5 dritte per arredare casa come un professionista 

Dalla giusta attenzione per le proporzioni alla scelta della palette dei colori... ogni mossa ha il suo peso quando si arreda casa! Ecco 5 consigli per farlo come un Interior Designer

di Sara Vasapolli

Arredare casa come un vero professionista? Non è impossibile.
Sarà sufficiente seguire poche e semplici regole e, soprattutto, non dimenticare l’ingrediente più importante: la propria personalità!

La prima mossa, se si ha la possibilità di farlo, è sicuramente quella di valutare gli spazi prima di iniziare a scegliere gli arredi veri e propri.
Oltre alla classica “mano di bianco” chiediamoci dunque sempre se ogni elemento presente è davvero indispensabile oppure, al contrario, domandiamoci come una piccola aggiunta potrebbe cambiare il volto dell’appartamento. Qualche porta (magari tra due ambienti della zona living) potrebbe essere eliminata? Ci sono termosifoni da camuffare o spostare? Esistono zone di un ambiente che si potrebbero delimitare con una semplice controsoffittatura?
Piccole opere insomma, che potrebbero dare però un senso tutto nuovo alla casa, che sarebbero in grado di donarle un nuovo confort visivo e, soprattutto, più spazio per arredare meglio e muoversi e vivere con maggiore libertà.

Una volta sistemati gli elementi di base si potrà iniziare dunque a dar libero sfogo alla propria personalità nella scelta di mobili e colori, ma anche qui attenzione a non lasciare nulla al caso: ogni decisione dovrà essere presa con la giusta dose di consapevolezza.
Ecco quindi 5 dritte che faranno la differenza e che ti permetteranno di arredare o rinnovare casa come un vero Interior Designer!

Mai sottovalutare un ingresso

“Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione.” Quanta ragione aveva Oscar Wilde!
L’ingresso è un ambiente troppo spesso trascurato, sottovalutato.
È proprio da qui però che si apre il resto della casa e questo ne fa quasi un biglietto da visita.
In poche parole un ingresso, oltre a racchiudere le funzioni fondamentali di accoglienza, deve far venir voglia a chiunque entri nella vostra casa di vedere il resto! Inoltre, se è di grandi dimensioni, può anche assumere una doppia valenza e diventare un ingresso con studio oppure con annesso un piccolo angolo lettura.

Non lesinare dunque in stile e personalità: una carta da parati particolare per rivestire una parete, uno specchio e un attaccapanni scovati in un mercatino, una poltroncina di design, alcune belle foto appese e incorniciate con gusto e, per finire, un tocco di fantasia. Ecco degli ottimi punti di partenza per fare del tuo ingresso un luogo unico e invitante!

Occhio ai colori!

La scelta della giusta palette è fondamentale.
I gusti personali ovviamente non si possono e non si devono discutere, ma è bene sapere che esistono delle regole davvero inappuntabili che permettono di valorizzare la propria casa nel modo giusto, anche attraverso la scelta dei colori con i quali vestire le pareti.
La prima di queste riguarda gli ambienti piccoli: se lo spazio è poco è bene optare per colori chiari perché  permettono alla luce di viaggiare nella stanza, rendendola così più ampia all'occhio.

In generale comunque la scelta di colori neutri e chiari appare vincente in qualsiasi tipo di ambiente perché offre un’ottima base, elegante e luminosa quanto basta, adatta ad ospitare qualsivoglia stile di arredo, oltre a permettere l’inserimento di elementi colorati e personali senza incorrere nel rischio di generare caos visivo.
Bianco gesso, panna, grigio chiaro e tortora sono senz'altro dunque tonalità senza tempo e molto chic con le quali “andare sul sicuro”.

Il colore è comunque sempre un buon modo per donare personalità e calore ad un ambiente, ma deve essere dosato nel modo giusto. Il trucco sta nel riservare alle tonalità più accese o alle carte da parati più audaci piccole porzioni dell’ambiente: una nicchia, una quinta o, se lo spazio è ampio, una singola parete saranno perfette per donare un tocco di stile alla stanza e valorizzare il colore stesso, come se si trattasse di un quadro.

Piccoli trucchi per ingrandire gli spazi

Se hai a disposizione ambienti piccoli e poco luminosi, oltre al sapiente uso di colori molto chiari, un trucco infallibile consiste nello scegliere porte o pareti vetrate per dividere spazi complementari (ad esempio la zona pranzo dal salotto o la cucina dalla zona living). Questo consente di conferire profondità all'ambiente, facendolo apparire decisamente più ampio.

Un altro piccolo stratagemma consiste nell'utilizzare uno specchio, magari antico o con una cornice particolare, come oggetto d’arredo. Il risultato sarà anche qui quello di un ambiente più luminoso e apparentemente più profondo.

Infine, se i soffitti di casa non sono alti quanto vorremmo, si può ovviare al problema scegliendo degli elementi d’arredo bassi, come tavolini da caffè, un divano basso e librerie non troppo alte. La grossa porzione di parete libera darà l’illusione ottica di un soffitto più alto di quanto non sia in realtà!

L’importanza dei complementi d’arredo

Ogni ambiente può essere reso unico con pochi e semplici tocchi: piccoli elementi di design e tessili hanno un peso specifico enorme e devono essere scelti con cura, in modo che si armonizzino con il resto dell’ambiente conferendo però un tocco in più all'insieme.

Via libra dunque all'uso di cuscini, tappeti e tendaggi: giochi di colore, forme differenti e texture contrastanti sapranno dare tocchi personali e inaspettati e conferire ai diversi ambienti atmosfere uniche. Alcuni tessili, come i copricuscini ad esempio, hanno inoltre il grosso vantaggio di non essere necessariamente troppo impegnativi economicamente e di poter essere rinnovati di tanto in tanto, magari stagionalmente.

Anche gli elementi di design vanno utilizzati sapientemente: mai eccedere, ma inserirli è assolutamente d’obbligo e pare in questo senso che la giusta proporzione sia del 20-30% rispetto al resto dell'arredamento. Cosa significa? La mossa vincente è quella di creare una base d'arredo neutra e su questa giocare con elementi di design audaci e vivaci, ma sempre con la giusta parsimonia.
Quadri per vestire ampie pareti e oggetti come vasi o piccole sculture saranno autentiche sorprese di carattere e sapranno scandire gli angoli più significativi dell’abitazione.

L’elemento in più: la tua personalità!

Infine ecco la regola più importante: mai fermarsi unicamente alle ultime tendenze di design!

Dacci dentro con la personalità: mixa gli stili, cerca pezzi unici nei mercatini e, soprattutto, fai sì che la casa racconti la tua storia. Belle foto personali appese alle pareti e valorizzate da cornici particolari, oggetti recuperati nei viaggi più belli e ricordi accumulati negli anni: ecco gli ingredienti segreti da valorizzare, quelli che faranno del tuo appartamento un posto assolutamente unico!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
casa/arredamento/arredare-casa-come-un-professionista$$$5 dritte per arredare casa come un professionista
Mi Piace
Tweet