Begonia, la più facile da coltivare 

Chi ama le begonie può scegliere tra 900 specie diverse e 5 colori: bianco, giallo, arancio, rosa e rosso

 - 12 Marzo 2005

In pratica

Quando si pianta.
Alcune specie si comprano fiorite tutto l''anno, ma non sono adatte al giardino. I tuberi di begonia (simili a piccole radici) si acquistano all''inizio di primavera e si piantano in giardino da metà marzo perché temono le gelate tardive. La fioritura può andare dai primi di giugno fino a luglio.

Dove sta bene.
La begonia può stare in posizione ombreggiata o luminosa, ma non al sole diretto. Quelle chiamate Semperflores sono adatte per le aiuole, le altre specie invece stanno bene in vaso.

Come si coltiva. Piantate i tuberi in piccole buche, con la parte infossata verso l''alto e poca terra sopra.  Il terreno deve essere neutro o leggermente acido (leggete sulla confezione).  Per creare una bordura, piantate un tubero ogni 20 cm e create almeno due o tre file.  Se scegliete le begonie grandi e ricadenti, usate un vaso di 30 cm di diametro e 40 cm di altezza per ogni tubero. Bagnate poco e solo quando lo strato superficiale del terriccio è asciutto. Da quando spunta la pianta, soprattutto quando cominciano a formarsi i fiori, concimate la terra ogni dieci giorni con un fertilizzante per piante fiorite. Dopo la fioritura riducete le annaffiature, recuperate il tubero, fatelo asciugare e conservatelo a 5 gradi, coperto di torba mantenuta umida due volte al mese con il nebulizzatore.

 

I nostri consigli. Alcune begonie fanno fiori poco vistosi, ma hanno il fogliame variopinto bello come una fioritura.
La Begonia pendula, invece, sta bene nei cestelli da appendere o nei vasi alti. I fiori più belli e appariscenti sono quelli maschili.

La Begonia marmorata ha i petali sfumati che ricordano i boccioli di rosa. I suoi tuberi si piantano in giardino o in vaso ma solo all''aperto.

La Begonia Elatior si può comprare fiorita tutto l''anno. Vuole molta luce e una quantità moderata d''acqua.

Per avere dei fiori più grandi e vivaci dalla begonia tuberosa, quando si formano i boccioli concimate con un fertilizzante ricco di potassio (K).

Curiosità

La prima begonia che giunse in Europa arrivò in Francia nel 1777. Veniva dalla Giamaica e fu battezzata Begonia nitida. Fu un monaco francese, studioso di botanica, a scegliere

il nome "begonia", ispirandosi a Michel Bégon, il governatore di Santo Domingo, grande studioso di piante e tra i primi a sostenere la necessità di proteggere la flora di una località.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
casa/giardinaggio/begonia-la-piu-facile-da-coltivare$$$Begonia, la più facile da coltivare
Mi Piace
Tweet