena di un colore ambrato.

  • 2 4

    COLORE "BONNE MINNE"
      È con questo spirito che la Ricerca Chanel ha messo a punto Soleil Identité, un trattamento "self tan" che rende il viso naturalmente dorato e uniforme, come dopo una passeggiata all'aria aperta.
      Il merito è della formula-trattamento che unisce al dha (l'attivo più utilizzato negli autoabbronzanti) l'eritrulosio, un complesso che rende la colorazione del viso, graduale uniforme e naturale. Personalizzati a seconda del fototipo (pelle chiara e olivastra) i due Soleil Identité hanno un spf 8 e pigmenti soft focus per scaldare il tono della pelle, mentre attivi come l'estratto di pomodoro e giglio bianco distendono i tratti e illuminano il viso. L'applicazione, poi, è resa più piacevole dalla fragranza gourmand creata appositamente per Soleil Identité: una nota fruttata e vanigliata che ricorda le praline.
     
      Soleil Identité Précision di Chanel è disponibile in versione Doré per le pelli chiare e Intense per quelle olivastre.

  • 3 4

    Cote d'Azur
      Una cipria compatta con quattro diverse tonalità illuminanti, da utilizzare da sole per sottolineare e illuminare le guance, o mescolate tra loro per regalare al viso un aspetto "bonne minne" immediato. Il pennello ultrapiatto ha lo stesso formato delle singole fasce, per rendere più facile l'applicazione.

    Ispirata ai suoi luoghi di villeggiatura preferiti, Poudre Soleil fa parte della collezione Cote d'Azur de Chanel per l'estate 2009, e reinterpreta la prima linea di cosmetici solari creata da Madmoiselle nel 1929.
     
      Poudre Soleil 4 Lumières Chanel, euro 48,00.

  • 4 4

    A quei tempi la differenza di classe sociale si misurava (anche) dal candore della pelle. Le signore della buona società passeggiavano con l'ombrellino perché la pelle diafana era sinonimo di aristocrazia, mentre le donne del popolo erano abbronzate perché costrette a lavorare (magari nei campi o comunque all'aria aperta). Fu proprio Coco Chanel, assidua frequentatrice delle stazioni balneari e amante delle attività all'aria aperta, una delle prime donne ad osare l'abbronzatura. E trasformare in moda l'eleganza di una pelle dorata, senza artifici, vestita appena di un colore ambrato.

    L'intramontabile stile di Chanel

    Tutte pazze per Chanel

    Coco avant Chanel. Al cinema la vita della grande stilista

/5

A quei tempi la differenza di classe sociale si misurava (anche) dal candore della pelle. Le signore della buona società passeggiavano con l'ombrellino perché la pelle diafana era sinonimo di aristocrazia, mentre le donne del popolo erano abbronzate perché costrette a lavorare (magari nei campi o comunque all'aria aperta). Fu proprio Coco Chanel, assidua frequentatrice delle stazioni balneari e amante delle attività all'aria aperta, una delle prime donne ad osare l'abbronzatura. E trasformare in moda l'eleganza di una pelle dorata, senza artifici, vestita appena di un colore ambrato.

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te