Un incontro importante 

Come presentarsi? Voi ci avete risposto così: con i capelli  in ordine (58%); con il vestito giusto (27%);  con il trucco impeccabile (15%)

di Silvia Verratti  - 14 Settembre 2005

Le donne non hanno dubbi. Se

vogliono sentirsi belle, con una messa

in piega fresca di parrucchiere sono

già a metà dell'opera. Lo confessano nel nostro sondaggio esclusivo 400 italiane: la pettinatura giusta viene prima del look e perfino della cura del viso. Perché è alla portata di tutte. E svela, al primo sguardo, come siamo davvero.

Una volta, quando si cercava qualche tratto positivo in una ragazza irrimediabilmente brutta, si diceva: «Però ha dei bei capelli». Adesso, le cose sono molto cambiate. E i capelli sono diventati una delle più importanti armi del fascino femminile. Tanto che, come dimostra il sondaggio fatto da Swg per Donna Moderna su 400 donne tra i 18 e i 64 anni, per quasi sei italiane su dieci farsi scoprire con la testa in disordine da una persona importante (che sia un uomo, la futura suocera o il capufficio non fa differenza) è molto più imbarazzante che essere vestite male o non avere un filo di trucco sul viso. «Il dato non deve stupire» spiega Francesca Puggelli, docente di psicologia sociale all'Università Cattolica di Milano.

«La società tende sempre di più a legare la bellezza o, quantomeno, l'aspetto estetico, al valore di una persona. Il giudizio, però, non può essere legato solo all'abbigliamento, perché la moda, oggi, è tanto varia e propone accostamenti di stili così estremi che, a volte, è difficile giudicare se una donna è vestita in modo molto attuale o ha scelto dei capi con dubbio gusto. Anche il make up non fa testo: molte persone non amano truccare il viso, ma non per questo sono sciatte o trasandate.

I capelli in disordine, invece, sono irrimediabilmente colpevoli. Anche perché, con tutti i prodotti specializzati che ci sono in commercio, non curarli è segno di trascuratezza». Un altro dato curioso del sondaggio è che sei intervistate su dieci affermano che i capelli bianchi invecchiano più delle rughe. «In questo caso, si tratta soprattutto di un fatto culturale. Nell'immaginario collettivo, infatti, la persona anziana non è quella con il viso segnato, ma con la testa candida» continua la psicologa. «E, comunque, le rughe hanno una giustificazione.

Sono segni di espressione, le ha causate il sole, sono il risultato di una notte insonne. Noi non possiamo farci niente, se non ricorrere al botulino o alle iniezioni di collagene. I capelli, invece, si tingono in mezz'ora nel bagno di casa». Insomma, le donne non accettano di vedersi (e farsi vedere) con la testa in disordine. E vogliono che i loro capelli abbiano ben quattro qualità. E cioè, devono essere lucidi, folti, morbidi e sani. Il sondaggio dice che queste caratteristiche sono importanti allo stesso modo. Per questo nelle prossime pagine, con l'aiuto di parrucchieri, dermatologi e psicologi, diamo i trucchi e i consigli per realizzare tutti e quattro i vostri desideri. Così nessuno potrà dire: «Sarebbe bella, peccato per quei brutti capelli».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/viso-e-corpo/un-incontro-importante$$$Un incontro importante
Mi Piace
Tweet