Solari: cosa c’è da sapere per una protezione top

Credits: Corbis
1 8

Da uno studio scientifico risulta che chi si protegge adeguatamente dai raggi solari dimostra 4 anni meno della propria età. Il che non vuol dire solo schermarsi al mare o in montagna, ma anche in quelle situazione di "sole involontario", cioè in città. Secondo un rapporto Eurisko 2011, solo il 31% pensa a proteggere la pelle anche quando non si espone direttamente al sole.

"Per ottimizzare l'efficacia del solare o dell'idratante dotato di SPF, occorre usare anche in città una crema antiossidante. In molti prodotti di ultima generazione le due funzioni (protettiva e antiage) sono associate. - dice la dermatologa Magda Belmontesi.

Gli UV aumentano lo stress ossidativo, riducono il collagene e alterano i pigmenti, favorendo l'insorgenza di macchie cutanee. Gli studi hanno dimostrato che i danni da photoaging (macchie e rughe in primis) possono apparire entro 6 mesi dall'esposizione al sole.

/5

Lo sapevi che chi si protegge dal sole sembra più giovane? Le ultima novità per abbronzarti senza rischi. E le regole di sempre da ripassare prima di esporti al sole.

Proteggersi dal sole dalla A alla Z: consulta la guida per sciogliere tutti i tuoi dubbi

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te