• Home -
  • Casa-
  • Come fare il menu settimanale

Come fare il menu settimanale 

Il menu settimanale è un'ottima abitudine per mangiare più sano e meglio in famiglia. Ma non solo: se ti organizzi, il risparmio è sorprendente

di Serena Allevi
Credits: 

Shutterstock

 

Cosa si mangia stasera? Questa domanda è onnipresente nella quotidianità di ogni famiglia. E, spesso, si improvvisa con ciò che si ha in casa oppure di sceglie di cenare fuori. L'ideale, per risparmiare e per mangiare bene, sarebbe organizzarsi in modo quasi perfetto per non farsi mai trovare impreparate.

Con eccezioni di libertà culinaria e di cene fuori casa, necessarie per gratificarsi e affrancarsi da tutte le incombenze familiari. Il menu settimanale è un'ottima abitudine e ha diversi vantaggi: fa mangiare tutti in modo più sano, educa i bambini a un'alimentazione consapevole, permette di risparmiare una buona fetta di budget familiare, evita gli sprechi.

Ma come si fa un menu settimanale? Partendo da una "griglia".

Lo schema del menu settimanale

Primo step per compilare un perfetto menu settimanale: munirsi di carta e penna oppure, semplicemente di tablet o smartphone in modalità "note". Se si hanno bambini, sarà molto divertente ed educativo farlo insieme, magari usando pennarelli o matite colorate e appendendo lo schema in cucina perché sia visibile a tutti.

Si annoterà, quindi, la cena dettagliata di tutta la famiglia per ogni giorno settimanale (o quasi, se si desidera lasciare "liberi" la domenica o l'intero weekend). E, per chi rientra a casa, anche il pranzo. Per questo tipo di operazione, occorre tenere presente ciò che i bambini mangiano in mensa a scuola. A tal proposito, tutte le mense scolastiche rendono disponibile il menu sul sito dedicato o lo distribuiscono cartaceo in classe ai bambini.

Come suddividere i pasti?

Secondo le regole di una buona alimentazione, è importante non eccedere con: cereali e farine raffinate, zucchero, carni rosse e lavorate, grassi animali, sale e formaggi stagionati. Quindi lo schema potrebbe prevedere due volte alla settimana un piatto unico costituito da cereali integrali o semi-integrali (farro, riso, miglio, cous cous), legumi e verdure. Se i bambini non apprezzano le verdure, quest'ultime si possono frullare preparando golose creme colorate.

L'importante è imparare a non differenziare i pasti: i piccoli di casa consumeranno ciò che mangia il resto della famiglia. Ovviamente, con le dovute eccezioni: i bimbi molto piccoli avranno un menu adatto al loro livello di masticazione o di esigenze nutrizionali specifiche.

Per gli altri pasti, si può puntare sul pesce cotto al vapore (o al microonde, è rapido e il risultato è ottimo), sulla carne bianca grigliata e sulle uova. Quest'ultime sono molto economiche, complete e possono risolvere anche la questione "colazione" per chi ama il salato e non ha voglia di latte e biscotti.

La spesa

Una volta stilato il menu settimanale, facendo attenzione all'equilibrio tra i diversi cibi, si va a fare la spesa. È fondamentale non aggiungere extra non previsti dal menu o, perlomeno, limitarsi nel farlo.

Ci sono tipologie di alimenti da tenere sempre in casa, per mangiare sano anche quando si ha fretta: riso integrale a cottura rapida, cous cous precotto, legumi in scatola (basterà sciacquarli dall'acqua di conservazione), uova, verdure surgelate senza condimenti (si preparano al microonde in pochi minuti), spezie (aiutano a limitare il sale e danno sapore a tutte le pietanze), pane integrale in cassetta, confetture senza zucchero, frutta secca.

Il "fresco" (latticini, carne, pesce, ortaggi, frutta) andrà acquistato nelle quantità precise previste dal menu: dunque, mai dimenticare di portare con sé una lista precisa e dettagliata in ogni suo punto.

No agli sprechi

Il menu settimanale permette di risparmiare una buona parte del budget familiare, ovvero tutta quella fetta relativa a "compriamo qualcosa al volo per cenare". Questo denaro potrà essere reinvestito in modo più utile e, parallelamente, i componenti della famiglia impareranno ad alimentarsi bene, in modo consapevole ed equilibrato.

Nel tempo, la compilazione del menu sarà sempre più precisa e gli eventuali sprechi di cibo sempre più irrisori. Importante: resistere a ogni capriccio dei piccoli di casa, variare il menu, puntare su ricette sfiziose e includere nello schema anche le colazioni e le merende dei bambini (alcuni esempi: pane e marmellata, yogurt e cereali, cioccolato fondente e frutta secca).

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
casa/come-fare-menu-settimanale$$$Come fare il menu settimanale
Mi Piace
Tweet