Pelle secca, cause e rimedi

Credits: Shutterstock
/5

Alla base ci sono il freddo e il vento. E una pelle particolarmente sensibile così come una scarsa idratazione e l’utilizzo di prodotti aggressivi

Cosa significa avere la pelle secca?

Si parla di pelle secca quando una pelle è carente di lipidi, ha un aspetto sottile e fragile, appare poco elastica, disidratata e squamata. Un'adeguata idratazione è quindi indispensabile per garantire elasticità alla pelle sia del viso sia del corpo: succede infatti che quando l'apporto di acqua nello strato più superficiale dell'epidermide si riduce, la pelle diventa più secca (addirittura, se trascurato, questo fenomeno può causare persino un'intensa xerosi cutanea con profonde ragadizzazioni).

Come si capisce se la pelle è secca?

La pelle secca risulta leggermente squamata, sottile, poco elastica e soprattutto molto fragile, soprattutto se si tratta di pelli molto delicate: anche il colorito è spento, opaco e poco sano. Un'epidermide secca oltre a presentarsi ruvida al tatto ha anche una trama irregolare. Per non parlare d'invecchiamento precoce perché una pelle secca ha molte più rughe rispetto ad una più grassa. Il grado di disidratazione (in termini medici) viene valutato attraverso il corneometro, uno strumento in grado di stimare il contenuto idrico dell'epidermide basandosi essenzialmente sull'analisi delle proprietà elettriche della cute.

Di che pelle secca sei?

Se avete la pelle molto secca significa che il contenuto idrolipidico dello strato corneo è decisamente inferiore rispetto alla norma. Ecco perché occorre distinguere tra una pelle semplicemente disidratata e cioè dove il deficit interessa la componente idrica (sul viso ad esempio la pelle appare lucida, con pori dilatati e i punti neri) da una pelle alipidica e cioè carente di lipidi dove la secchezza cutanea è dovuta ad un'insufficiente secrezione sebacea.

In entrambi i casi la minore produzione di grassi rende la pelle più fragile e soggetta a rughe e invecchiamento precoce.

Dove si secca di più la pelle?

L'epidermide si squama ovunque, più facilmente su braccia, mani, gambe e soprattutto sull'addome. Una pelle sana è rivestita da uno strato sottile di lipidi naturali e di sostanze grasse: sono questi elementi che mantengono la pelle idratata, morbida ed elastica. Al contrario, la pelle si secca se si rimuovono queste sostanze lasciando la pelle vulnerabile. Spesso come abbiamo detto sono problemi esterni a causare questa condizione, ma a volte, la causa è proprio interna (si beve poco oppure si stanno assumendo farmaci particolari).

Quando è l'acqua a seccare la pelle

L'acqua, specie se calda, può rimuovere le sostanze naturali che proteggono la pelle. Intanto cercate di preferire la doccia al bagno. Non solo: i dermatologi consigliano di limitare il tempo sotto la doccia a pochi minuti utilizzando acqua tiepida e non bollente e finire il tutto con un getto di acqua fredda. Un altro consiglio? Mentre vi insaponate, spostate il soffione della doccia così riducete il tempo di esposizione della vostra pelle all'acqua.

Occhio al sapone!

Il sapone può rimuovere velocemente le sostanze protettive della pelle. Quindi, a meno che non siate un bambino appena rientrato da una partita di calcio nel fango, le uniche zone del corpo che necessitano dell'utilizzo di sapone o di un detergente sono viso, mani, piedi, inguine e ascelle. Il resto del corpo può essere solo risciacquato con dell'acqua. Inoltre si tende quasi sempre a scegliere il sapone meno adatto, optando per detergenti aggressivi e antibatterici che producono molta schiuma e lasciano una bella sensazione di pulito ma che seccano moltissimo la pelle. Ecco perché occorre puntare su detergenti delicati neutri.

Rimedi naturali

Per il viso (ma anche per il corpo) provate con una buona dose di miele combinato con l’azione emolliente dell’olio - potete utilizzare il semplice olio d'oliva oppure se preferite quello d'Argan o mandorle dolci o ancora l'olio di cocco. Potete applicarlo dopo la doccia oppure come una maschera e lasciarlo agire per 30 minuti e risciacquare il tutto con acqua tiepida. Se volete potete aggiungere qualche goccia di olio essenziali di limone.

Ricordatevi di non strofinare viso e corpo energicamente una volta finita la doccia ma di tamponare il tutto con un panno di lino, molto più delicato, così da non irritarlo.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te