Come scegliere il colore delle pareti

  • 1 4
    Credits: Getty

    Scegliere il tono delle pareti è un po’ come scegliere il vestito per una serata: dev’essere adeguato all’occasione! Meno male che nella miriade di nuove colorazioni per pitture murali sarà facile trovare quella che, oltre a dare una sferzata nuova alla casa, ne reinterpreta con creatività lo stile, inventando inattese atmosfere e luminosità.

  • 2 4

    Conosci il linguaggio dei colori... e le loro proprietà?

    Te li spieghiamo; a te poi giocare con quelli che, per istinto, preferisci.
    - Ai colori freddi appartengono le gamme cromatiche del blu, del viola e del verde: evocano simbolicamente quiete, riposo e buonumore, richiamando -come il verde- equilibrio e vitalità. L’unica pecca? Possono raffreddare (appunto) l’atmosfera.
    - Le tonalità del giallo, arancio, rosa e marrone sono i colori caldi che si scelgono sia per rendere più raccolto e accogliente l’ambiente -riscaldandone la luce- sia per stimolare allegria e benessere, regalando atmosfere toniche e dinamiche.
    - Caratterizzati invece da connotazioni cromatiche leggere e impalpabili, i toni neutri, come le sfumature del beige e del grigio, sono dei non-colori che vestono sobriamente le pareti con raffinata eleganza.

  • 3 4

    Variare la percezione dello spazio

    L’uso differenziato dei colori alle pareti può creare sorprendenti effetti ottici capaci di riproporzionare visivamente gli spazi.
    - La stanza è piccola? Tinteggia pareti e soffitti nella stessa tonalità fredda e chiara: riflettendo più luce, i muri si respingono a vicenda, dilatando visivamente lo spazio.
    - Il corridoio è freddo e lungo? Usa un colore più scuro e caldo solo per il muro di fondo e, a colpo d’occhio, risulterà più corto e anche molto più accogliente.
    - Il soffitto è troppo alto? Fai le pareti molto chiare e il soffitto, inclusa una fascia di 20-30 cm tutt’attorno alla parte più alta dei muri, di una tonalità calda tendente allo scuro.

  • 4 4

    Schema cromatico

    Il tuo sogno è di trasformare il soggiorno noioso e asettico in un raffinato scenario fortemente caratterizzato? Realizza un progetto cromatico con schema decorativo “a effetto coordinato” e centrerai l’obiettivo! Fai così! Scegli due colori diversi da abbinare alle pareti, avendo cura che siano appartenenti alla stessa famiglia cromatica: nei nostri progetti (realizzati grazie al programma Colour Collection di CPItalia) puoi notare come le tonalità rosse e marroni (colori caldi) e i toni azzurri e viola (colori freddi) si accordino alla perfezione, esaltandosi a vicenda.

    Per completare lo schema cromatico, non dovrai fare altro che estendere i due colori scelti per le pareti anche alle tende, ai rivestimenti di divani e poltrone -inclusi i cuscini- al tappeto e, perché no, anche ai paralumi. Un progetto easy-chic capace di creare un vero e proprio ritmo cromatico che, divenendo il tema dominante e ricorrente della stanza, ne scandisce il nuovo stile con grande personalità. Un consiglio: per un effetto decorativo elegante e bilanciato, meglio non eccedere nei richiami di colore.

/5

Prima di mettere mano ai muri, pensa di che colore li vorresti... potrebbe volerci tempo.

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te