Amore e arredamento, convivenze e divani 

Andiamo a convivere, amore. Sì, ma c'è la questione del divano. Quando voi donne ci chiedete di andare ad acquistare un divano insieme a voi, in quel momento capiamo parecchie cose su chi siete e che intenzioni avete sul nostro futuro insieme...

di Francesco Neri  - 01 Aprile 2009

Andiamo a convivere.

Ce l'avete fatta, ci avete convinti a compiere il grande passo. In realtà non è vero che noi uomini proviamo tutta questa avversione per la convivenza, più che altro abbiamo bisogno di una spintarella e voi sapete bene come darcela. C'è però un ultimo ostacolo prima che una serena vita a due abbia inizio ed è l'acquisto del divano.

Il divano per noi è tutto. E' il nostro rifugio, il nostro luogo di serenità. Seduti comodutamente sul divano guardiamo la televisione, leggiamo un libro, giochiamo ai videogame. Il divano è roba da maschi. Lo vogliamo comodo e quando ci chiedete di andare ad acquistare un divano insieme a voi, raggiungiamo uno dei nostri più rari momenti di lucidità. In quel momento capiamo parecchie cose su chi siete e che intenzioni avete sul nostro futuro insieme...

Tipo 1

Mondo Convenienza. Ci portate lì con la scusa del prezzo ignorando che avete già compiuto il primo passo falso. Per noi uomini il divano è come un televisore: vale sempre la pena di spendere qualcosa in più. Ne puntate uno con fantasia floreale. Se insistente nell'acquistarlo significa che non vi curate dei nostri bisogni e della nostra virilità.Il dubbio ci viene: non è che volete risparmiare solo per poterci lasciare senza pensarci su troppo, da un giorno all'altro... Lasciarci soli con un divano che vi è costato davvero poco (e con una pila di roba da stirare)? C'è anche la questione divano-letto. Perché volete un trasformabile? Non è che state già pensando di ospitare vostra madre nel weekend, vero?

C'è la possibilità di ordinare telefonicamente oppure online sul sito di Mondo Convenienza.

Tipo 2

Ikea. L'Ikea ci piace, è una cosa da maschi quanto basta. Ha un ottimo rapporto qualità, prezzo e design e i nordici sanno cosa significa la comodità. Inoltre c'è una tale scelta che è praticamente impossibile non trovare il nostro futuro regno. Se voi scegliete Ikea significa certamente che siete donne di gusto, che amano il design e sanno dare il giusto valore alle cose, ma c'è anche un sottotesto molto inquietante: è una cosa provvisoria. La nostra storia è una cosa provvisoria. Ikea fa cose standard per tutto il mondo. Negli Stati Uniti si può acquistare lo stesso divano che si trova in Spagna o in Australia. Tutto uguale. E voi, esattamente come quel divano, ci considerate qualcosa di interessante per questa fase della vostra vita, ma che può essere sostituita in qualsiasi momento con qualcosa di simile.

Il sito di Ikea comprende anche la sezione di online shop disponibile a distribuire parte del catalogo in Lombardia.

 

Tipo 3

Frau. Avete scelto di spendere per il nostro divano. Un oggetto di design, in pelle. Il dubbio che lo facciate più per soddisfare il vostro gusto estetico che non il nostro bisogno di un luogo magico ci abbandona appena lo proviamo. Sì, acquisto approvato. Il fatto poi che abbiate deciso di spendere così tanto per un divano significa che la nostra relazione è importante, che ci credete. Tutto perfetto, dunque? Circa, nel senso che dopo aver guardato il cartellino del prezzo ripensiamo al nostro stipendio e ci interroghiamo su quanto potrà durare questa meravigliosa unione anche sul fronte economico.

Potete vedere l'intera colelzione sul sito di Frau.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
casa/arredamento/amore-e-arredamento-convivenze-e-divani2$$$Amore e arredamento, convivenze e divani
Mi Piace
Tweet