4 cactus che non pungono 

C’è quello che fiorisce e quello che resiste al freddo, quello che ama la mezz’ombra e quello che sembra una stella. E nessuno ha le spine

di Nadia Tadioli

CURALI COSÌ

Il terriccio. Puoi comprare quello per cactacee (nei  centri di  giardinaggio) o usare anche l’universale al quale aggiungere  un po’ di  sabbia e pomice o argilla espansa, così non trattiene  l’acqua.

Le  innaffiature. Bagna con acqua  distillata solo quando il terreno è  perfettamente asciutto, eliminando  eventuali ristagni nel sottovaso. Se  usi quella del rubinetto, prima  lasciala riposare una trentina di  minuti, così il cloro evapora e il  calcare si deposita sul fondo.

Il  concime. Usa  un fertilizzante per cactus un paio di volte in primavera e  altrettante  in estate. Se ne hai già in casa, va bene anche un semplice  concime  per le piante verdi da appartamento.

I rinvasi. Le cactacee non  hanno bisogno di molta terra per prosperare. Tieni  conto che il  diametro del vaso dev’essere di 2 o 3 cm più grande di  quello della  pianta. E non esagerare con i rinvasi: in media vanno  fatti ogni 3 o 4  anni.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
casa/giardinaggio/cactus-senza-spine$$$4 cactus che non pungono
Mi Piace
Tweet