Vuoi farti bella? Si fa così 

Certi gesti non sembrano richiedere alcuna abilità. Invece, se si eseguissero "a regola d'arte", renderebbero di più in meno tempo: diventare esperte conviene!

di Laura D'Orsi  - 22 Novembre 2007

Sembra facile mettere il fondotinta, applicare il balsamo o spruzzare il profumo. Sono gesti praticamente quotidiani, ripetuti mille volte, che non dovrebbero avere segreti. Invece, non è così. Perché a volte i risultati sono quelli che ci aspettiamo. Altre volte, il fondotinta macchia la pelle, il balsamo appesantisce i capelli, il profumo dura pochi minuti e noi ci domandiamo perché. Ecco le risposte che ci hanno dato i nostri esperti. E tutti i trucchi da professionisti per rendere davvero perfetta la beauty routine quotidiana.

STRAPPARE LE SOPRACCIGLIA SENZA CHE DIVENTINO ASIMMETRICHE

«Il segreto per avere le sopracciglia simmetriche è semplice, basta stare alla distanza giusta dallo specchio» dice Daniele Renica Noè, truccatore di sfilate. «Se l'immagine riflessa è solamente quella dell'arco da sfoltire, infatti, è difficile rendersi conto di quanto bisogna intervenire. E si rischia di strappare troppo». Inizia a togliere qualche pelo, poi allontanati dallo specchio in modo da poter vedere tutto il viso, e procedi così. Per essere più precisa con le pinzette, puoi usare uno specchio ingranditore. L'importante è che ti allontani spesso per controllare il lavoro. Attenta anche all'illuminazione. L'ideale è che vi siano dei punti luce sia a destra sia a sinistra. Se hai qualche dubbio su come ridisegnare l'arco, prova a coprire con una matita bianca o beige i peli da togliere. «In questo modo, si riesce ad avere una visione del risultato finale. E non si sbaglia» conclude il make up artist.
Per ritoccare e perfezionare le sopracciglia ci vuole una matita apposita. Come Phyto-Sourcils Perfect di Sisley (32,50 euro).

APPLICARE BENE IL CORRETTORE SENZA FORMARE MACCHIE SULLA PELLE

«Le occhiaie sono tra le imperfezioni più difficili da mimetizzare. Perché, per fare le cose bene, si deve essere di mano leggera. Il correttore, infatti, è denso e, più se ne mette, più è difficile sfumarlo. Invece, tutti tendono a usare strati su strati di prodotto. Con il risultato che si vedono bruschi stacchi di colore rispetto al fondotinta» osserva Renica Noè. Scegli uno stick giallo chiaro per nascondere le occhiaie blu, oppure uno malva se virano al marrone, e sfumalo sulle zone scure. Poi, stendi un correttore di una tonalità più chiara rispetto al fondotinta. Applicalo dall'incavo interno dell'occhio verso l'esterno, usando le dita o una spugnetta. Metti il fondotinta, picchiettandolo  sopra ai correttori, per fondere le diverse tonalità di colore. Infine, schiarisci l'angolo interno dell'occhio con una matita chiara. «Questo punto-luce distoglie l'attenzione dalle occhiaie» spiega il truccatore.
 Il correttore più facile da usare è in stick. Per esempio, Coverstick di Deborah (7,90 euro) arricchito dalle vitamine A, C ed E.

CURARE LE BORSE SOTTO AGLI OCCHI SENZA CHE APPAIANO PIÙ EVIDENTI

Le borse sotto gli occhi compaiono perché c'è un rallentamento della circolazione, che fa trattenere i liquidi in eccesso. «La soluzione migliore è usare un prodotto specifico. A base di caffeina, che stimola il metabolismo delle cellule, e flavonoidi, che danno una sferzata alla microcircolazione» dice la dermatologa Magda Belmontesi. «Mettere la crema idratante, invece, è un grosso errore. Perché contiene ingredienti che tendono a trattenere l'acqua nei tessuti, aumentando il gonfiore». Quando applichi il prodotto, fai anche un piccolo linfodrenaggio. Con la punta di indice e medio, percorri la zona dall'interno all'esterno dell'occhio più volte. Se hai più tempo, prima di mettere il cosmetico, fai un impacco freddo. Basta un cubetto di ghiaccio avvolto in una garza, da lasciare sulla zona per 5 minuti. O una bustina di camomilla, che è calmante e drenante, tenuta in freezer per questo scopo.

Per togliere le borse dagli occhi ci vuole una crema specifica. Come Concura Cancella di Diego dalla Palma (35 euro).

METTERE IL BALSAMO SENZA APPESANTIRE I CAPELLI

Molti mettono il balsamo come fosse uno shampoo, a partire cioè dalla sommità del capo. E poi si stupiscono se i capelli sono pesanti. «Il balsamo non deve detergere, ma ristrutturare. Per questo va applicato da metà lunghezza fino alle punte, dove i capelli sono danneggiati» dice l'hairstylist Stefano Milani. «Alle radici, invece, sono “nuovi” e non hanno bisogno di grandi cure. Anzi, mettere troppo balsamo vicino al cuoio capelluto serve solo ad appesantire la capigliatura». Dopo aver sciacquato i capelli, tamponali con l'asciugamano. Metti sul palmo della mano una noce di balsamo, quindi sfregala contro l'altra tenendo in mezzo i capelli. Continuando a massaggiare, risali verso le radici, senza, però, raggiungerle. Tieni in posa per un paio di minuti, poi districa i capelli con un pettine a denti larghi e, infine, sciacqua con abbondante acqua appena tiepida.
Per rivitalizzare i capelli spenti e stressati, prova un balsamo ricco ma leggero: Nutri-Vitalità di Nivea Hair Care (2,80 euro).

