Perché donarla cela un messaggio di passione 

Maggio è il suo mese. La celebrano manifestazioni in tutta Italia. I suoi petali morbidi fanno sognare. E quei colori accesi evocano la passione. Romantica e sensuale, ma anche morbida e scontrosa, è il simbolo di Venere. Osannata dai poeti e donata dagli innamorati. In queste pagine vi sveliamo come mai, sin dai tempi di Cleopatra, è sinonimo delle donne

di Lavinia Rittatore  - 05 Maggio 2005

"È il regalo più classico da fare all'amata per celebrarne la bellezza" afferma Barbara Ronchi della Rocca, esperta di galateo. "Una rosa rossa è il simbolo della passione. Non è un caso che si regali proprio il giorno di san Valentino. Una sola.

Nelle altre occasioni si donano sempre in numero dispari, le rose non sono come le uova. Quindi 7, 9, 11. Oppure a dozzine: 12, 24. O 100.

Non va più di moda scegliere la Baccarà, dai petali rosso-viola. Tra l'altro si chiama così in onore di Luisa Baccara, una delle tante amanti di Gabriele D'Annunzio. Se volete essere più originali, per dichiarare il vostro amore regalate rose arancio o rosa. O gialle. Si dice che sia la tinta della gelosia, quindi se temete che "lei" possa fraintendere il messaggio, scegliete quelle screziate di rosso".

E se mandate rose rosa, aggraziate e gentili, sappiate che denunciate la vostra timidezza di corteggiatore. Mentre l'abbinamento rosso e bianco vuol dire unione, e va benissimo per festeggiare un amore di lunga data.

Il galateo moderno, poi, non impone più che le destinatarie delle rose siano solo donne. "Ormai anche gli uomini possono esserne omaggiati" spiega infatti Ronchi della Rocca.

Ma la rosa è un dono classico anche per le neo-mamme: "In questo caso sono d'obbligo quelle bianche, che simboleggiano amore puro ed eterno".

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
casa/giardinaggio/perche-donarla-cela-un-messaggio-di-passione$$$Perché donarla cela un messaggio di passione
Mi Piace
Tweet