Mani in primo piano: i last minute "estremi" 

Per chi va in vacanza al mare o in montagna. O per chi rimane in città. Ecco i trattamenti beauty & wellness specifici per le mani durante le vacanze. Rigeneranti, preventivi. Che aiutano mani e unghie a vincere la sfida contro freddo, inquinamento o smog.

di Cristiana Gentileschi  - 22 Dicembre 2008

Dopo il volto, sono la seconda parte del corpo più osservata, ma anche quella che invecchia più precocemente: 5 più di viso e collo, per via della continua esposizione agli stress quotidiani (agenti atmosferici, inquinamento, contatto con l'acqua, lavori manuali,...). Salvaguardarle, quindi, diventa un imperativo per conservarne la bellezza. Soprattutto d'inverno.

Ecco perché è bene provvedere con trattamenti specifici preventivi e curativi per chi ha in programma vacanze in montagna o al sole dei tropici. In più, un protocollo "city - wellness" per chi resta a casa, capace di rigenerare pelle e mente, grazie all'atmosfera rasserenante immediatamente riconosciuta dal software neurologico del cervello.

Al mare - Cocktail antiossidante ultraprotettivo.

È un trattamento a base di melograno e fico, adatto a contrastare l'effetto di radiazioni solari, sale e calore. Il rosso del frutto del melograno, infatti, contiene potenti antiossidanti naturali che contrastano efficacemente l'azione nociva dei radicali liberi, amplificata dai raggi solari, donando un aspetto tonico e uniforme alla pelle.

Come si fa

Si inizia con lo studio della linea dell'unghia che meglio si armonizza con la mano.  Si prosegue con un peeling su tutta la mano fino al gomito che, favorendo l'eliminazione del corneo, migliora la penetrazione dei principi attivi e leviga la superficie rendendo la cute morbida e compatta. Dopo aver asportato il peeling, le mani vengono immerse  in una bacinella con acqua tiepida e una pallina effervescente purificante. Poi si passa alle cuticole, applicando dell'olio di germe di grano ammorbidente e modellando con un bastoncino d'arancio cuticola e pellicine. «Che non vanno mai tagliate - ricorda l'estetista Francesca De Roma - per non compromettere la funzione di barriera di protezione delle matrici ungueali dalle infezioni batteriche e per mantenere una linea estetica curata e perfetta». Solo a questo punto inizia il trattamento vero e proprio: si stendono e si massaggiano alcune gocce di olio di vinaccioli antiossidante, si applica la maschera al melograno, immergendo per 5 volte la mano in un bagno di paraffina cosmetica all'arancio e vaniglia (ad azione stimolante e rigenerante) e la si lascia riposare in un guanto di cotone per 10 minuti, così da favorire l'assorbimento degli attivi. Il trattamento si conclude con un massaggio con una crema protettiva ricca di emollienti naturali, come beta glucano (che potenzia le difese cutanee), fitoestratti di piante e fiori. Infine, se lo si desidera, si stende lo smalto. Costo: 55 euro a seduta.

Il consiglio in più - Per la cura quotidiana, applicare un siero all'acido cogico, seguito da una crema ultra soft protettiva con SPF 30, ricordando di stenderla più volte al giorno.

In montagna -  Bomba supernutriente    È un trattamento a base di  latte e miele, ideato per mani sottoposte a freddo intenso (vaso costringente) e vento (disidratante) in montagna.

Come si fa -  Dopo la cura dell'unghia, si tratta la pelle con un peeling, steso fino al polso, a base di proteine del latte che ammorbidiscono e rendono la pelle setosa, mentre gli umettanti naturali del miele la nutrono e la idratano. Poi, si applica una "crema-burro", ricca di sostanze emollienti e nutrienti, seguita da una maschera proteica (latte) e addolcente (miele). Si fa seguire un'immersione in un bagno di paraffina cosmetica alla rosa e geranio (calmante e decongestionante), ripetuta per 5 volte, concludendo con un massaggio con una crema alle proteine del latte ultra-setificante. Costo: 55 euro a seduta. Il consiglio in più - Al freddo, oltre a proteggere sempre le mani con i guanti, serve apportare un costante nutrimento alla pelle usando un trattamento specifico intensivo a base di emollienti naturali, vitamina E e proteine che ammorbidisce e idrata in profondità, da stendere più volte al giorno.

In città - Hand cocooning   Per chi decide di visitare una città d'arte o semplicemente resta a casa, è perfetto il Trattamento Spa Sensoriale, utile anche a coccolarsi un po'. Si esegue in un ambiente rilassante, avvolti da musica e profumi che aiutano a distendersi e liberare la mente,  praticando specifiche metodiche anti-stress.

Come si fa Si inizia con la scelta di un elisir spray più adatto alle condizioni psicofisiche della persona, da nebulizzare nell'ambiente e per inumidire le salviettine usate durante il trattamento. Dopo la manicure, si passa a un peeling ai sali marini, ricco di oligoelementi e vitamine, immergendo poi le mani in un recipiente con acqua e petali profumati. A questo punto, si trattano  le cuticole con un prodotto all'acido acetilsalicilico (cheratolitico) e la pelle con una fiala d'acido ialuronico (superidratante e liftante) seguita da una maschera-crema (ammorbidente e restituiva), lasciando che la pelle assorba i principi attivi nel caldo tepore di  un morbido guanto per una decina di minuti. Per finire, un massaggio con una particolare crema sensoriale (imbibita di oli essenziali profumati) che regala setosità e trasparenza all'epidermide, ma anche serenità allo spirito tramite la stimolazione olfattiva. Costo: 55 euro a seduta.

Il consiglio in più - Al mattino prima di uscire o nei ritagli di tempo durante la giornata, basta un piccolo gesto per ricordare che anche le nostre mani valgono. Per "trattarle coi guanti", dunque, basta ammantarle di un vello protettivo, mediante una crema soffice e non unta, ma corredata di filtro solare.

DOVE: Skin Care One, tel. 02-48518912, via Boccaccio 15 - Milano.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/mani-in-primo-piano-i-last-minute-estremi$$$Mani in primo piano: i last minute "estremi"
Mi Piace
Tweet