Tanto lavoro per sembrare acqua e sapone 

Pensate davvero che esistano dei volti talmente perfetti da non aver bisogno di nulla? Non è così nemmeno per le attrici più splendide del momento. Anche per loro il trucco c'è. Ma non si vede

di Lucio Dori  - 02 Maggio 2006

Gwyneth è bella proprio perché è così, naturale e semplice. Come la vedete. «Per quanto riguarda la bellezza, richiedo poca manutenzione» scherza la Paltrow. Beata lei, che anche senza trucco ha comunque un viso sano e pulito, dalla pelle morbida, tesa e compatta. Praticamente perfetta. Talmente perfetta che potrebbe permettersi di non farsi mai il make up. Certo, madre natura ci ha messo lo zampino. «Con una pelle acqua e sapone, trasparente e vellutata, ci si nasce» precisa la dermatologa Ginevra Baggini. «Però aiuta anche bere tanto, fare sport, non fumare».

Bere perché ci si purifica.

«L’acqua permette alle cellule di funzionare al meglio, quindi anche di eliminare le tossine» dice Ginevra Baggini. «Ne bastano sei bicchieri al giorno, non sono tanti. Il giusto per purificarsi dall’interno, perché anche l’intestino si risveglia».

Fare sport perché ci si ossigena.

L’attività fisica ripulisce il sangue (e alla fine la pelle), grazie all’ossigeno, che viene pompato con forza dappertutto.

Non fumare perché la pelle si spegne.

«La nicotina spacca i vasi capillari, “intasando” gli scambi» dice la dermatologa. «E l’epidermide si ingrigisce. Va detto però che più la pelle è bella, più è fragile. Basta poco per arrossarsi e screpolarsi».

E noi, che abbiamo visi normali, con qualche segno e i pori dilatati, come possiamo ottenere l’effetto naturale? Un vero esperto di make up, Sandro Mambri, ci dà questi consigli.

Esfoliare perché
passare una volta alla settimana un prodotto specifico aiuta a rimuovere le cellule morte e attiva la microcircolazione sottocutanea.

Idratare perché
bisogna garantire alla pelle una bella riserva d’acqua. Non basta la crema di base, ci vuole anche il siero, da utilizzare ogni giorno, prima del make up. In questo modo si agevola il lavoro delle cellule.

Una crema colorata perché
dà al viso un aspetto sportivo e sano. Naturalmente deve essere leggera, da scegliere in base alla tonalità del proprio colorito. Mentre una cipria compatta lo rende uniforme e levigato. Per dare un tocco di luce in più, basta spennellare delicatamente gli zigomi con un fard rosa.

Un ombretto color carne perché
dà luce agli occhi, mentre uno sui toni del visone, da sfumare solo all’angolo superiore della palpebra, rende lo sguardo più intenso.

Un lucidalabbra perché
dona freschezza al sorriso. Se preferite il rossetto, sceglietene uno leggero. E per avere labbra naturali, basta disegnare il contorno con una matita rosata, che lo rende più morbido.

Tipi di pelle

Tipo A

È la pelle chiara e fragile, che si screpola e si arrossa facilmente. Per un effetto più naturale, usate un fondotinta liquido leggero nei toni del beige, da applicare con una spugnetta umida.

Tipo B
È quella mediterranea, più robusta. Il segreto per un trucco acqua e sapone è riscaldarla con un fondotinta beige dorato, che si armonizzi con il colore di occhi e capelli.

Tipo C
Sono le pelli olivastre, che tendono a essere aride. Per loro, un fondotinta semicremoso sul beige caldo, per correggere il grigiore che possono avere. E per ammorbidire i lineamenti, illuminate le labbra con colori caldi.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/tanto-lavoro-per-sembrare-acqua-e-sapone$$$Tanto lavoro per sembrare acqua e sapone
Mi Piace
Tweet