Come trattare la pelle sensibile 

Si arrossa, pizzica, persino l’acqua può scatenare reazioni. Forse la tua epidermide è troppo delicata. O forse sta solo attraversando un momento difficile

di Laura D'Orsi

La xerosi, questo il termine medico dell’epidermide disidratata, è sempre più diffusa e, oggi, può riguardare anche chi ha la pelle normale. La colpa è delle sempre più numerose aggressioni cui è esposta: smog, fumo, stress, persino comportamenti sbagliati a tavola.


Già dal mattino è bene utilizzare un latte detergente specifico per una pulizia ultra-delicata. Evitare i normali saponi e i risciacqui con acqua troppo caldo o troppo fredda (l'acqua del rubinetto, ricca di calcare, può provocare irritazioni). Tonificare la pelle con un tonico senza alcool, ma addizionato con sostanze decongestionanti e lenitive. Infine, è fondamentale scegliere una crema specifica per pelli sensibili e con couperose. Mentre la sera, dopo aver ripetuto le stesse procedure di detersione , aggiungere una crema non grassa arricchita con sostanze restitutive e normalizzanti.

Già dal mattino è bene utilizzare un latte detergente specifico per una pulizia ultra-delicata. Evitare i normali saponi e i risciacqui con acqua troppo caldo o troppo fredda (l'acqua del rubinetto, ricca di calcare, può provocare irritazioni). Tonificare la pelle con un tonico senza alcool, ma addizionato con sostanze decongestionanti e lenitive. Infine, è fondamentale scegliere una crema specifica per pelli sensibili e con couperose.
Mentre la sera, dopo aver ripetuto le stesse procedure di detersione , aggiungere una crema non grassa arricchita con sostanze restitutive e normalizzanti.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/viso-e-corpo/pelle-sensibile-trattare$$$Come trattare la pelle sensibile
Mi Piace
Tweet