Trasformare le pareti: come si fa 

Come? Accendendoti di colore e personalità, con tinte e rivestimenti new generation. Ma non prima di pianificare i lavori e averti curato

di Paolo Manca  - 10 Ottobre 2010
Credits: 

Getty

 

La sfida è aperta: fare uscire dall’anonimato gli ambienti di casa affrontando da soli interventi di ristrutturazione (soft) con i quali non hai mai osato confrontarti. Soli sì, ma non del tutto: noi di CasaFacile saremo lì con te, guidandoti passo passo, in questa gratificante avventura che mira a rinnovare la tua casa con tanta creatività, poca spesa e... un po’ di fatica.

1° Valuta tempi e capacità
Per metterti al riparo da stress e delusioni inaspettate, è bene considerare a priori alcuni fattori con una sana dose di realismo, in modo da avere la certezza di cominciare e di portare a termine l’opera con convinzione e successo.
- rifletti sulle tue competenze, concentrandoti sui lavori che ritieni siano realmente alla tua portata e che, seppur con impegno, immagini di poter concludere senza eccessiva fatica.
- calcola il tempo da dedicare al lavoro e alle pulizie successive e fissa degli orari giornalieri di inizio e fine lavoro umani, ripartendo gli interventi per fasi ben distinte e separate da un lasso di tempo da dedicare a svaghi e riposo.

2° Pianifica, organizza e ordina
Ora stila una lista indicando i lavori da eseguire in ordine di esigenza e fattibilità, ricordando che alcuni locali saranno inagibili per un po’. Ma soprattutto organizzati per disporre di un ambiente di lavoro tanto comodo, sicuro e privo di ostacoli quanto attrezzato, funzionale, e... pulito! Già, perché per il fai-da-te va usata (quasi) la stessa attenzione a cui lo chef ricorre per cucinare: pulire e ordinare prima di sporcare stimola a lavorare in modo corretto e ordinato!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
casa/fai-da-te/trasformare-pareti$$$Trasformare le pareti: come si fa
Mi Piace
Tweet