SPRUZZARE IL PROFUMO SENZA CHE SVANISCA TROPPO IN FRETTA

Perché duri a lungo, il profumo deve essere messo sui punti caldi della pelle. «Sono quelli dove l'epidermide è sottile e si possono sentire le pulsazioni cardiache: i polsi, la gola, la piega tra i seni, il retro delle ginocchia, l'interno dei gomiti e le caviglie» spiega la dermatologa. In genere, invece, si tende a vaporizzare il profumo dopo essersi truccate, pettinate e vestite. Peccato che sui tessuti gli aromi si spengono in fretta. O, peggio, virino in modo sgradevole, come capita con la lana e i sintetici. Senza contare il rischio di sciupare i vestiti. Lo chiffon e la seta, per esempio, si macchiano, i capi bianchi ingialliscono e quelli in pelle si rovinano. Se non vuoi rinunciare a profumare anche l'abito, spruzza l'essenza all'interno dei polsini della camicia, sulla fodera della giacca o sull'orlo della gonna. Il calore e il movimento diffonderanno la fragranza.

Se vuoi un profumo che tenga a lungo, controlla che abbia un pizzico di patchouli nel bouquet. Come Liberté di Cacharel (da 35 euro).

AVERE UN ASPETTO PIÙ GIOVANE SENZA CHE IL COLLO TRADISCA L'ETÀ

«Se si vuole apparire giovani, non basta mettere una crema sul viso. È importante stenderla anche fino al décolleté e alle spalle. Altrimenti, il collo denuncia subito la vera età» avverte la dermatologa Belmontesi. «Perché qui la pelle è delicata e sottile e ci sono poche ghiandole sebacee per idratarla bene. Di conseguenza, tende a cedere e ad avvizzire molto prima del viso». Inizia sempre la giornata tonificando il collo. Basta chinarti sul lavandino e spruzzare dell'acqua fredda con le mani per tre o quattro minuti. Poi, non dimenticare di tamponare la pelle con il tonico. Così stimoli la microcircolazione e l'ossigenazione dei tessuti. Applica, mattino e sera, una crema elasticizzante a base di ceramidi, collagene e vitamine. E, una volta alla settimana, fai una sauna al miele. Stendilo su collo e décolleté e immergiti nella vasca con l'acqua calda fino al petto. Stai così per cinque minuti, poi sciacqua con cura.

Mantieni giovane il collo con una crema specifica. Prova Advanced Neck Suractif di Lancaster (64 euro).

DEPILARSI CON LA CERETTA SENZA SENTIRE TROPPO DOLORE

C'è un momento giusto per fare la ceretta e sentire poco dolore: scegliere un giorno nella prima metà del ciclo. Ancora meglio se di pomeriggio. Così dice la cronobiologia, secondo la quale l'organismo è regolato da un orologio biologico interno che può intensificare o, al contrario, attenuare riflessi e sensi. «Nella seconda metà del ciclo, invece, gli ormoni femminili iniziano la loro fase discendente. E diminuiscono le endorfine, gli ormoni che placano le sensazioni dolorose. Così, qualsiasi operazione un po' traumatica diventa più difficile da sopportare» spiega la dermatologa. Se, però, ti preoccupa di più la ricrescita del dolore, fai lo strappo proprio durante il ciclo. «In quei giorni l'attività degli ormoni è ferma e, quindi, i peli non ricevono lo stimolo alla crescita. In questo modo, la depilazione dura una settimana in più» aggiunge la dottoressa Belmontesi.

Per le gambe è perfetta la cera a caldo. Come Veet Institut Cera Professionale (11,39 euro) da scaldare nel microonde.

METTERE IL FONDOTINTA SENZA CHE FACCIA BRUTTI ALONI

«C'è una cosa importante da sapere quando si mette il fondotinta: fluido o compatto che sia, va steso sulla pelle ben idratata ma asciutta» dice il make up artist Daniele Renica Noè. «Se la crema non penetra bene, c'è il rischio che si formino aloni nei punti dove non è stata assorbita del tutto. E che il make up si diluisca, perdendo il suo potere coprente e dimezzando anche la sua durata». Per evitare macchie, allora, fai trascorrere qualche minuto dopo aver messo la crema idratante. E, se ce n'è ancora qualche traccia, tampona il viso con una velina. Un consiglio se sei perennemente di fretta: scegli un idratante fluido o un siero. Apparentemente molto leggeri, sono in realtà dei concentrati di principi attivi e si assorbono in un attimo. Oppure, se non hai bisogno di una base molto coprente, scegli una crema idratante colorata, così puoi fare a meno del fondotinta.

Se vuoi un risultato luminoso, prova il nuovo fondotinta in crema compatta Color Ideal di Lancôme (46 euro).

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/vuoi-farti-bella-si-fa-cosi$$$Vuoi farti bella? Si fa così
Mi Piace
Tweet