Per averle belle, segui le regole 

Per sopravvivere al caldo, le piante grasse hanno inventato delle curiose strategie. I fusti sono tondi e paffuti perché trattengono i liquidi assorbiti dalle radici. Al posto delle foglie ci sono le spine, che non disperdono acqua. E per difendersi dal sole alcune varietà sono coperte di lanugine

di Annamaria Botticelli  - 07 Ottobre 2005

Le piante grasse hanno fama di essere molto resistenti. Ma non farti trarre in inganno: vogliono cure e attenzioni speciali.
Se compri quelle mignon, per esempio, tieni presente che la quantità di terriccio è così ridotta che basta una goccia d'acqua in più per compromettere l'equilibrio.
Quando le metti sul balcone d'estate, ricordati che sopportano il caldo, ma non i temporali. Quindi sistemale sempre un pò riparate.
Vuoi unire nello stesso vaso più di una pianta? Puoi farlo se appartengono tutte alla stessa famiglia.
Quanto alle dimensioni, se le comperi piccole non riuscirai a ottenere negli anni un esemplare molto grande. Se vuoi, per esempio, una "poltrona della suocera" di 50 cm di diametro devi partire almeno da 18 centimetri.

Per coltivare le piante grasse è importante che il terriccio sia permeabile, cioè non trattenga l'acqua.
I materiali più adatti, quindi, sono la sabbia, i sassolini, la graniglia e la pietra pomice in pezzetti piccoli.
Nei centri di giardinaggio puoi trovare il terriccio per piante grasse già pronto. Ma, se preferisci, puoi preparare tu la miscela adatta.
Mischia cinque parti di terra universale, tre parti di terriccio di foglie e due di materiale drenante.
Per evitare che la poca terra nei vasi si surriscaldi, sulla superficie metti uno strato di sassolini.
Ricorda, infine, che il fertilizzante migliore è quello che ha un basso contenuto di azoto (sigla N) e una discreta percentuale di fosforo (sigla P) e di potassio (sigla K).
Ma non esagerare. Salvo rare eccezioni (è il caso delle piante che fioriscono per dieci mesi all'anno), le piante grasse si concimano solo due volte, all'inizio della primavera e a metà estate.
Un consiglio: dimezza la dose indicata sulla confezione, concimando due volte a distanza di tre settimane.

Le piante grasse non possono vivere se la luce è troppo poca. Altrimenti non crescono, si deformano e, nel giro di pochi mesi, muoiono. In casa lasciale sul davanzale interno della finestra, il punto più luminoso.
L'esposizione da evitare è quella a nord, specie se di fronte c'è un'altra casa che fa ombra.
Se hai un piccolo balcone, non appena è primavera sposta la pianta all'aperto, abituandola a poco a poco al sole pieno.
Per la prima settimana sistema i vasi al riparo di altri più grandi. Se invece non hai il balcone, mettile sopra il davanzale esterno.
Per le innaffiature le regole sono semplicissime. Le piante grasse vanno bagnate d'estate e quasi mai d'inverno.
La seconda cosa importante è dare sempre poca acqua. Se esageri, infatti, rischi di far marcire i tessuti.
Il risultato? La pianta si gonfia e poi si affloscia. Per capire quando devi bagnarla, osserva il terriccio: se si stacca dal vaso e al tatto è asciutto, allora procedi.
L'innaffiatoio migliore? Quello con il beccuccio lungo, così l'acqua arriva direttamente sul terriccio.

I vivai più forniti:

Cactus Mania, Ventimiglia (IM), via Gallardi 140, tel. 018433003.

Florservice, Verbania, via Bramante, tel. 0323501272.

Planet Cactus, Magherno (PV), via Spadari 151, tel. 0572429605.

Cactus Center, Firenze, via Senese 209, tel. 0552321289.

I giardini da visitare:

Giardini Hanbury la Mortola, Ventimiglia (IM), tel. 0184229852.    
Orto Botanico dell'Università di Napoli-Portici, Portici (NA), via Università 100, tel. 9817755109, www.ortobotanicoportici.unina.it.    
Jardin Exotique de Monaco, boulevard du Jardin Exotique, Principato di Monaco, tel. 0037793152980.  

Per saperne di più:
Piante grasse, collana Guide Compact (De Agostini, 18,08 euro): è un manuale illustrato per imparare a coltivare 250 piante grasse.
Piante grasse, le cactacee di Mariella Pizzetti: una guida per chi ama i cactus (Mondadori, 384 pagine, 18,59 euro).  

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
casa/giardinaggio/per-averle-belle-segui-le-regole$$$Per averle belle, segui le regole
Mi Piace
Tweet