Prima e dopo: Alessandro diventa più... rubacuori 

Questa settimana per il nostro tradizionale "prima e dopo", abbiamo scelto un lettore. Dedicato a tutti gli uomini a cui piace piacere

di Susanna Macchia  - 12 Gennaio 2006

Questa settimana abbiamo fatto uno strappo alla regola. E, per il nostro tradizionale “prima e dopo”, abbiamo scelto un lettore. Ma non ci siamo limitati a cambiare il suo look. Visto

che di cosmetici non se ne intendeva proprio, gli abbiamo anche insegnato a usarli. Una lezione divertente che puoi far leggere al tuo lui

«Gli uomini si dividono in due categorie: quelli che si mettono le creme e quelli che se le metteranno» dice l’esperto di immagine Daniele Renica Noé. Nel senso che, prima o poi, anche i maschi più irriducibili, convinti del fatto che i cosmetici siano solo “cose da femmine”, finiranno per capitolare. Lo affermano, prima di tutto, i dati di mercato: la vendita di trattamenti maschili è cresciuta del 30 per cento nel corso dell’ultimo anno (parliamo di una spesa pari a 279 milioni di euro solo nel 2004). E lo conferma anche il piccolo esperimento che Donna Moderna ha fatto con il nostro lettore Alessandro Mauri. Lui, zero esperienza in fatto di cosmetici, spronato dalla sua fidanzata, ci ha scritto per cambiare un po’ il suo look.  Noi abbiamo colto l’occasione al volo e, oltre a dare una svolta alla sua immagine, gli abbiamo fatto un minicorso intensivo di bellezza. Ecco cosa è successo.

La rasatura

Il primo passo è stato facile: fare la barba con il rasoio elettrico. Qui, tanto per usare una metafora calcistica e quindi tradizionalmente maschile, giocava in casa. Sapeva cosa fare e come fare. Anche se, ci ha confessato: «Ho la pelle delicata e una peluria sottile, quindi preferisco la rasatura ad acqua». Il consiglio dell’esperto? «Radersi durante o subito dopo la doccia. Con l’acqua e il vapore, i peli si idratano e facilitano la rasatura. In pratica, i peli sono un po’ come gli spaghetti: da crudi sono difficili da tagliare, mentre quando sono lessati diventano morbidi e si tagliano facilmente» dice David Orentreich, dermatologo americano, ricercatore per la casa di cosmetici Clinique.

Lo scrub

Subito dopo è stata la volta dello scrub e della maschera idratante. Qui, Alessandro era molto perplesso. Lo scrub non sapeva neanche cosa fosse e, per quanto riguarda la maschera, gli sembrava un oggetto utile per un travestimento teatrale più che un trattamento di bellezza. «Lo scrub (cioè l’eliminazione delle cellule morte che si depositano sulla superficie della pelle) è importantissimo per gli uomini. Prima di tutto perché, per motivi ormonali, la cute maschile è più oleosa e quindi ha bisogno di una pulizia molto profonda. Poi, perché una corretta esfoliazione aiuta a prevenire la formazione di peli incarniti» dice il dermatologo.

La maschera

Subito dopo lo scrub, o dopo la rasatura, la pelle ha bisogno di essere reidratata e di ritrovare comfort. «La maschera serve proprio a questo» continua Orentreich. Ma se questo trattamento si può fare una volta alla settimana, tutti gli uomini dovrebbero prendere confidenza con le creme idratanti. Il nostro lettore ha esaminato il vasetto con sospetto. E solo dopo averlo annusato si è deciso a spalmare il prodotto sul viso. «Ma a che serve?» ha chiesto Alessandro. «A mantenere la pelle sana» dice il dermatologo. «Cioè giovane ed elastica. Ma anche liscia e setosa. Quindi più facile da radere».

Il taglio

Finito il nostro “corso di bellezza”, Ale aveva una pelle meravigliosa. «Mai stata così» ha detto. E, a questo punto, è intervenuto l’hair stylist di Compagnia della Bellezza, Cristian Sinopoli. Che, facendogli un taglio con ciuffi di lunghezze diverse, a effetto volutamente un po’ spettinato, lo ha reso più affascinante e moderno (non a caso, questo taglio si chiama “Bello”). Il commento finale di Alessandro sull’esperimento? «Da domani, par condicio per i turni in bagno. E, mentre la mia fidanzata si trucca, io mi metterò l’idratante!».

Alessandro Mauri

31 anni di Vimercate (MI)

Alessandro lavora per Brand 039, una società creata

con due amici. «Produciamo siti Internet» spiega. «Il nostro obiettivo è fare pagine web accessibili a tutti, anche ai disabili». Alessandro divide il tempo libero tra il volontariato e la fidanzata. È lei che lo ha convinto

a scrivere a Donna Moderna.

proponiti per un servizio »

guarda i servizi delle scorse settimane  »

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/prima-e-dopo-alessandro-diventa-piu-rubacuori$$$Prima e dopo: Alessandro diventa più... rubacuori
Mi Piace
Tweet