Come si comincia ad arredare la casa 

L'appartamento tanto desiderato ora è pronto. Ma se indecisioni e dubbi rendono difficile la scelta dei mobili, segui i nostri consigli

di Elena Parasiliti  - 27 Settembre 2006

Finalmente la casa c'è. È il momento di riprendere in mano i ritagli di giornali con le soluzioni che piacevano di più. Di studiare la piantina con le misure. E poi, via con la fantasia per organizzare gli spazi. Ecco allora qualche consiglio per arredare l'appartamento in poco tempo e senza stress.

Tenere solo i ricordi più veri

"Il primo passo è fare chiarezza su tutte le cose che si hanno e quelle che si devono abbandonare" suggerisce Laura Lorese, esperta di spacecleaning (pulizia degli spazi), una disciplina "figlia" del feng shui e occidentalizzata a Londra. "Si tengono i ricordi più veri: diplomi, medaglie e le foto per non dimenticare. Si lasciano i libri di scuola e le lettere dell'ex. Solo così una nuova casa diventa l'inizio di una nuova vita".

Concedersi un lusso

Il secondo passo è preparare un elenco preciso delle cose indispensabili che non si hanno ancora e che, quindi, vanno acquistate al più presto. "Alcuni spazi, però, devono restare liberi" continua l'esperta. "Con il tempo si capirà quello che serve e ci si potrà aggiungere una poltrona comoda o quel bel tavolino della nonna".

Non farsi travolgere dall'entusiasmo di comprare tutto subito va bene, ma un piccolo lusso bisogna concederselo. Se, per esempio, da tanto si desidera una poltrona Frau (www.poltronafrau.it) o una vasca da bagno Jacuzzi (www.jacuzzi.it) è il momento giusto per regalarsela: così la casa dei sogni comincia davvero a prendere forma.

Se poi si hanno dubbi sulla disposizione dei mobili, si può chiedere la consulenza di un architetto. "Molti negozi offrono questo servizio" dice Lorese. "I consigli di un esperto sono utili, ma non si devono "delegare" a lui tutte le scelte, perché una casa deve rispecchiare la personalità di chi la abita".

Confrontarsi con lui

I primi grattacapi possono arrivare quando si va a vivere con il proprio compagno. Non è detto, infatti, che si sia d'accordo sul tipo di tavolo o magari sulla forma del divano. "Se una cosa non va bene a uno dei due, è meglio eliminarla e trovare un compromesso. O rimandare l'acquisto" conclude Lorese. Circondarsi di mobili che piacciono a entrambi è un modo per vedere e toccare con mano, ogni giorno, anche l'armonia della coppia.

Razionalizzare gli spazi è un'arte che s'impara. Dove? Alle lezioni di spacecleaning, una disciplina che insegna come liberarsi delle cose inutili che si accumulano in casa e vivere così in ambienti più rilassanti. Per informazioni: tel. 0671542289 o sul sito www.spaceclearing.it.

Il design scontato

Per gli affari "firmati" si possono visitare gli outlet delle grandi aziende, come Alessi (tel. 0323 868648), a Omegna (Vb); o i negozi che vendono i mobili usati nelle esposizioni come Emporio 31 (tel. 024222577) a Milano o su internet: www.lastdesign.it.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
casa/fai-da-te/come-si-comincia-ad-arredare-la-casa$$$Come si comincia ad arredare la casa
Mi Piace
Tweet