Vendo casa: tutto quello che c'è da sapere 

La ricerca di un'abitazione richiede tempo, attenzione e un pizzico di fortuna. Ma tutto diventa più facile se si conoscono i propri diritti, le nuove norme e le agevolazioni su cui contare

 - 30 Ottobre 2008

Il contratto di mediazione: di che cosa si tratta?

Con questo documento, in qualità di venditore incaricate un agente immobiliare (il mediatore) di trovare un acquirente per il vostro immobile. Questo vincola l'agenzia, durante le trattative, a raccogliere tutte le informazioni utili sull'immobile. Per esempio, se il condominio in cui si trova l'appartamento ha già deliberato costose spese di ristrutturazione straordinarie.

Come va compilato

Il contratto di mediazione deve riportare tutti i dati dell'agente (incluso il numero di iscrizione alla Camera di commercio), la scadenza dell'incarico, se è prevista o meno l'esclusiva, la possibilità di recedere, le provvigioni riconosciute e il prezzo richiesto per l'immobile.

A che cosa fare attenzione

Prima di stipulare il contratto, controllate che il mediatore sia iscritto al ruolo degli agenti di affari in mediazione presso la Camera di commercio. Altrimenti non avrà diritto alle provvigioni previste per legge.

Perché è importante stipularlo

Il contratto di mediazione non obbliga l'agente a concludere la vendita. Ma, in caso di recesso immotivato, potrete contare nella cosiddetta responsabilità precontrattuale. È quella che fa scattare l'obbligo di rimborsare le spese che avete dovuto sostenere confidando nella buona riuscita dell'affare.

Che cos'è il verbale di consegna?

Si tratta di una dichiarazione scritta che certifica il momento dell'effettiva consegna delle chiavi di casa.

Come va compilato

Sul verbale di consegna deve essere riportata la descrizione dell'appartamento (va specificato se è in buone condizioni o con difetti e, nel caso, di quale tipo). Inclusa degli eventuali arredi e delle dotazioni, dall'impianto di aria condizionata a quello di antifurto. In più occorre indicare la data di consegna delle chiavi. Per evitare spiacevoli discussioni in seguito, è utile che al verbale alleghiate anche delle fotografie che attestino lo stato dell'appartamento al momento della consegna. Infine, perché questo documento abbia valore, deve essere firmato da voi e dall'acquirente.

A che cosa fare attenzione

Ricordate che consegnare le chiavi dell'appartamento non equivale al trasferimento della proprietà, cosa che avviene al rogito. Fino a quel momento, infatti, l'immobile è ancora vostro. A volte le due cose coincidono. In altri casi, invece, il verbale di consegna viene sottoscritto al compromesso, in modo da dare a chi compra la possibilità di utilizzare la casa, magari per fare il trasloco o i sopralluoghi necessari per iniziare i lavori di ristrutturazione.

 

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
casa/fai-da-te/vendo-casa-tutto-quello-che-ce-da-sapere$$$Vendo casa: tutto quello che c'è da sapere
Mi Piace
Tweet