Perché tira fuori le unghie. Anzi, le spine 

Maggio è il suo mese. La celebrano manifestazioni in tutta Italia. I suoi petali morbidi fanno sognare. E quei colori accesi evocano la passione. Romantica e sensuale, ma anche morbida e scontrosa, è il simbolo di Venere. Osannata dai poeti e donata dagli innamorati. In queste pagine vi sveliamo come mai, sin dai tempi di Cleopatra, è sinonimo delle donne

di Lavinia Rittatore  - 05 Maggio 2006

Se la rosa è il fiore più amato (e venduto) del mondo, il motivo è semplice: è il simbolo delle donne, della passione, dell'eros. "In tutte le culture, la rosa è associata alla morbidezza e alla carnosità della donna, nel senso più fisico del termine" dice Roberto Viti, botanico, direttore del Museo della Rosa (www.museoroseantiche.it) di Modena, e autore del libro Elogio della bellezza, ritratti di rose (Mondadori), appena uscito.

E come le donne, che sono alte, basse, brune, bionde, rosse, anche le varietà di rose sono innumerevoli. "Sono 24mila i tipi riconosciuti dalla Federazione mondiale delle rose" prosegue Viti. "E se aggiungiamo tutte quelle che vengono create ogni anno nei vivai, spesso dedicate a donne famose come Marella Agnelli o Rosita Missoni, la cifra sale a 100mila. Nel dna delle rose ci sono tutti i colori, tranne il blu e il nero. Ed esistono persino delle specie senza spine, come la Rosa canina inermis. Perché hanno le spine? Ma per proteggersi, ovviamente. Da caprioli, lepri, insetti, golosi dei boccioli più teneri".

Insomma, se costrette, le rose tirano fuori le unghie. Molto femminili anche in questo.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
casa/giardinaggio/perche-tira-fuori-le-unghie-anzi-le-spine$$$Perché tira fuori le unghie. Anzi, le spine
Mi Piace
Tweet